Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
24 mar 2022
24 mar 2022

Ucraina, la Bielorussia entrerà in guerra? "Vi distruggeremo, come facciamo con i russi"

Duro monito del ministro degli Esteri di Kiev, Kuleba: "Non venite a morire qui". Truppe di Minsk al confine. Oppositori di Lukashenko in visita in Ucraina

24 mar 2022
Firefighters extinguish a burning house hit by Russian Grad rockets in Kyiv's Shevchenkivsky district, on March 23, 2023, as for the first time, there are signs that Ukrainian forces are going on the offensive, retaking a town near Kyiv and attacking Russian forces in the south of the country. - Over 3.5 million Ukrainians have now fled the country following Russia's invasion, the United Nations says. More than 10 million have been displaced from their homes. (Photo by Aris Messinis / AFP) / �The erroneous mention appearing in the metadata of this photo by Aris Messinis has been modified in AFP systems in the following manner: DATE SHOULD READS MARCH 23 instead of MARCH 22. Please immediately remove the erroneous mention from all your online services and delete it (them) from your servers. If you have been authorized by AFP to distribute it (them) to third parties, please ensure that the same actions are carried out by them. Failure to promptly comply with these instructions will entail liability on your part for any continued or post notification usage. Therefore we thank you very much for all your attention and prompt action. We are sorry for the inconvenience this notification may cause and remain at your disposal for any further information you may require.�
Un palazzo sventrato a Kiev
Firefighters extinguish a burning house hit by Russian Grad rockets in Kyiv's Shevchenkivsky district, on March 23, 2023, as for the first time, there are signs that Ukrainian forces are going on the offensive, retaking a town near Kyiv and attacking Russian forces in the south of the country. - Over 3.5 million Ukrainians have now fled the country following Russia's invasion, the United Nations says. More than 10 million have been displaced from their homes. (Photo by Aris Messinis / AFP) / �The erroneous mention appearing in the metadata of this photo by Aris Messinis has been modified in AFP systems in the following manner: DATE SHOULD READS MARCH 23 instead of MARCH 22. Please immediately remove the erroneous mention from all your online services and delete it (them) from your servers. If you have been authorized by AFP to distribute it (them) to third parties, please ensure that the same actions are carried out by them. Failure to promptly comply with these instructions will entail liability on your part for any continued or post notification usage. Therefore we thank you very much for all your attention and prompt action. We are sorry for the inconvenience this notification may cause and remain at your disposal for any further information you may require.�
Un palazzo sventrato a Kiev

La Bielorussia entrerà attivamente al fianco di Putin nel conflitto russo-ucraino? Secondo l'ultimo rapporto pubblicato dallo Stato maggiore delle forze armate dell'Ucraina su Facebook, ci sono circa quattro gruppi tattici di battaglione delle forze armate di Minsk vicino al confine con l'Ucraina. E da giorni si rincorrono le voci di un intervento diretto dei bielorussi, peraltro colpiti dalle sanzioni internazionali per aver fornito appoggio ai russi, consentendo ai tank di Mosca di attraversare il territorio. Prima che l'ipotesi si trasformi in drammatica realtà, è arrivato il duro monito del ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba : "Abbiamo comunicato in modo molto semplice e chiaro a Minsk che se le sue forze armate dovessero entrare nel territorio dell'Ucraina e avviare le ostilità saranno distrutte senza pietà, proprio come viene distrutto l'esercito russo", ha detto, citato dall'agenzia Ukrinform.

"L'ultima cosa alla quale i bielorussi dovrebbero interessarsi è che i loro figli, fratelli e mariti vengano a morire qui a causa delle idee assurde di Putin e Lukashenko" ha aggiunto, sottolineando che le truppe bielorusse non sarebbero preparate a combattere.

Ieri il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha invitato la Bielorussia a "porre fine alla sua complicità nell'invasione di Putin". In questo senso, le autorità ucraine hanno affermato che è ancora ''impossibile escludere la possibilità'' che partecipi insieme alle truppe russe. Il ministero della Difesa ucraino ha affermato domenica che ci sono stati segni di preparativi da parte delle autorità bielorusse per un'offensiva, anche se Minsk ha costantemente insistito sul fatto che non si unirà alle ostilità.

Intanto, una delegazione delle forze di opposizione della Bielorussia ha iniziato una visita in Ucraina. Lo comunica la leader dell'opposizione Svetlana Tikhanovskaya - l'ex candidata alle ultime presidenziali, che ha trovato riparo all'estero - spiegando che la delegazione comprende due suoi rappresentanti, più uno di ByPol, il movimento che raggruppa ex rappresentanti delle forze dell'ordine contrari al presidente Lukhashenko, e un rappresentante del movimento Nau.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?