Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
16 mar 2022
16 mar 2022

DIRETTA Guerra Ucraina: notizie in tempo reale della ventunesima giornata del conflitto

Attacco anche dal mare delle truppe russe a Mariupol: la città è assediata da giorni. Il presidente Zelensky parla al congresso Usa

16 mar 2022
Guerra in Ucraina
Guerra in Ucraina

Tre settimane esatte. Sono trascorsi ventun giorni dall'inizio della guerra in Ucraina e quella che il leader russo Vladimir Putin - che alcuni agenti dell'intelligence internazionale ritengono malato e fuori controllo ha sempre definito, e continua a definire, operazione militare speciale è diventata una vera carneficina. Non una "guerra lampo", dunque, ma un conflitto che sta durando più di quanto previsto dai russi e che sta portando vittime e devastazione in tutta l'Ucraina. Anche oggi non sono mancate notizie di vittime civili. Uno scenario allarmante per tutto il mondo. Che guarda sempre con grande apprensione ad ogni scontro. 

Gli eventi in diretta:

23.58 - LA GIORNALISTA RUSSA MARINA OVSIANNIKOVA RIFIUTA OFFERTA ASILO IN FRANCIA
La giornalista russa Marina Ovsiannikova ha rifiutato l'offerta di asilo da parte del governo francese, affermando di "non voler lasciare" il proprio Paese.  "Non voglio abbandonare la Russia. Sono una patriota, mio figlio ancora di più: non vogliamo partire, non vogliamo andare da nessuna parte", ha spiegato Ovsiannikova in un'intervista rilasciata al settimanale tedesco Der Spiegel. La gironalista è stata licenziata dalla tv di Stato russa dopo aver denunciato l'intervento militare in Ucraina.

23.51 - ZELENSKY: ALMENO 103 BAMBINI UCCISI
Almeno 103 bambini sono stati uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione russa. Lo ha detto in un messaggio su facebook Volodymyr Zelensky. "A partire da questa mattina, 103 bambini sono stati uccisi", ha spiegato il presidente ucraino in un video. Le truppe russe, ha sostenuto, hanno causato "centinaia di volte più danni" in Ucraina che nel Donbass in otto anni di guerra.

23.41  IL REGISTA RUSSO MIKHALKOV SI SCHIERA CON PUTIN
Il regista e attore russo Nikita Mikhalkov interviene sulla guerra in Ucraina e si schiera in pieno con Vladimir Putin, accusando l'Occidente di essersi coalizzato per distruggere la civiltà russa e i suoi valori. Citato dalla Tanjug, Mikhalkov attacca anche il presidente ucraino Volodymyr Zelensky da lui accusato di esprimersi alla stregua dei nazisti. "Accusano la Russia di mettere in pericolo la sicurezza, mentre è la Nato ad avvicinarsi ai confini russi"», ha detto il noto regista russo.

23.30 - ZELENSKY: TERZA GUERRA MONDIALE POTREBBE ESSERE GIÀ INIZIATA
Con l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia la terza guerra mondiale potrebbe essere già cominciata. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un'intervista alla Nbc in serata, ora dopo il suo intervento al Congresso americano. "L'esito dell'invasione dell'Ucraina da parte del presidente russo deve ancora essere deciso, ma è possibile che la sua decisione abbia già avviato una guerra globale su vasta scala", ha detto Zelensky al Nbc Nightly News, rispondendo alla domanda sulle preoccupazioni del presidente Usa Joe Biden. "Lo abbiamo visto 80 anni fa, con la seconda guerra mondiale...", ha aggiunto.

23.20 - RICHIESTA RIUNIONE CONSIGLIO SICUREZZA ONU DOMANI
I membri occidentali del Consiglio di Sicurezza dell'Onu chiedono per domani una riunione d'emergenza sull'Ucraina. Lo riferiscono fonti diplomatiche.

23.03 -  MARIUPOL:  IL TEATRO ERA STATO INDICATO COME RIFUGIO CIVILI
Le immagini satellitari della città ucraina di Mariupol mostrano come davanti e dietro al principale teatro della città - secondo le autorità locali bombardato dalle forze russe - fosse stata tracciata ben visibile dall'alto la parola "bambini", per avvisare della presenza nell'edificio di civili.  Il Comune di Mariupol ha accusato la Russia di aver "deliberatamente e cinicamente distrutto il Teatro nel cuore di Mariupol": "Un aereo ha sganciato una bomba su un edificio in cui si rifugiavano centinaia di pacifici cittadini".

22.49 - RIUNIONE USA-ALLEATI PER COLPIRE OLIGARCHI RUSSI
Gli Stati Uniti hanno tenuto oggi una riunione con gli alleati occidentali per discutere dell'istituzione di una task force per perseguire gli oligarchi russi e quanti tentano di violare le sanzioni imposte contro la Russia dopo l'invasione dell'Ucraina. La segretaria al Tesoro Janet Yellen e il ministro della Giustizia Merrick Garland hanno avuto un incontro in videoconferenza con i rappresentanti di Australia, GRan Bretagna, Canada, Germania, Francia, Italia. Giappone e Commissione europea.

 22.36-  USA INVIERANNO 100 DRONI SWITCHBLADE
Nel nuovo pacchetto di aiuti militari da 800 milioni di dollari che gli Stati Uniti invieranno all'Ucraina ci sono 100 droni Switchblade. Si tratta di droni piccoli e leggeri che possono girovagare per circa 30 minuti prima di essere diretti verso il suo bersaglio da un operatore a terra, a decine di chilometri di distanza. Il drone viene lanciato da un tubo, come un proiettile di mortaio. L'arma è stata usata per la prima volta in Afghanistan dalle forze delle operazioni speciali statunitensi e poi è stata adottata anche da esercito e marine.

22.20 - VIDEO FAKE DI ZELENSKY INVITA GLI UCRAINI AD ARRENDERSI
Un falso video del presidente Volodymyr Zelensky che invita le truppe ucraine a deporre le armi ha fatto il giro dei social media. Lo riferisce la Bbc. Nel video, sebbene le labbra del presidente ucraino si muovano in sincronia con l'audio, la testa sembra posizionata in modo anomalo e la voce non suona nemmeno come la sua. Lo stesso Zelensky lo ha pubblicamente dichiarato falso in un altro video su Instagram. Un fermo immagine del fake è apparso sul sito web del canale televisivo ucraino Ukrayina 24 all'inizio della giornata e il testo del messaggio è stato anche brevemente trasmesso in tv. L'emittente ha poi dichiarato che il suo sito web e la tv sono stati hackerati ed il sito è attualmente inaccessibile. Il video è stato probabilmente realizzato utilizzando la tecnologia deepfake, una tecnica per la sintesi dell'immagine umana basata sull'intelligenza artificiale, spiega la Bbc, rilevando che sarebbe il primo caso in questa guerra. 

22.07-  RUSSIA CHIEDE RINVIO VOTO ONU SU RISOLUZIONE UMANITARIA
La Russia ha chiesto un nuovo rinvio del voto del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite su una risoluzione "umanitaria" sull'Ucraina presentata da Mosca; secondo fonti diplomatiche il testo potrebbe essere tuttavia ritirato per mancanza di sufficiente sostegno.  Parallelamente sono in corso delle discussioni per un discorso del presidente ucraino Volodymyr Zelensky davanti all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

21.57 - MARIUPOL, OGGI EVACUATE  6.426 PERSONE:  2.039 SONO BAMBINI
Oggi 6426 residenti di Mariupil sono arrivati a Zaporizhzhia. Di questi 2.039 sono bambini". Lo annuncia la vicepremier ucraina Iryna Vereschuk nel consueto video pubblicato su Telegram in cui fa il punto sui risultati ottenuti attraverso i corridoi umanitari.   I quasi 6.500 civili usciti dalla città assediata lo hanno fatto sulle loro auto private. "E altri continuano ad arrivare", aggiunge Vereschuk, assicurando che "domani continueremo a provare a portare in salvo le persone. Inoltre cercheremo di portare i carichi di aiuti umanitari nelle regione di Kharkiv e Kiev".

21.49 _-DIFESA USA: MARINA RUSSA COLPISCE OBBIETTIVI ICINO A ODESSA
Il Dipartimento della Difesa Usa ha osservato "un aumentata attività navale" da parte delle forze russe del mar nero settentrionale, compreso il bombardamento di alcuni obbiettivi nei pressi della città Ucraina di Odessa: lo hanno reso noto fonti del Pentagono.  Le fonti hanno specificato che ad essere colpite dall'artiglieria navale sono state alcune località nei pressi di Odessa, ma non la città portuale.

