Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Brugherio, Candy produrrà in Turchia 800mila lavastoviglie intelligenti

Vicino l'accordo sugli esuberi in Brianza

di Barbara Calderola
Ultimo aggiornamento il 25 maggio 2018 alle 18:44
La nuova fabbrica Candy a Eskişehir in Turchia

Brugherio (Monza e Brianza), 25 maggio 2018 - Niente robot a Brugherio per Candy, il colosso brianzolo degli elettrodomestici produrrà 800mila lavastoviglie intelligenti, ma in Turchia. In Brianza resta tutto come è adesso, niente crescita niente tagli, a parte i 200 esuberi con contratto di solidarietà in scadenza a settembre. Ma l’accordo sarebbe vicino per i manager. Ieri, l’annuncio insieme alla presentazione di un 2017da incorniciare: +14% rispetto all’anno precedente con ricavi consolidati a 1,148 miliardi e, soprattutto, conquista di quote di mercato, +0,4%, che fanno del marchio di casa quello che cresce di più nel settore per il secondo anno di fila. Il risultato netto è pari a 2,2 milioni di euro, in calo rispetto ai 12 milioni del 2016. Il fatturato è stato conseguito per gran parte all'interno dei confini Europei, con Uk (21%), Francia (18%), Italia (17%), Penisola Iberica (6,5%) e Germania (4,5%) "a recitare un ruolo primario insieme alla Russia attualmente in forte crescita", spiega Beppe Fumagalli, amministratore delegato. La società conferma gli obiettivi, che puntano "a sfondare il tetto di 2 miliardi di euro di fatturato entro i prossimi quattro anni”.

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.