Quotidiano Nazionale logo
6 apr 2022

Casa in fiamme, ustionato e intossicato

Paura nella centralissima piazza Arese, 45enne sorpreso dal fuoco forse scaturito dalla batteria del monopattino in carica

gabriele bassani
Cronaca
Molte persone scese in piazza spaventate per il fumo, l’uomo non è in pericolo di vita
Molte persone scese in piazza spaventate per il fumo, l’uomo non è in pericolo di vita
Molte persone scese in piazza spaventate per il fumo, l’uomo non è in pericolo di vita

di Gabriele Bassani

Un uomo è rimasto ustionato e intossicato per l’incendio scoppiato in un appartamento nella centralissima piazza Arese, a due passi dal Torrazzo e Palazzo Borromeo. L’allarme è scattato nella prima serata di lunedì. Un fumo denso e nero ha invaso la piazza storica della città, suscitando allarme e apprensione tra i residenti: il rapido intervento dei dipendenti di uno studio professionale che si trova accanto all’appartamento dal quale si è sviluppato l’incendio, ha consentito di mettersi in salvo ad un uomo sorpreso dal fumo mentre si trovava sotto la doccia, che ha chiesto aiuto ed è stato fatto scendere a terra dalla finestra con una scala a pioli appoggiata al muro.

Un uomo di 45 anni, che era ospite dell’inquilino del’appartemento è la vittima di questo drammatico episodio: curato a lungo sull’ambulanza giunta sul posto insieme a diversi mezzi dei Vigili del fuoco, è stato quindi trasferito in codice rosso all’ospedale San Gerardo di Monza. L’uomo avrebbe riportato ustioni su diverse parti del corpo, oltre ad una forte intossicazione per avere respirato a lungo il fumo sprigionato dalla combustione.

La prognosi non è ancora stata sciolta, ma non sarebbe in pericolo di vita, come spiega la comandante della Polizia locale, Francesca Telloli. I vigili del fuoco intervenuti con diversi mezzi dai distaccamenti di Desio, Seregno, Carate Brianza e Monza, raggiungendo l’appartamento al primo piano con una scala italiana dall’esterno, hanno successivamente spento l’incendio che, secondo una prima ipotesi, ancora da confermare, potrebbe essere partito dalla batteria di un monopattino elettrico in ricarica all’interno di una stanza dell’appartamento.

Oltre alle pattuglie della Polizia locale che hanno aperto la strada agli altri mezzi di soccorso per raggiungere il luogo dell’incendio, in un’area chiusa al traffico tra Palazzo Arese Jacini, sede del Comune e il monumentale Palazzo Arese Borromeo, sul luogo dell’incendio sono intervenuti anche i carabinieri della locale tenenza.

Molte le persone scese in piazza spaventate per il fumo nero e denso che si sprigionava dalle finestre dell’appartamento fino all’intervento risolutivo dei Vigili del fuoco, che hanno limitato i danni.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?