21.37-  COLLOQUI ZELENSKY CON TRUDEAU E MARTIN
Il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avuto stasera colloqui telefonici con i premier di Canada e Irlanda, Justin Trudeau e Micheal Martin. Zelensky definisce Trudeau "un vero amico" e lo ringrazia "per il significativo supporto nella guerra con la Russia". A Martin Zelensky ha espresso cordoglio per l'omicidio del giornalista Pierre Zakrzewski da parte di soldati russi.(

21.27 - MOSCA: PAROLE DI BIDEN INACCETTABILI
"Le parole di Biden su Putin sono imperdonabili". Così il Cremlino in risposta al presidente statunitense, che aveva definito le azioni di Putin "un oltraggio a tutto il mondo".

21.20 -  GOVERNO BRITANNICO: NOSTRI SISTEMA MISSILISTICI ANTIAEREI PER KIEV
Il Regno Unito conferma la consegna di sistemi missilistici antiaerei all' Ucraina. Secondo quanto riporta la BBC, il ministro della Difesa britannico Ben Wallace ha dichiarato che i sistemi di difesa aerea portatili a corto raggio Starstreak britannici sono stati forniti all' Ucraina a non è ancora chiaro se la consegna sia già avvenuta.

21.10 - L'EX TENNISTA DOLGOPOLOV TORNA A KIEV: DIFENDO MIO PAESE
L'ex tennista ucraino Alex Dolgopolov, 33 anni, è tornato nel suo Paese e ha preso le armi per difendere la sua città natale di Kiev, ha annunciato sui social media. "Ciao Kyiv, sono tornato ad aiutare come posso e difendere il nostro Paese - ha scritto su Instagram Dolgopolov, che nel 2012 era il n.13 al mondo e che si è ritirato lo scorso anno -. Sono stato fortunato, un ex soldato professionista mi ha insegnato a sparare. Non sono diventato Rambo in una settimana, ma sono abbastanza a mio agio con le armi".

20.58  _ TELEFONATA PAPA-SCHOLZ: LA GUERRRA DEVE FINIRE SUBITO
Oggi ho parlato con papa Francesco al telefono della situazione in Ucraina". Lo rende noto su Twitter il cancelliere tedesco Olaf Scholz. "Abbiamo convenuto che la guerra in Ucraina deve finire immediatamente. Data la situazione umanitaria, un cessate il fuoco è urgente e necessario per scongiurare ulteriori sofferenze".

20.46 - MARIUPOL, BOMBARDATA STRUTTURA SPORTIVA
Secondo quanto riportano i media ucraina, la Russia ha bombardato una piscina pubblica a Mariupol e si sarebbero bambini e donne incinte legati sotto le macerie. Secondo il governatore dell'Oblast' di Donetsk Pavlo Kyrylenko, l'attacco ha colpito la piscina Neptun», dove si stavano rifugiando i civili. Il numero delle vittime è sconosciuto.

20.36 - NUOVI BOMBARDAMENTI SU KIEV, COLPITE CASE 
Nuovi bombardamenti dell'esercito russo su Kiev. I missili hanno colpito diverse case private nel distretto di Podilsky. Lo ha scritto su Telegram il sindaco della capitale Vitali Klitschko, secondo quanto si legge su Ukrinform. Sul posto stanno lavorando soccorritori e medici. Il fuoco è stato contenuto, ma l'intervento va avanti. Nessuna vittima è stata registrata finora. Secondo il sindaco è stato danneggiato anche un gasdotto a bassa pressione. Oggi è in vigore a Kiev un coprifuoco esteso, iniziato ieri alle 20 e che durerà fino alle 7 di domani. Una misura analoga è stata annunciata anche nella regione di Kiev.

20.26 - BIDEN: PUTIN? UN CRIMINALE DI GUERRA 
 Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha definito per la prima volta l'omologo russo Vladimir Putin come un "criminale di guerra", nel corso di un breve colloquio con i giornalisti alla Casa Bianca.  Fino ad ora l'amministrazione aveva evitato di utilizzare questi termini, citando le inchieste in corso sull'invasione russa dell'Ucraina da parte della Corte Penale Internazionale.

20.16 - MOSCA: NOTIZIA 10 MORTI A CHERNIHIV E' UNA BUFALA DEI SERVIZI DI KIEV
Il ministero della Difesa russo ha negato la responsabilità dell'uccisione di 10 persone in coda per il pane nella città ucraina di Chernihiv. Le notizie e le immagini delle vittime che sono circolate su vari media ucraini sono una "bufala lanciata dai servizi di sicurezza ucraini", ha detto il portavoce del ministero, Igor Konashenkov. Nessun soldato russo si trova o è mai stato a Chernihiv, ha sostenuto Konashenkov, affermando che le unità russe si trovano al di fuori dei confini della città.

 20.04 - "NON RIUSCIAMO A SALVARE TUTTI", LA DISPERAZIONE DOPO L'ATTACCO A MARIUPOL
 "Non sappiamo dove mettere i corpi, non riusciamo a salvare tutti". Sono le parole disperate che si ascoltano in un video molto crudo che mostra le conseguenze dell'attacco di oggi al teatro di Mariupol dove si rifugiavano tantissimi civili.

19.56 -  INFLAZIONE RUSSIA SALE AL 12,5%, +2% IN 7 GIORNI
L'inflazione su base annua in Russia ha accelerato, a far data all'11 marzo, al 12,54%, rispetto al 10,42% della settimana precedente. Lo riporta Bloomberg, citando i dati del ministero dell'Economia. Negli ultimi sette giorni, secondo il Servizio di statistica federale, i prezzi sono saliti del 2,09%, rispetto al +2,22% della settimana precedente. 

19.50 - CHIESA MOSCA, COLLOQUIO KIRILL E ARCIVESCOVO CANTERBURY
Il patriarca ortodosso russo Kirill ha avuto colloqui sul conflitto in Ucraina anche con il capo della Chiesa d'Inghilterra, l'arcivescovo di Canterbury Justin Welby, dopo aver parlato con Papa Francesco. Lo rende noto la Chiesa di Mosca. "E' stata una discussione dettagliata sulla situazione critica in Ucraina", e' stato riferito in una nota. Kirill ha "spiegato in dettaglio la posizione" di Mosca e menzionato "aspetti umanitari", continua la nota. 

19.47- SCHOLZ, APPELLO A PUTIN: "SI RITIRI E FERMI ATTACCHI"
"Ci appelliamo ancora al presidente Putin affinche' ritiri le truppe e fermi gli attacchi all' Ucraina". Lo ha detto Olaf Scholz ad una conferenza stampa insieme alla premier finlandese Sanna Marin. 

19.42 - AUTORITA' DONETSK: "IN TEATRO MARIUPOL DONNE INCINTA E BAMBINI, E' TERRORISMO"
"I russi mentono, sostenendo che nel teatro ci fosse il quartier generale del battaglione Azov. Ma loro sanno benissimo che c'erano solo civili. Ci sono donne incinta e bambini sotto le macerie. E' terrorismo". Lo ha denunciato Pavlo Kyrylenko, capo dell'amministrazione regionale di Donetsk, che include Mariupol, dove oggi pomeriggio le forze russe avrebbero condotto un raid aereo, bombardando il teatro usato dai civili come rifugio. "Non si conosce la loro sorte, dal momento che l'ingresso è bloccato dalle macerie", ha scritto su Facebook.

19.39 - MOSCA: NON ABBIAMO COLPITO IL TEATRO DI MARIUPOL
Il ministero della Difesa russo ha oggi negato l'accusa ucraina di aver colpito un teatro pieno di profughi nel centro di Mariupol. "Nel pomeriggio del 16 marzo l'aviazione russa non ha realizzato alcuna attività relativa a lanciare attacchi contro obiettivi di terra nella città di Mariupol", ha affermato il ministero, secondo quanto riporta l'agenzia di stampa Ria Novosti. Secondo il ministero, sarebbe stato invece il battaglione Azov ucraino a far saltare in aria l'edificio in "base a dati attendibili a disposizione".

19.30 - SEGRETARIO USA: INCONTRO PRODUTTIVO SU RAFFORZAMENTO NATO
 "Ho appena avuto un incontro produttivo con le mie controparti di Quint Florence Parly, Ben Wallace, Christine Lambrecht e Lorenzo Guerini sul rafforzamento dell'Ucraina e della Nato sul fianco orientale". Così in un tweet il segretario alla Difesa degli Stati Uniti Lloyd J. Austin III.

