Ci sarà un unico biglietto per bus, treno, metropolitana e tram
Ci sarà un unico biglietto per bus, treno, metropolitana e tram

Monza, 11 gennaio 2019 - L'assemblea dei soci dell’Agenzia del Trasporto pubblico locale della Città metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia ha approvato, nel pomeriggio, il programma che prevede la riorganizzazione dei servizi nell’intero bacino. Hanno votato il documento i rappresentanti delle Città di Pavia, Milano, Lodi, Monza, della Città metropolitana di Milano e delle Province di Lodi, Pavia, Monza e Brianza. Si conclude così un iter durato due anni che ha coinvolto anche il territorio della Brianza e l’Assemblea dei Sindaci nella definizione di un nuovo modello di servizio basato su frequenza fissa, cadenzamento, interscambio, criteri che sono stati sperimentati su alcune linee brianzole.

Il nuovo programma prevede così l’introduzione, a partire dal 2020, di importanti cambiamenti in termini di corse, frequenze, itinerari e tariffe. Per poter attuare una vera rivoluzione del trasporto locale il programma prevede, infatti, anche l’introduzione di un nuovo sistema tariffario basato sull’integrazione, ovvero la possibilità di utilizzare qualsiasi mezzo pubblico - bus, treno, metropolitana, tram - con un unico biglietto.

Questo nuovo sistema tariffario oltre a contenere interessanti agevolazioni, faciliterà i pendolari portando a risparmiare sul costo degli abbonamenti mensili e annuali, rispetto a quello degli attuali titoli cumulativi e dovrebbe anche produrre un aumento dell’utenza a discapito del mezzo privato.

Il prossimo passaggio che consentirà all’Agenzia di essere operativa nella definizione delle gare di appalto prevede l’accordo con Regione Lombardia che, al momento, è ferma all’approvazione dell’emendamento al Bilancio che riguarda proprio il tema della tariffazione.

La Brianza è già pronta a fare partire entro la primavera la sperimentazione per introdurre la tariffazione unica: per questo il presidente della provincia Roberto Invernizzi ha chiesto ai sindaci della Brianza di unirsi alla richiesta fatta dai sindaci metropolitani a Regione Lombardia e Comune di Milano di riaprire il dibattito sulla «Tariffa Unica integrata per il trasporto pubblico metropolitano di Milano e del nuovo Sistema organizzativo dei trasporti».

«Abbiamo lavorato tanto per arrivare all’approvazione del programma di bacino per dare ai nostri cittadini un servizio davvero moderno e capace di cambiare le abitudini di spostamento: non possiamo fermarci ora - dichiara il presidente - Per questo ritengo che , anche alla luce di tutte le problematiche che il territorio sta vivendo rispetto al tema del trasporto pubblico, sia necessario che anche i sindaci della Brianza abbiano la possibilità di esprimere il proprio parere e richiedere a Regione Lombardia e Comune di Milano di non fare passi indietro sulla questione della tariffazione, che anche per i nostri cittadini è la scelta migliore».