Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
23 giu 2022

Usa, Corte Suprema: "L'arma un diritto". Gli americani restano un popolo di cow-boy

I giudici giudicano incostituzionale una legge dello Stato di New York che da oltre un secolo limita il diritto di portare un'arma non a vista. Le reazioni 

23 giu 2022
andrea morleo
Esteri

Il 26 maggio scorso, la strage alla scuola di Uvalde (Texas): 19 bimbi e due insegnanti uccisi dalla furia omicida del diciannovenne Salvator Ramos che nelle settimane precedenti, proprio nel giorno del suo compleanno, si era regalato le due pistole automatiche utilizzate nella mattanza alla Robb Elementary School. A meno di un mese di distanza la Corte Suprema degli Stati Uniti ha bocciato come incostituzionale una legge dello stato di New York che da oltre un secolo limita il diritto di portare un'arma non a vista fuori dalla propria abitazione. "Dal momento che lo stato di New York concede autorizzazioni a portare le armi in pubblico solo a chi dimostra di aver una speciale esigenza di autodifesa, concludiamo che questo regime viola la Costituzione", si legge nella sentenza scritta da Clarence Thomas ed appoggiata dagli altri cinque giudici di orientamento conservatore, con i tre liberal contrari. L'indignazione Limitare l'uso delle armi, insomma, viola la Costituzione di un Paese la cui storia si è costruita sul culto delle Colt e dei Winchester, peraltro rafforzato nell'immaginario collettivo (americano e non)  dai film western. E pazienza se molti di quei colpi erano sparati per sterminare gli indiani autoctoni ed impossessarsi delle loro terre. E pazienza se all'indomani dell'ennesima strage, a Uvalde, appunto lo stesso presidente Joe Biden si fosse scagliato apertamente contro la potente lobby delle armi Usa seguito da un'indignazione collettiva sfociata anche in una marcia contro l'uso delle armi organizzata l'11 giugno scorso, a Washington, dai ragazzi sopravvissuti ad un'altra strage, quella di Parkland. Le reazioni Joe Biden: "Sono profondamente deluso". Cosi' comincia il commento del presidente Usa, alla decisione della Corte Suprema di estendere il diritto a portare le armi anche fuori da casa, senza bisogno di avere una "necessita'" dichiarata. "Dal 1911 - ha aggiunto - lo Stato di New York ha richiesto agli individui che ...

Amerie Jo Garza (Ansa)
Amerie Jo Garza (Ansa)
Amerie Jo Garza (Ansa)
La maestra Irma Garcia (Ansa)
La maestra Irma Garcia (Ansa)
La maestra Irma Garcia (Ansa)
Xavier Lopez
Xavier Lopez
Xavier Lopez
La maestra Eva Mireles
La maestra Eva Mireles
La maestra Eva Mireles
Ellie Garcia
Ellie Garcia
Ellie Garcia
Jose Flores
Jose Flores
Jose Flores
Uziyah Garcia
Uziyah Garcia
Uziyah Garcia
Eliahana Torres
Eliahana Torres
Eliahana Torres
Makenna Lee Elrad
Makenna Lee Elrad
Makenna Lee Elrad
Annabelle Rodriguez
Annabelle Rodriguez
Annabelle Rodriguez
Nevaeh Bravo
Nevaeh Bravo
Nevaeh Bravo

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?