19.25 - CRESCE TRA GLI ITALIANI LA PREOCCUPAZIONE PER GAS E CARBURATI
Tre italiani su quattro pensano che la guerra tra Russia e Ucraina stia determinando l'aumento dei prezzi delle fonti energetiche che, in Italia, è sotto gli occhi di tutti. Mentre gli esperti spiegano che questa gravissima crisi internazionale stia certamente aggravando dinamiche in realtà già in atto e dovute anche ad altre cause, il 76% degli italiani, per quanto riguarda il gas e il 74%, per quanto riguarda il carburante, ne attribuisce i rincari esclusivamente alla guerra. Ciò dà il segno della preoccupazione che si sta sviluppando rapidamente con il perdurare del conflitto e che si fa ancora più drammatica per quel 58% della popolazione italiana che teme il blocco dell'approvvigionamento di gas come conseguenza diretta della guerra in Ucraina. Sono i principali dati che emergono da una indagine lanciata dall'EngageMinds HUB, il Centro di ricerca in Psicologia dei consumi e della salute dell'Università Cattolica, campus di Cremona,

19.20 - RECUPERATI CINQUE CORPI A CHERNIHIV
I soccorsi hanno recuperato i corpi di cinque persone senza vita, tra i quali quelli di tre bambini, durante le ricerche tra le macerie di edifici residenziali nella città dell'Ucraina orientale di Chernihiv, sopo un attacco russo. Lo riferisce il Guardian.  I corpi sono stati rinvenuti in un edificio che ospitava un dormitorio, hanno scritto i servizi di soccorso di Chernihiv.

19.08 - FED: LA GUERRA PUÒ AUMENTARE PRESSIONE PREZZI E FRENARE CRESCITA
L'invasione dell'Ucraina da parte della Russia sta causando enormi difficoltà umane ed economiche.La guerra potrebbe creare pressioni inflazionistiche e rallentare la crescita". Lo afferma la Fed al termine della due giorni di riunione.

19.00 GAS: PREZZO SCENDE A 102 EURO CON TRATTATIVE UCRAINA-RUSSIA
I colloqui tra Russia e Ucraina fanno invertire la rotta al prezzo del gas dopo le fiammate dei giorni scorsi. Ad Amsterdam l'ultimo prezzo si attesta a 102 euro al Mwh, in calo dell'11%. A Londra le quotazioni scendono a 240,81 penny al Mmbtu, in flessione del 12,24%. 

18.54 - BORSA,  LISTINI VOLANO CON BOZZA PIANO DI PACE RUSSIA-UCRAINA
I timidi tentativi di pace mettono il turbo alle Borse europee. La bozza di piano per concludere il conflitto tra Russia e Ucrania è stata accolta con grande entusiasmo dai mercati che hanno concluso la giornata con rialzi significativi. Gli investitori, intanto, attendono le decisioni della Fed che dovrebbe inasprire la politica monetaria. Giornata all'insegna del nervosismo per i rendimenti dei titoli di Stato che poi hanno registrato un allentamento della tensione. Lo spread tra Btp e Bund ha chiudo in calo a 150 punti, con il rendimento del decennale italiano sceso all'1,89%. A Piazza Affari (+3,3%) ottima performance della banche, così come nel resto d'Europa. 

18.48 -  LIBERO IL SINDACO DI MELITOPOL
Le autorità ucraine riferiscono che il sindaco di Melitopol catturato dai russi, Ivan Fedorov, è stato rilasciato ed è al sicuro.  "Amici abbiamo buone notizie - ha annunciato in un video Kyrylo Tymoshenko, dirigente dell'ufficio presidenziale di Kiev - è appena finita l'operazione speciale della liberazione del sindaco di Melitopol, Ivan è al sicuro. Insieme al presidente e al capo dell'ufficio abbiamo appena parlato con lui. Voglio solo dire - ha concluso - che noi non abbandoniamo i nostri". 

18.45 - BIDEN:  ALTRI 800 MILIONI DOLLARI IN ASSISTENZA 
Gli Usa daranno altri 800 milioni di dollari in assistenza all'Ucraina. Lo ha annunciato il presidente americano, Joe Biden, dopo l'intervento in videoconferenza dell'omologo ucraino Volodymyr Zelensky al Congresso Usa. Annunciando i nuovi aiuti a Kiev, Biden ha sottolineato che "si tratta di trasferimenti diretti di equipaggiamenti dal nostro dipartimento della Difesa all'esercito ucraino". "Questo nuovo pacchetto, da solo, fornirà un'assistenza senza precedenti all'Ucraina. Include 800 sistemi antiaerei per assicurarsi che l'esercito ucraino possa continuare a fermare i caccia e gli elicotteri", ha detto Biden. Tra le armi promesse dal capo della Casa Bianca, ci sono anche 9 mila sistemi missilistici anti-carro a spalla, 7 mila armi leggere, tra cui mitragliatrici, fucili e lanciagranate, 20 milioni di munizioni e droni. I nuovi aiuti prevedono anche missili anti-carrarmato Javelin e altre armi difensive anti-aerea come i missili Stinger

 18.35 - PAPA A KIRILL, OGGI NON SI PUO' PIU' PARLARE DI GUERRA GIUSTA 
"Come pastori abbiamo il dovere di stare vicino e aiutare tutte le persone che soffrono per la guerra. Un tempo si parlava anche nelle nostre Chiese di guerra santa o di guerra giusta. Oggi non si puo' parlare così. Si è sviluppata la coscienza cristiana della importanza della pace". Così Papa Francesco durante il colloquio in video chiamata con il Patriarca di Mosca Kirill, confermato anche dal direttore della Sala Stampa della Santa Sede Matteo Bruni. 

18.25 - PODOLYAK: PIANO IN 15 PUNTI PUBBLICATO DA FT È SOLO PROPOSTA RUSSA
La bozza di piano di accordo in 15 punti nella guerra russo-ucraina di cui ha dato notizia oggi il Financial Times è la posizione russa, non quella ucraina. L'ha affermato oggi Mikhailo Podolyak, consigliere presidenziale e negoziatore ucraino, con un tweet.  "In breve. FT ha pubblicato una bozza, che rappresenta le richieste della parte russa. Nulla di più", ha scritto Podoyak. "La parte 
ucraina - ha continuato - ha le sue proprie posizioni, La sola cosa che confermiamo a questo punto è un cessate-il-fuoco, il ritiro delle truppe russe e garanzie di sicurezza da diversi paesi" come richieste.

18.15 - BIDEN, CONTINUEREMO A FORNIRE ARMI ALL'UCRAINA 
"Siamo impegnati a fornire armi all'Ucraina, ne forniremo altre". Lo ha detto il presidente americano Joe Biden. 

18.08 - BOMBA SU TEATRO MARIUPOL DOVE SI RIPARAVANO RIFUGIATI
Le forze russe hanno sganciato una bomba sul Teatro di Mariupol, dove si nascondevano dei rifugiati che avevano perso le loro case. Lo riferisce Ukraïnska pravda che cita il Consiglio comunale di Mariupol. Le forze russe, sostiene il consiglio comunale, "hanno intenzionalmente e cinicamente distrutto il Teatro nel cuore di Mariupol. L'aereo ha sganciato una bomba su un edificio dove si nascondevano centinaia di civili di Mariupol. Non è ancora possibile valutare la portata di questo atto terribile e disumano, perché i bombardamenti delle aree residenziali continuano in città". Dopo l'attacco la parte centrale del Teatro è crollata e anche l'ingresso al rifugio antiaereo è crollato.

17.57 - ZELENSKY, CORTE ORDINA DI FERMARE INVASIONE, RUSSIA ESEGUA
 "L'Ucraina ha ottenuto una vittoria completa nella causa contro la Russia presso la Corte internazionale di giustizia. La Corte ha ordinato di fermare immediatamente l'invasione. L'ordine è vincolante ai sensi del diritto internazionale. La Russia deve conformarsi immediatamente. Ignorare l'ordine isolerà ulteriormente la Russia". Così su Twitter il presidente ucraino Zelensky.

17.50  - CIA: SALVO VINO MADE IN ITALY, DA UE STOP SOLO A BOTTIGLIE LUSSO IN RUSSIA
 "Con il nuovo pacchetto di sanzioni alla Russia varato dal Consiglio europeo, arriva il blocco all'export di vini e liquori di fascia alta. Mentre sono salve le produzioni tricolori a partire dal Prosecco e dall'Asti spumante. Stop dalla Ue, quindi, alle spedizioni verso Mosca di bottiglie sopra i 300 euro, con un provvedimento che sospende le forniture di beni di lusso agli oligarchi, ma per fortuna lascia fuori grossa parte delle esportazioni dell'Italia, primo fornitore di vino del mercato russo, davanti alla Francia, con un giro d'affari diretto di oltre 150 milioni di euro, in crescita del 35% in dieci anni". Così Cia-Agricoltori Italiani, commentando la misura contenuta nel Regolamento 2022/428 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Ue.

17.41 - ESERCITO UCRAINA: GRANATE RUSSE CONTRO CIVILI IN FUGA, MORTIAttacchi russi contro civili in fuga hanno provocato "morti" e feriti, tra i qauli un bambino in maniera grave. L'ha annunciato l'esercito ucraino, secondo quanto riporta l'agenzia di stampa France Presse.  Secondo l'esercito nel primo pomeriggio un convoglio di civili in fuga da Mariupol verso Zaporojie è stato fatto oggetto di lanci di granate. "Ci sono dei morti", si legge sul profilo Telegram dell'esercito ucraino, che ha postato anche una foto di un bambino ferito e insanguinato.

