Quotidiano Nazionale logo
2 feb 2022

"Attenti, la stretta sui bonus edilizi metterà in ginocchio le imprese"

Allarme di Apa Confartigianato: il divieto di doppia cessione dei crediti penalizza le piccole realtà e i privati

Un cantiere edile; a destra Enrico Brambilla, segretario Apa Confartigianato
Un cantiere edile; a destra Enrico Brambilla, segretario Apa Confartigianato
Un cantiere edile; a destra Enrico Brambilla, segretario Apa Confartigianato

Stretta sui bonus edilizi, per stanare furbetti e truffatori si rischia di mettere in ginocchio gli imprenditori onesti. E da Apa Confartigianato parte un appello ai parlamentari brianzoli per correggere le disposizioni contenute nel Decreto Sostegni ter prima della conversione in legge. Oggi in Brianza sono attive mille imprese nei settori costruzioni e impiantistica, con una media da 3 a 10 dipendenti. "Il comparto, spinto dai bonus casa, stava facendo segnare sul nostro territorio un +30% di fatturato, ma le prospettive cambiano radicalmente se non si corre ai ripari", l’allarme di Enrico Brambilla, segretario generale di Apa Confartigianato. Paradossalmente "questi anni sono stati, nel complesso, positivi nonostante la pandemia". L’altra faccia della medaglia, però, mostra difficoltà che ridimensionano i benefici: "Le imprese hanno dovuto fare i conti con l’incertezza sulla durata dei bonus e l’aumento dei costi delle materie prime che hanno portato inevitabilmente all’innalzamento dei costi dei lavori. A cui va aggiunta la difficoltà di approvvigionamento dei materiali oltre al fatto che le imprese sono ingolfate da troppo lavoro". Le novità introdotte dal Governo Draghi cambiano le regole del gioco. In particolare la modifica riguarda le cessioni multiple dei crediti: la norma proibisce ai detentori di crediti ceduti una prima volta, di ‘passarli’ a loro volta a un secondo soggetto. Un’abitudine che, secondo l’esecutivo, potrebbe puntare a nascondere l’origine effettiva dei crediti e qualcuno utilizzerebbe la cessione solo con l’obiettivo di incassare crediti in realtà inesistenti. Una stretta "comprensibile e condivisibile" per fare terra bruciata attorno agli operatori disonesti, ma il divieto di doppia cessione finirà con l’azzerare ogni possibilità di ricorrere al bonus fiscale per tante piccole imprese e privati". "Già a novembre il Decreto Antifrode aveva introdotto l’obbligo di una serie di certificazioni per la circolazione dei crediti legati ai bonus edilizi. Questa ulteriore decisione avrà ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?