Quotidiano Nazionale logo
1 feb 2022

Brianza, più bambini vaccinati e meno ricoveri

Paolo Bonfanti, direttore Malattie Infettive: "Ma la fase di emergenza non è ancora finita, ancora 5 reparti occupati da pazienti Covid"

marco galvani
Cronaca
Il plateau è stato raggiunto ed è iniziata una significativa diminuzione di nuovi contagi e ospedalizzazioni
Il plateau è stato raggiunto ed è iniziata una significativa diminuzione di nuovi contagi

Monza, 1 febbraio 2022 -  Cala ancora il numero dei ricoveri Covid al San Gerardo, aumentano le vaccinazioni dei bambini tra i 5 e gli 11 anni, ma "non dobbiamo pensare che l’emergenza sia terminata". Paolo Bonfanti, direttore dell’unità operativa di Malattie infettive dell’ospedale di Monza, richiama alla prudenza. Anche se i pazienti positivi ricoverati sono scesi, in una settimana, da 176 a 143, con un’età media sempre di 72 anni.
Al momento 113 sono in Malattie infettive, 11 in Pneumologia, 12 in Terapia intensiva, 6 in Rianimazione polmonare e uno in un altro reparto. In diminuzione anche il numero di persone che si presentano in pronto soccorso con sitomi del Covid: dei 1.358 pazienti arrivati nel reparto di emergenza, 142 erano sospetti positivi e di questi 53 sono stati ricoverati. Mentre dal 17 al 23 gennaio tra i 1.413 accessi al pronto soccorso, 178 presentavano sintomatologia Covid e di questi 66 hanno avuto necessita di ricovero. Andamento che conferma "il calo costante dei pazienti ricoverati presso la Asst di Monza, segno che il plateau è stato raggiunto ed è iniziato una significativa diminuzione di nuovi contagi e di riflesso anche di ospedalizzazioni – l’analisi di Bonfanti –. L’indice Rt è sceso sotto a uno, sotto la soglia epidemica, quindi la fase di discesa dovrebbe essere consolidata e questa è una buona notizia".
Tuttavia la fase di emergenza non è affatto terminata. "In ospedale vi sono attualmente ancora cinque reparti di degenza occupati da malati Covid, reparti che in una situazione normale sarebbero destinati a malati con altre patologie – ci tiene a sottolineare il direttore di Malattie infettive –. In Lombardia fino alla settimana scorsa c’erano ancora circa 20milanuovi casi al giorno. Occorre quindi proseguire sia la campagna di vaccinazione, soprattutto negli over 50 e nei bambini nella fascia tra i 5 e i 12 anni, sia continuare ad osservare le norme di mitigazione della pandemia, quindi indossare la mascherina e rispettare il distanziamento evitando assembramenti".
Perché al di là delle parole, è la situazione all’interno degli ospedali a dare il polso reale di quello che sta succedendo: "La versione raccontata da alcuni medici per cui la variante Omicron sia poco più che un raffreddore non corrisponde alla realtà delle cose".
Ecco quindi che diventa fondamentale proseguire la campagna di vaccinazione anche tra i bambini: nell’ultimo fine settimana l’accesso all’ambulatorio vaccinale per i bambini tra i 5 e gli 11 anni anche senza prenotazione ha permesso di ‘coprire’ oltre mille persone. Al San Gerardo si sono presentati 297 bambini in aggiunta ai 900 che avevano la prenotazione: così ad oggi per la fascia di età 5-11 anni, all’Asst di Monza sono state eseguite 10.179 dosi, di cui 6.929 prime dosi e 3.250 seconde dosi.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?