17.31 - WALL STREET: PROSEGUE IN DECISO RIALZO PRIMA DELLA FED
Prosegue in deciso rialzo la seduta a Wall Street, nel giorno della Federal Reserve. La Banca centrale statunitense annuncerà' le sue decisioni: ci si aspetta un rialzo dei tassi d'interesse di 25 punti base - il primo rialzo dal 2018 - per contrastare l'inflazione, ai massimi da 40 anni; le incertezze provocate soprattutto dall'invasione dell'Ucraina da parte della Russia hanno di fatto cancellato l'ipotesi di un aumento di 50 punti base. Il presidente della Fed, Jerome Powell, ha recentemente ribadito che la Banca centrale agira' "con attenzione" sulla stretta monetaria e si e' detto favorevole a un primo rialzo di 25 punti. 

17.21 - STOLTENBERG (NATO): SOSTENERE KIEV, MA NO A ESCALATION
"Gli alleati sono uniti sia nel fornire supporto all'Ucraina per sostenere il diritto all'autodifesa sia nel sostenere che la Nato non dovrebbe schierare forze a terra o nello spazio aereo ucraino perché abbiamo la responsabilità di garantire che non ci sia un'escalation di questa guerra oltre l'Ucraina": lo ha detto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, dopo la riunione dei ministri della difesa tenutasi a distanza a cui hanno partecipato anche Unione Europea, Ucraina, Georgia, Finlandia e Svezia.

17.12 - AJA, GIUDICE CINESE HA VOTATO CONTRO 
L'ordine con cui la Corte di Giustizia Internazionale ha ordinato alla Russia di "sospendere immediatamente le operazioni militari nel territorio dell'Ucraina" è stato approvato con 13 voti favorevoli e due contrari, espressi dal giudice russo e dal giudice cinese dell'assise internazionale.   

17.10 - ALLEANZA RUSSO-CINESE PER AGGIRARE SWIFT
La Banca di Russia e la Banca popolare cinese stanno lavorando per integrare i sistemi di pagamento e bypassare il circuito internazionale di messaggistica per i pagamenti interbancari Swift. Lo ha annunciato il presidente della Commissione per i mercati finanziari della Duma, Anatoly Aksakov, in una conferenza stampa, riferisce la Tass. 

17.06 - ITALIANO A KHERSON: RAID UCRAINO SU ELICOTTERI RUSSI
"Abbiamo passato tutta la notte senza dormire, terrorizzati dai bombardamenti. Raid ucraini hanno colpito l'aeroporto, dove c'erano gli elicotteri russi". Lo ha raccontato all'ANSA Giovanni Bruno, italiano bloccato a Kherson, città da giorni in mano alle truppe di Mosca. Le forze ucraine hanno rivendicato controffensive "in diverse aree operative". "Non sappiamo quando potremo andarcene. La Farnesina ci ha detto che ci sta lavorando, ma non si potranno organizzare evacuazioni finché non avranno garanzie da entrambe le parti", ha aggiunto Bruno, bloccato con la moglie ucraina e la figlia di 22 mesi.

17.00 - LA CORTE ONU: RUSSIA SOSPENDA  ATTACCO
La Corte internazionale di Giustizia ritiene che la Russia debba "sospendere immediatamente l'operazione militare avviata il 24 febbraio". Lo ha detto la presidente della Corte, Joan Donoghue, in merito alle richieste di Kiev di "misure provvisorie". "Le due parti devono astenersi da atti che rischino di aggravare la controversia" su cui la Corte è stata chiamata a deliberare "o di renderne la soluzione più difficile", prosegue la giudice annunciando la decisione presa oggi dopo la richiesta in tal senso presentata dall'Ucraina. Donoghue ha stabilito che  la Corte internazionale di Giustizia dell'Aja abbia "la giurisdizione" per decidere sul caso in base alla Convenzione Onu sul genocidio.

16.59 - ERDOGAN AL VERTICE NATO
Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan torna ad invocare l'intervento della diplomazia nella crisi ucraina e a margine di un faccia a faccia con il collega polacco Andrzej Duda conferma che il prossimo 24 marzo andrà a Bruxelles per partecipare al vertice Nato. "E' importante riprendere il discorso da dove era stato lasciato, in Ucraina continuano ad esserci sviluppi. Sarà l'occasione per valutare che tipo di passi potranno essere compiuti. La nostra diplomazia sta lavorando intensamente". 

16.55 - RUSSIA BLOCCA SITO BBC 
La Russia blocca il sito della BBC e promette ulteriori ritorsioni nella "guerra dell'informazione". 

16.51 - ZELENSY: "VITTORIA UCRAINA ALL'AJA" 
"L'Ucraina ha ottenuto una vittoria completa nella causa contro la Russia presso la Corte internazionale di giustizia. La Corte ha ordinato di fermare immediatamente l'invasione. L'ordine è vincolante ai sensi del diritto internazionale e la Russia lo deve rispettare immediatamente. Ignorare l'ordine isolerà ulteriormente la Russia". Così su twitter il presidente ucraino Volodymyr Zelensky

16.49 - ANCHE MOSCA BUSSA A PARLAMENTO ISRAELIANO 
L'ambasciatore russo in Israele, Anatoly Viktorov, avrebbe chiesto allo speaker della Knesset di organizzare un briefing di deputati russi ai loro colleghi israeliani prima del discorso che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky farà al parlamento d'Israele. Lo riferisce Times of Israel. Perché serve una dose "di prospettiva russa" e il punto di vista russo "sugli eventi in corso".  

16.33 - DRONE PRECIPITATO A ZAGABRIA: INDAINE SU PIU' IPOTESI
Indagini dovranno stabilire se la caduta di "un drone con esplosivi" in un quartiere di Zagabria sia dovuta a "un incidente", "un sabotaggio" o se la sua circolazione nello spazio aereo croato sia stata "intenzionale": lo ha affermato il primo ministro della Croazia, Andrej Plenković, dopo un incontro a Madrid con il premier spagnolo Pedro Sánchez. 

16.30 - NATO: FORNIREMO ANCORA ARMI A UCRAINI
"Oggi i ministri hanno convenuto che dobbiamo continuare a fornire un supporto significativo" all'Ucraina, "inclusi rifornimenti militari, aiuti finanziari e aiuti umanitari". Lo dice il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, in conferenza stampa al termine della ministeriale Difesa dell'Alleanza atlantica. Ma ancora una volta, tutti i Paesi membri sono campatti sul fatto che non verrà attuta una "no-fly zone" sull'Ucraina.

16.20 - DI MAIO: DIPLOMAZIA UNICA STRADA 
"Il nostro obiettivo è quello di aiutare le parti negli sforzi a favore di un dialogo, che vede lo stato dei negoziati in una fase estremamente complessa: mentre proseguono i round negoziali, l'esercito russo continua a colpire le città ucraine causando la morte anche di decine di civili". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, nella sua informativa alla Camera sulla guerra in Ucraina.

16.14 - NEGOZIATI, LA POSIZIONE UCRAINA 
"La nostra posizione nei negoziati è piuttosto specifica: garanzie di sicurezza legalmente verificate; cessate il fuoco; ritiro delle truppe russe. Tutto questo è possibile solo con un dialogo diretto tra i leader di Ucraina e Russia". Così il consigliere della presidenza ucraina, Mykhailo Podolyak, su Telegram.

16.12 - PUTIN: "NAZISTI DI KIEV PRESTO CON AMRI DI DISTRUZIIONE DI MASSA"
"Nel prossimo futuro il regime filonazista di Kiev avrebbe potuto mettere le mani su armi di distruzione di massa e il suo obiettivo sarebbe stato ovviamente la Russia". Vladimir Putin giustifica così la sua brutale invasione dell'Ucraina ripetendo, nel discorso trasmesso oggi alla televisione russa, le accuse infondate di presunti programmi per lo sviluppo di armi proibite che gli americani avrebbero portato avanti in Ucraina. Tuttavia Putin nega ancora di vole occupare l'Italia.

16.07 - ATTESA RISPOSTA DI BIDEN A ZELENSKY 
Tra poco più di mezz'ora, alle 11.45 (le 16.45 in Italia), il presidente degli Stati Uniti Joe Biden risponderà al messaggio del presidente ucraino Volodymyr Zelensky al Congresso americano. Biden è atteso annunciare l'invio all'Ucraina di aiuti militari per un miliardo di dollari.

16.04 - GUERRA, IL BILANCIO ONU
Sono 726 i civili uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione russa. Il bilancio è dell'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani, secondo cui tra le vittime si contano 104 bambini. I feriti sono 1.174. Un bilancio però che resta provvisorio.

15.52 - COLLOQUIO TRA PAPA FRANCESCO E PATRIARCA KIRILL
Il patriarca russo Kirill ha parlato con Papa Francesco del conflitto in Ucraina. Lo rende noto la Chiesa di Mosca. "Le parti hanno sottolineato l'eccezionale importanza del processo negoziale in corso, esprimendo la loro speranza per il raggiungimento al più presto di una pace giusta".

