Quotidiano Nazionale logo
6 apr 2022

Al Bloom si balla fra pop e punk dai Tin Woodman a Tonto

Sul palco di via Curiel anche le band Low Polygon, If I Die Today, Bennett e Muschio

fabio luongo
Cronaca

di Fabio Luongo

Le sperimentazioni in bilico tra pop ed elettronica, con un occhio all’epopea del glam-rock, e tutta la potenza sonora del punk e della musica post-hardcore. E poi il grande cinema da scoprire con una guida d’eccezione. Sono le iniziative che animeranno il Bloom di via Curiel. Si comincerà oggi alle 21 con la proiezione del film di Paul Thomas Anderson “Licorice Pizza”, proposto in versione originale con sottotitoli in italiano, introdotto e commentato in sala da Giulio Sangiorgio, direttore di Film Tv: l’appuntamento concluderà la rassegna “Omnivorous - La settimana secondo Fil”, ideata per ricordare Filippo Scotti, socio fondatore del centro multiculturale mezzaghese scomparso un anno fa. Venerdì alle 22 inizieranno invece i concerti con un triplo spettacolo che metterà in fila i Tin Woodman, i Low Polygon e Tonto alias Francesco Zedde: sarà un’immersione in sonorità che mescolano, ognuna a modo proprio, elettronica, pop e rock.

I Tin Woodman sono una band glam-pop composta da Simone Ferrari, Davide Chiari e Tin Woodman, un robot arrivato dalla città di Wautah per diventare una rockstar: nei loro pezzi intrecciano in maniera eclettica indie pop, richiami al glam rock anni ‘80, elettronica e hip hop, con un risultato brillante e coinvolgente. Il gruppo ha dato poco pubblicato il nuovo album dal titolo “Song for eternal lovers”. Ad arricchire la serata i Low Polygon, col loro tagliente electro-pop che guarda anche alla lezione del math-rock, e la one man band Tonto, ovvero Francesco Zedde. Biglietto 10 euro. Sabato alle 21.30 torna la rassegna “Tutto Il Nostro Sangue” con 4 gruppi di sicuro impatto: sul palco il post-hardcore dei torinesi If I Die Today, col nuovo disco; il punk dei vicentini Il Buio, tra riff taglienti e ritmiche serrate; l’energia dei toscani Bennett e i piemontesi Muschio, trio strumentale che fonde post-hardcore, noise e psichedelia e che porta al Bloom un album nuovo di zecca. Ingresso 8 euro.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?