15.50 - RUSSI SPARANO SU AUTO CHE LASCIANO MARIUPOL: MORTI
L'esercito russo ha aperto il fuoco su una colonna di auto che proseguivano da Mariupil a Zaporizhzhia, ci sono morti e feriti. Lo comunica il canale Ucraina24. In totale, più di 1.565 auto sono già arrivate a Zaporizhia da Mariupol e 4.329 persone sono state evacuate, inclusi 1.033 bambini.

15.45 - PRIMA BALLERINA BOLSHOI LASCIA LA RUSSIA
La prima ballerina del Bolshoi, Olga Smirnova, ha lasciato il teatro Bolshoi di Mosca per entrare nel Balletto nazionale olandese, che ne dà l'annuncio in un comunicato. "Smirnova è stata esplicita nella sua recente denuncia dell'invasione russa dell'Ucraina che rende insopportabile per lei continuare a lavorare nel suo Paese", afferma il Balletto nazionale olandese. 

15.41 - SPUNTA BOZZA PIANO DI PACE
Il Financial Times ha pubblicato una bozza del piano di pace in Ucraina. Include la rinuncia da parte dell'Ucraina alla Nato e la promessa di non ospitare basi militari straniere o armi in cambio di protezione da alleat quali Stati Uniti, Gran Bretagna e Turchia. Le garanzie occidentali per la sicurezza ucraina potrebbero rivelarsi un "grande ostacolo ad ogni accordo, così come i territori" conquistati dalla Russia nel 2014, mette in evidenza il Financial Times.

15.38 - STOLTENBERG: PIU' TRUPPE USA IN EUROPA SEGNO DI UNITA'
"Gli Usa svolgono un ruolo chiave negli sforzi per aumentare la nostra difesa collettiva. Più truppe Usa in Europa mandano un forte messaggio di unità transatlantica: siamo estremamente grati per il vostro sostegno e per quello che fate nella parte orientale dell'Alleanza". Lo dice il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, a Bruxelles prima della ministeriale Difesa, accogliendo il segretario Usa alla Difesa Lloyd Austin. "Nell'incontro di oggi - aggiunge Stoltenberg - parleremo dell'aggressione brutale all' Ucraina. E' devastante per il popolo ucraino e cambia anche il nostro contesto di sicurezza: avrà conseguenze durature per tutti gli alleati Nato".  

15.28 - CROCE ROSSA: "MARIUPOL INCUBO A OCCHI APERTI" 
Mariupol è un "incubo a occhi aperti", la Croce rossa non è in grado di fornire aiuti e decine di migliaia di persone sono ancora intrappolate. Lo ha detto in un video diffuso sui social il presidente del Comitato internazionale della Croce Rossa Peter Maurer che è giunto a Kiev per una visita di cinque giorni in Ucraina. "I bisogni sono enormi, le condizioni instabili. Non stiamo risparmiando sforzi per rispondere alla loro chiamata", ha spiegato Maurer, auspicando che l'organizzazione possa possa fare di più per evacuare le persone, e sulla "questione dei prigionieri, dei detenuti ma anche dei cadaveri".

15.26 - "SE RUSSIA E' SERIA, FERMI ATTACCO"
"Se la Russia è seria" sulla strada diplomatica "allora Mosca dovrebbe fermare gli attacchi alle città ucraine". È il messaggio del consigliere alla sicurezza Nazionale Usa Jack Sullivan al suo omologo russo, il generale Nikolay Patrushev, secondo quanto riferito dalla Casa Bianca. E' stato il primo contatto ad alto livello tra le due potenze dall'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina

15.20 - IN UN VIDEO CIVILE UCCISO IN STRADA
Il canale televisivo tedesco Zdf ha pubblicato un video con l'esecuzione di un civile da parte dei russi a Kiev. Nelle immagini del filmato si vedono alcuni soldati russi che sparano a un civile con le mani alzate, che stava cercando di scappare dalla capitale. Il filmato di un drone ucraino è del 7 marzo scorso con le immagini dell'autostrada E40.

15.14 - IN CHAT UCRAINE LE FOTO DEI CADAVERI RUSSI
"Le foto di dodici cadaveri martoriati dalle bombe e dai colpi di mortaio, con relativi passaporti che ne attestano l'identità, sono state pubblicate su una delle chat Telegram delle forze armate ucraine. Sono i corpi dei soldati russi caduti in battaglia, quelli che nessuno ha chiesto indietro. "Né i comandanti, né le autorità russe, né i genitori ne hanno bisogno - si legge - Da una settimana nessuno è tornato per portarli via. Saranno usati come fertilizzante".

15.12 - INTERVENTO DI ZELENSKY DOMANI ALLA KNESSET 
Il presidente ucraino Volodomyr Zelensky parlerà domani ai deputati israelinai della Knesset in video conferenza. Il presidente del Parlamento israeliano Mickey Levy si è detto "onorato" di questo discorso che arriva "mentre il popolo ucraino affronta un momento così difficile".

15.08 - MOSCA VUOLE CALMIERARE PREZZI ACCIAIO 
Il Governo russo ha chiesto ai produttori di acciaio, nichel e alluminio di mantenere i prezzi bassi nel Paese, come parte delle misure per sostenere l'economia colpita dalle sanzioni per l'invasione dell'Ucraina. Lo riporta l'agenzia Bloomberg. Mosca ha chiesto che i produttori mantengano i margini al 20%-25%. 

15.05 - "L'OCCIDENTE VUOLE CANCELLARE LA RUSSIA"
L'Occidente sta cercando di "cancellare la Russia". E' quanto è tornato a denunciare il presidente russo Vladimir Putin, secondo il quale i tentativi dell'Occidente di dominare a livello globale "stanno arrivando alla fine", con il fallimento del "blizkrieg" delle sanzioni. Per Putin gli attacchi occidentali sono paragonabili ai pogrom contro gli ebrei.

15.04 - OMS: SANITA' SOTTO ATTACCO IN UCRAINA
"L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha verificato altri 12 attacchi all'assistenza sanitaria in Ucraina". Lo segnala via Twitter l'agenzia Onu per la salute che aggiunge di aver confermato in totale 28 nuovi attacchi al settore
in più parti del mondo. in più parti del mondo, come i territori palestinesi occupati e il Sudan.  

14.58 - "IN ITALIA ENTRATE 47MILA PERSONE" 
"Ad oggi sono 47mila le persone entrate in Italia, dall'Ucraina", secondo i dati del ministero dell'Interno: il "50% donne, 40% bambini, 10% uomini". Lo ha detto il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, nel corso dell'audizione al comitato parlamentare di controllo sull'attuazione dell'accordo di Schengen in merito al conflitto tra Russia e Ucraina. "Lavoriamo - ha aggiunto - all'ipotesi di una sorta di sostegno alle famiglie che ospitano i profughi ucraini che, se vogliono rimanere, hanno necessità di un sostegno dal punto di vista economico. Stiamo immaginando una serie di ipotesi, sotto forma di assistenza al profugo, non alla famiglia". 

14.52 - PUTIN: "INVASIONE UNICA OPZIONE" E "SUCCESSO"
La Federazione Russa "non aveva altra opzione per garantire la propria sicurezza, se non" l'invasione dell' Ucraina. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin in un incontro sulle misure di sostegno regionale. Mosca - ha promesso - non permetterà mai all'Ucraina di fungere da trampolino di lancio per "le minacce contro la Russia". Ma ha anche notato che l'Ucraina in sé non è una minaccia per Mosca.Per oputni fin qui l'operazione militare è stata "un successo".

14.47 - ITALIA, CONGELATI BENI A OLIGARCA USMANOV
Il Nucleo Speciale Polizia Valutaria della Guardia di Finanza ha dato esecuzione ai provvedimenti di 'congelamento' di "sei veicoli societari, italiani ed esteri, con in pancia beni immobili e mobili (autovetture) per un valore complessivo stimato in 66 milioni di euro  riconducibili ad Alisher Usmanov". Un altro congelamento di beni riconducibili a oligarchi russi inseriti nella black list dell'Ue era stato eseguito dalle fiamme gialle per quanto riguarda un complesso immobiliare nella provincia di Sassari in
 ocalità Punta Sardegna riconducibile per un terzo, pari a circa 4 milioni di euro, a Petr Olegovich Aven.

14.45 - UCRAINA NELLA RETE ELETTRICA UE 
"Accolgo con favore il passo chiave compiuto oggi per mantenere le luci accese e le case calde in questi tempi bui sincronizzando le reti elettriche di Ucraina e Moldavia con la rete europea. Continueremo a lavorare per stabilizzare i loro sistemi elettrici". Lo scrive in un tweet la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

14.44 - UCCISI IN CODA PER IL PANE, LA CONDANNA
"Oggi le forze russe hanno sparato e ucciso 10 persone in fila per il pane a Chernihiv. Questi orribili attacchi devono finire. Stiamo considerando tutte le opzioni disponibili per assicurare la responsabilità di qualsiasi crimine atroce in Ucraina". Lo scrive su Twitter l'ambasciata Usa a Kiev.

14.42 - TURCHIA LAVORA AL "CESSATE IL FUOCO"
"Abbiamo assunto una posizione chiara sin dall'inizio della guerra Russia-Ucraina. Abbiamo fatto il possibile per fare spazio alla diplomazia. Stiamo dirigendo gli sforzi per arrivare a un cessate il fuoco umanitario e permanente". Lo ha detto da Mosca il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, in dichiarazioni riportate dal Daily Sabah.

14.39 - BANCA DI RUSSIA, DUBBI SULLA GUIDA 
La guerra in Ucrainafa sentire i suoi effetti anche sulla nomina del nuovo governatore della Banca di Russia: molto in dubbio la riconferma dell'attuale governatrice Elvira Nabiullina, che ha preso le distanze dall'invasione dell' Ucraina. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov si è rifiutato di fare i nomi dei possibili candidati che Vladimir Putin dovrà indicare. "Il presidente nominerà i candidati, quando lo riterrà opportuno", ha detto ai giornalisti. 

14.33 - "KIEV VIOLA DIRITTO INTERNAZIONALE" 
"L'Ucraina viola il diritto internazionale". A dirlo è Sergei Lavrov, che accusa l'Occidente di "credere alla propaganda ucraina". "Fanno sembrare che la Russia abbia commesso i crimini commessi dal regime di Kiev", ha affermato Lavrov nella conferenza stampa a Mosca con il collega turco Mevlut Cavusoglu, secondo quanto riferisce Cnn turk. Per Lavrov "l'Ucraina ha costantemente bombardato le zone residenziali, violando l'accordo di Minsk", senza che ci fossero reazioni occidentali.

14.30 - INCONTRO ZELENSKY-PUTIN? MOSCA FRENA
Nel colloquio con il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu non è stata discussa la possibilità di un incontro tra il presidente russo Vladimir Putin ed il leader ucraino Volodymyr Zelensky. Lo ha reso noto il ministro di Mosca Sergei Lavrov, secondo quanto riporta la Tass. Lavrov ha aggiunto che Mosca è pronta ad un ulteriore confronto nel formato trilaterale con i ministri degli esteri della Turchia e dell'Ucraina.

14.27 - STANDING OVATION AL CONGRESSO
"Lottiamo per liberare il mondo": il discorso del presidente ucraino Zelensky in videoconferenza si è concluso con l'applauso e la standing ovation dei deputati dle Congresso di Washignton. Zelensky si è rivolo al presidente Biden dicendogli: "Sei il leader del mondo e della pace". E ha anche fatto paragoni con gli attacchi subiti dall?America a Pearl Harbour e l'11 settembre 2001. "Questo è il nostro 11 settembre". E poi: "Ho un sogno, che chiudiate i cieli", parafrasando Martin Luther King.

14.22 - ZELENSKY: "CREIAMO NUOVA ALLEANZA"
Dal presidente ucraino è arrivata la proposta di un nuovo patto internazionale fra Stati. "Creiamo la U24, United for peace, con Paesi con coscienza e che possano fermare conflitti in maniera immediata, dando assistenza in 24 ore, armi o sanzioni. Se esistesse allora saremmo uniti nel mio paese ma anche altrove".

14.17 - ATTACCO A BERDYCHIV
Oggi all'alba Berdychiv, nella regione Zhytomyr ha subito un attacco aereo. Secondo la polizia comunale, due persone sono rimaste ferite. Numerosi i danni ai palazzi. Il sindaco Serhiy Orlyuk ha promesso di fornire dettagli nelle prossime ore.

14.14 - LE RICHIESTE DI ZELENSKY
Nel prosieguo del suo intervento Zelenski ha detto che all'Ucraina servono "subito aerei" e che ci vogliono "pacchetti settimanali di sanzioni". Poi ha sostenuto di avere un "sogno", la "chiusura dei cieli"

14.11 - ZELENSKY: LE PRIME DICHIARAZIONI
E' iniziato il discorso del presidente ucraino Vlodymyr Zelensy, collegato in diretta da Kiev con il congresso Usa: "Nei nostri confronti da parte della Russia una brutale aggressione. Ricordatevi di Pearl Harbour e dell'11 settembre", ha detto, riferendosi a due dei principali attacchi portati dall'esterno verso gli Stati Uniti

14.10 - IL FRONTE DEL PACIFICO ASIATICO
Gli Stati Uniti invieranno "migliaia di truppe" in Australia, comprese unità specializzate in difesa missilistica antiaerea, in razzi d'artiglieria ad elevata mobilità e droni, a sostegno del Paese alleato mentre monta la tensione con la Cina, soprattutto su Taiwan. Lo si legge su alcuni media, fra cui il britannico Daily Mail. Il giornale scrive che già 1.000 Marine sono sbarcati a Darwin, sulla costa nord, e che il nuovo contingente a rotazione di 2.200 Marine sarà schierato prevalentemente nei Northern Territories, lo stato settentrionale australiano, in coincidenza con l'arrivo della stagione asciutta, prevista a settembre.

14.08 - ZELENSKY: OVAZIONE DAL CONGRESSO USA
Standing ovation al Congresso americano per il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in video collegamento dall'Ucraina. Zelensky è stato accolto dal saluto della speaker democratica alla Camera, Nancy Pelosi: "Gloria all'Ucraina"

14.05 - DISCORSO AGLI USA: LE ANTICIPAZIONI DI ZELENSKY
"Oggi alle 15 di Kiev parlerò al Congresso degli Stati Uniti d'America. Sarà un discorso importante" davanti alla "democrazia più potente del mondo" che può "fare molto per fermare l'aggressione russa, per riportare la pace sulla nostra terra".

14.02 - IL PORTAVOCE DI PUTIN: "E' EMOTIVAMENTE OK"
Il presidente della Russia Vladimir Putin sta lavorando in orari "estremamente irregolari", ma è "emotivamente a posto". Lo ha detto il portavoce del Cremlimo, Dmitry Peskov. "La giornata lavorativa del presidente dura dalla mattina alla sera tardi" e "il suo orario di lavoro è estremamente irregolare", ha spiegato Peskov ai giornalisti. Rispondendo a una specifica domanda, Peskov ha aggiunto che "il suo stato emotivo è ok".

14.00 - LAVROV: NESSUN CENNO SU INCONTRO ZELENSKY-PUTIN
.I ministri degli Esteri di Russia e Turchia, Lavrov e Cavusoglu, non hanno discusso dell'organizzazione dell'incontro tra i presidenti russo e ucraino, Vladimir Putin e Volodymyr Zelensky. Lo ha riferito lo stesso Serghei Lavrov al termine del colloquio a Mosca. Lo riporta Ria Novosti

13.59 - MEDIA: SPARI SUI MANIFESTANTI A KHERSON
I soldati russi hanno aperto il fuoco e usato gas lacrimogeni per disperdere manifestanti pacifici ucraini radunati nella piazza davanti al consiglio comunale per chiedere il rilascio dei leader locali detenuti nella zona occupata di Skadovsk, dell'Oblast di Kherson. Lo riferisce The Kyiv Independent.

13.56 - TURCHIA: ERDOGAN PARLERA' CON PUTIN
"Questo spargimento di sangue deve essere fermato il prima possibile". Lo ha ribadito il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu a margine di un incontro con il collega russo Sergej Lavrov a Mosca. Il ministro ha poi annunciato che il presidente turco Recep Tayyip Erdogan parlera' presto con il presidente russo Vladimir Putin. "Non abbiamo mai smesso di credere alla diplomazia e continuiamo su questa strada, con il dialogo con entrambi Russia e Ucraina. Il presidente Erdogan parlera' presto Putin", ha detto Cavusoglu.

13.53 - GLI HACKER RUSSI FANNO DIRE "MI ARRENDO" A ZELENSKY
Gli hacker russi sono entrati nella pagina web di notizie del canale televisivo Ukraine 24 lanciando una falsa dichiarazione del presidente Volodymyr Zelensky che si dice pronto ad arrendersi e rinunciare alle armi. Lo fa sapere il canale televisivo citato da The Kyiv Independent. Zelensky ha successivamente risposto con un discorso video da Kiev definendo la provocazione "infantile".

13.45 - ABBATTUTO AEREO RUSSO
Un aereo Cy 34 russo è stato abbattuto a Cernhiv. Lo annuncia su Facebook il comando operativo "Nord" dell'Ucraina. "L'esercito russo - si legge nel post - ha cercato di sfondare la difesa di Cernihiv usando l'artiglieria e gli attacchi aerei, invano. I nostri specialisti della difesa antiaerea hanno abbattuto l'aereo che bombardava la città e stiamo cercando i piloti".

13.35 - "L'ITALIA CHIEDE UN TETTO MASSIMO AL PREZZO DEL GAS"
"Gli italiani stanno pagando i costi della guerra di Putin, anche su benzina e gas. Come per la pandemia serve una risposta europea. L'Italia chiede un tetto massimo al prezzo del gas a livello di Unione Europea" ad affermarlo è il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

13.25 - DI MAIO: "DOBBIAMO PORTARE PUTIN AL TAVOLO"
Luigi Di Maio, ministro degli Esteri, non usa mezzi termini: "Dobbiamo portare Putin ad accettare un accordo al tavolo delle trattative. Dobbiamo fare in modo di raggiungere il cessate il fuoco".

13.16 - RAPITO UN ALTRO SINDACO
Dopo quelli di Melitopol e di Dniprorudne, è stato rapito un altro sindaco. Le forze russe hanno sequestrato il sindaco della città portuale ucraina di Skadovsk Oleksandr Yakovlev e il suo vice Yuri Palyukh: lo afferma il ministro degli Esteri di Kiev Dmytro Kuleba. Scrivendo su Twitter Kuleba ha aggiunto: "Le nazioni e le organizzazioni internazionali devono chiedere alla Russia di liberare immediatamente tutti i funzionari ucraini rapiti".

13.09 - LA RIVENDICAZIONE DALL'UCRAINA: UCCISO IL QUARTO GENERALE RUSSO
L'Ucraina ha rivendicato l'uccisione di un quarto generale russo, Oleg Mityaev, sul teatro di guerra di Mariupol. Lo dice il consigliere del ministero dell'Interno di Kiev, Anton Gerashenko. Da parte russa non c'è per ora alcuna conferma. Mityaev comandava la 150esima divisione motorizzata russa ed era un veterano della Siria.

13.02 - LA POSIZIONE DELLA TURCHIA
La Turchia ha assunto una "posizione chiara, equilibrata, obiettiva e a favore del diritto" fin dall'inizio della crisi tra Russia e Ucraina. Lo ha detto il ministro degli Esteri Mevlut Cavusoslu prima del suo incontro a Mosca con l'omologo russo Sergey Lavrov. "In quanto Paese che ha buoni rapporti con entrambe le parti, abbiamo portato avanti il nostro ruolo di mediatore e facilitatore nonostante tutte le difficolta'" ha aggiunto il ministro. Da parte sua, Lavrov ha dichiarato: "Abbiamo alcune divergenze di opinione sull'Ucraina. Tuttavia, la posizione equilibrata della Turchia è molto preziosa per noi". Il ministro russo ha quindi aggiunto che Mosca "apprezza l'approccio responsabile di Ankara all'attuazione della Convenzione di Montreux".

12.54 - COLPITA LA TORRE TELEVISIVA DI VINNYTSIA
I bombardamenti russi hanno colpito la torre televisiva di Vinnytsia, città sulle rive del fiume Buh nell'Ucraina centrale. Lo riferisce The Kyiv Independet. Secondo il governatore di Vinnytsia Oblast Serhiy Borzov, l'attacco russo ha danneggiato la torre, lasciando i residenti senza segnale Tv. Non sono segnalate vittime.

12.45 - ZELENSKY: "ATTACCHI DEI RUSSI PER TUTTA LA NOTTE"
"Stanotte i russi hanno continuato ad attaccare le nostre città civili: Kharkiv e la regione, la costa di Odessa, attacchi missilistici su Kiev, sull'infrastruttura civile a Zaporizhzhia. Ci sono 103 bambini uccisi" da inizio della guerra. Lo afferma in un video su Telegram il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky.

12.35 - GIORNALISTA RUSSA: "TEMO PER LA MIA INCOLUMITA''"
 La giornalista russa che ha interrotto il tg della tv di Stato con un cartello contro la guerra e la propaganda russa si è detta spaventata per la sua incolumità e quella dei suoi figli. In un'intervista alla Reuters, Marina Ovsyannikova, del Primo canale della Tv russa, ha detto di non avere intenzione di lasciare il Paese e che spera non le vengano formulate incriminazioni di tipo penale. La donna ha poi auspicato che la sua protesta "non sia stata vana" e faccia aprire gli occhi ai russi affinche' esaminino in modo piu' attento la propaganda sulla guerra in Ucraina.

12.20 - I PROFUGHI IN ITALIA
Dall'Ucraina in Italia sono arrivati fino ad oggi 47.153 profughi, di cui 19mila sono minorenni e 14mila donne.

12.02 - ZELENSKY RIFIUTA NEUTRALITA'
L'Ucraina rifiuta l'idea di una sua neutralità basata sul modello austriaco o svedese. Lo ha reso noto la presidenza ucraina.

11.52 - LE BORSE CREDONO NELLA DIPLOMAZIA
I mercati europei credono agli spiragli diplomatici che si stanno aprendo per la soluzione della crisi tra Russia e Ucraina. A metà mattinata, Francoforte sale del 3,14%, Parigi del 3,40% e Milano del 3,15%. Piu' cauta Londra che avanza dell'1,02%. Attesa anche per il direttivo della Fed che questa sera dovrebbe annunciare il primo rialzo dei tassi d'interesse dal 2018.

11.44 - DELEGAZIONI RIENTRATE DA KIEV
Le delegazioni polacche, slovene e ceche sono tornate sane e salve da Kiev in Polonia». Lo annuncia in un tweet Piotr Muller, portavoce del primo ministro polacco, Mateusz Morawiecki.

11.35 - TORRE TV ABBATTUTA, 21 MORTI E 9 FERITI
I soccorritori hanno completato le operazioni di ricerca e soccorso orso tra i resti della torre della tv nella regione di Rivne, nel quadrante occidentale del Paese, distrutta da un bombardamento russo, ha affermato il capo dell'amministrazione militare regionale Vitaly Koval. "Possiamo dichiarare il completamento dei lavori di soccorso sulla torre della televisione di Antopol. Purtroppo il bilancio è di 21 morti e nove feriti" ha detto Koval, aggiungendo che adesso il compito principale delle autorità locali è ripristinare il segnale televisivo che potrebbe tornare operativo entro due giorni.

11.28 - 103 BAMBINI MORTI IN GUERRA
Nell'invasione russa in Ucraina sono morti 103 bambini. Praticamente cinque classi scolastiche spazzate via. Un'intera sezione delle scuole elementari, idealmente: dalla prima alla quinta. Lo ha reso noto l'ufficio del procuratore generale dell'Ucraina, Iryna Venediktova. Dal bilancio emerge anche che sono rimasti feriti più di cento bambini, sono state prese di mira più di 400 istituzioni educative e 59 di esse sono state distrutte.

11.20 - JOHNSON: "L'UCRAINA NON HA PROSPETTIVE NATO"
L'Ucraina non ha la prospettiva di un'adesione alla Nato nel prossimo futuro: lo ha detto il premier britannico Boris Johnson, citato dal Guardian. "Ho parlato con Volodymyr Zelensky, di nuovo, ieri. Capisco cosa sta dicendo sulla Nato e sulla realtà della sua posizione. E tutti hanno sempre detto, e lo abbiamo detto chiaramente a Putin, che l'Ucraina non entrerà nella Nato nel prossimo futuro. Ma la decisione sul futuro dell'Ucraina spetta al popolo ucraino e al presidente Zelensky, loro leader eletto. E noi lo sosterremo".

11.09 - MATERIE PRIME, SCENDE IL PREZZO DI GRANO E MAIS
Le speranze di un cessate il fuoco in Ucraina raffreddano la corsa delle materie prime alimentari. Continua invece a salire il prezzo dei metalli nel timore che vengano imposte nuove sanzioni. In particolare, il costo del grano scende del 2,97% a 1.094 dollari per bushel, mentre quello del mais cala dell'1,39% a 747,50 dollari. Giù anche olio di palma (-2,14%) e caffe' (-3,71%). Poco mossi riso (+0,43%), avena (-0,87%) e semi di soia (+0,59%). Sul fronte dei metalli, si muovono in rialzo rame (+1,53%), alluminio (+5,60%), platino (2,29%) e palladio (+2,34). Stabili oro (+0,17%) e argento (-0,18%). Cala del 5% il nichel, riammesso agli scambi dalla Borsa mercantile di Londra dopo la sospensione decisa l'8 marzo.

11.00 - I RUSSI SACCHEGGIANO CHERNOBYL
Gli invasori russi saccheggiano Chernobyl: hanno distrutto tutti gli automezzi che erano nella zona, sono entrati negli uffici delle imprese cittadine e si sono appropriati di computer, tute speciali e attrezzature da lavoro". Lo comunica su Facebook il presidente del Consiglio pubblico dell'Agenzia statale dell'Ucraina per la gestione delle zone di esclusione Oleksandr Syrota, aggiungendo che "in città, dove sono rimaste circa 300 persone, manca la luce". 

10.50 - KIEV, LA CONTROFFENSIVA
Le forze armate ucraine stanno conducendo una controffensiva in una serie di aree operative, "che cambia radicalmente le disposizioni delle parti", ha affermato Mykhailo Podoliak, consigliere del capo dell'Ufficio del presidente.

10.41 - LA NEUTRALITA' DELL'UCRAINA
"C'è un progresso su alcune posizioni, ma non su tutte" afferma Vladimir Medinksy, capo della delegazione russa nei negoziati russi-ucraini. "Lo status di neutralità dell'Ucraina" secondo lui è irrinunciabile. "L'Ucraina ai colloqui propone di creare una versione austriaca, svedese di uno stato neutrale demilitarizzato in Ucraina, ma con forze militari e navali" ha detto alla tv russa. 

10.34 - CINGOLANI: "VALUTIAMO ACCISA MOBILE"
Il Governo "sta valutando l'ipotesi di praticare sui carburanti un'accisa mobile al fine di contenere l'impatto sui consumatori finali" dell'aumento dei prezzi legato alla guerra in Ucraina. Lo ha sottolineato il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, nel corso dell'informativa nell'Aula del Senato. "Poiché c'è stato un maggior gettito Iva questo potrebbe essere utilizzato per ridurre le accise e ottenere una riduzione del prezzo del carburante agli utenti ha spiegato Cingolani. Ma, ha aggiunto "sappiamo che operare sui carburanti è molto complesso".

10.26 - CINGOLANI: "POSSIBILI INTERVENTI DI CONTINGENTAMENTO DELLA DOMANDA ENERGETICA"
Nei prossimi periodi invernali si potrebbe intervenire con "misure di contingentamento della domanda e di accelerazione dell'efficientamento energetica". Lo ha sottolineato il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani.  "In particolare, sono ipotizzabili misure di flessibilità sui consumi di gas (ad esempio l'interrompibilità nel settore industriale, che però può agire per brevi periodi settimanali in caso di picchi della domanda) e sui consumi di gas del settore termoelettrico (dove pure esistono misure di riduzione del carico in modo controllato) e misure di contenimento dei consumi negli altri settori", ha detto Cingolani.  Inoltre si potrebbe avere un "incremento delle importazioni di energia elettrica dal Nord Europa, per ridurre il consumo di gas del parco termoelettrico italiano".

10.17 - "FLUSSO DI GAS PIU' ALTO MAI REGISTRATO"
"In questo momento il flusso di gas dalla Russia è il più alto mai registrato - ha sottolineato il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, nel corso dell'informativa nell'Aula del Senato sui recenti ulteriori rincari del costo dell'energia e sulle misure del Governo per contrastarne gli effetti. "La fornitura è assolutamente costante in tutto il continente, l'Europa sta continuando ad acquistare gas, la fornitura continua" ha assicurato il ministro. 

10.09 - CINGOLANI: "BASTA GAS RUSSO IN 3 ANNI"
Il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani: "Nel lungo termine, a partire dal prossimo inverno, sarebbe necessario sostituire completamente 30 bcm di gas russo con altre fonti. Sebbene questo sia possibile in un orizzonte minimo di 3 anni, tramite misure strutturali, per almeno i prossimi due inverni sarebbe complesso assicurare tutte le forniture al sistema italiano". Lo ha sottolineato il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani.

9.58 - LAVROV: "NEGOZIATI NON FACILI, MA C'E' POSSIBILITA' DI UN COMPROMESSO"
Sergej Lavrov, ministro degli Affari esteri russo denuncia: "L'Occidente non voleva risolvere in modo pacifico la situazione in Ucraina. I negoziati con l'Ucraina non sono facili, ma c'è la possibilità di un compromesso. Mi baso sulle valutazioni fornite dai nostri negoziatori, i quali dicono che i negoziati non stanno andando bene per ovvi motivi, ma che c'è comunque un margine di speranza di raggiungere un compromesso. L'intesa su alcuni punti è vicina".

9.48 - IL RUBLO RECUPERA
 È in recupero il rublo tanto sul dollaro quanto sull'euro. La moneta russa che prima della guerra in Ucraina trattava a 75 sulla valuta americana, viene scambiata a 99 sul dollaro e a 109 sull'euro.

9.39 - "NON ABBIAMO PAURA DI PUTIN"
"Ho capito che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha detto che non ci sono speranze in questa fase che l'Ucraina entri nella Nato e probabilmente ha ragione". Lo dice a margine della ministeriale Difesa Nato il ministro della Difesa estone Kalle Laanet.  "L'Ucraina è la nostra linea del fronte - continua Laanet - perché combatte per proteggere i valori democratici". Il Parlamento estone si è dichiarato favorevole all'istituzione di una no fly zone sull'Ucraina, ma nell'Alleanza "ci sono opinioni diverse" su questa ipotesi.  Comunque, conclude Laanet, "non possiamo avere paura: dobbiamo restare calmi. Putin vorrebbe che tutti avessero paura: noi non abbiamo paura".

9.30 - REGNO UNITO, IL MINISTRO TRUSS: "FERMARE PUTIN A OGNI COSTO"
Il ministro degli Esteri britannico, Liz Truss, ha ribadito la necessità di "fermare Vladimir Putin a ogni costo" e si è detta "scettica" sui colloqui di pace per l'Ucraina.

9.20 - NEGOZIATI, BOTTA E RISPOSTA FRA KIEV E MOSCA
Mosca ha commentato le dichiarazioni del presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, secondo cui i colloqui con la Russia sembrano ora "più realistici". "Chiedete alla parte ucraina se è diventata più realistica, meno distaccata dalla realtà" ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, rispondendo a Sputnik che le chiedeva di commentare le parole del leader di Kiev.

9.09 - MOSCA: ABBATTUTI 111 JET E 160 DRONI UCRAINI
Le forze russe hanno distrutto 111 jet da combattimento, 68 elicotteri e 160 droni del nemico dall'inizio del conflitto in Ucraina. Lo ha reso noto il ministero della Difesa di Mosca. Il bilancio include anche la distruzione di "159 sistemi missilistici di difesa aerea, 1.353 carri armati e altri tipi di veicoli corazzati, 129 lanciarazzi, 493 sistemi di artiglieria e mortai e 1.096 veicoli militari speciali". Solo nelle ultime 24 ore, ha riferito il portavoce Igor Konashenkov, "l'esercito russo ha abbattuto due aerei Su-25 ucraini, un MiG-29 e quattro droni". "Nell'ultima giornata, i sistemi di aviazione e di difesa aerea delle Forze aerospaziali russe hanno abbattuto due aerei Su-25 ucraini nella regione di Chernihiv, un MiG-29 nella regione di Novaya Bykovka, nonche' quattro droni", ha detto Konashenkov in un briefing

9.00 - IN FUGA DA MARIUPOL
Un totale di 312 civili, di cui quasi 100 bambini, sono state evacuate da Mariupol nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto il quartier generale della difesa territoriale della Repubblica popolare di Donetsk (Dpr), l'entità separatista nell'Ucraina orientale. "Nell'ultimo giorno, tra le 8 del 15 marzo e le 8 del 16 marzo, 312 civili, inclusi 88 bambini, sono stati evacuati da Mariupol e dalla sua periferia verso il distretto di Novoazovsk", hanno fatto sapere i separatisti secondo cui sono 1.317 i civili evacuati, tra il 5 e il 16 marzo, dalla città portuale assediata dai russi.

8.50 - I PROFUGHI DA SUMY
 Sono 8.575 le persone che sono riuscite ad abbandonare ieri la regione di Sumy, nel nord-est dell'Ucraina, grazie all'attivazione dei corridoi umanitari. 

8.42 - BLINKEN: "UCRAINA INDIPENDENTE MOLTO OLTRE PUTIN"
Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha affermato in un'intervista alla Cnn che ci sarà un'Ucraina indipendente per "molto più tempo" di quanto ci sarà un Vladimir Putin.

08.34 - NUOVO ATTACCO A KHARKIV
Kharkiv, la seconda città più grande dell'Ucraina nell'Est del Paese, ha subìto nella notte un nuovo attacco da parte delle forze russe, con i servizi di emergenza locali che denunciano almeno 500 civili uccisi in città dall'inizio della guerra. "In seguito a un attacco a colpi di artiglieria su edifici di più piani nel quartiere Nemyshlyansky di Kharkiv, diversi appartamenti in due condomini sono stati distrutti - si legge nel bollettino dei servizi di emergenza ucraini, rilanciato dal Guardian - I soccorritori hanno salvato quattro persone dal collasso di un palazzo ma non sono riusciti a salvarne altre due, rimaste uccise nell'attacco. Anche una scuola è stata colpita alle 3 di questa notte e una parte dell'edificio è stato distrutto".

08.26 - BIDEN: "ALTRI 800 MILIONI DI DOLLARI PER AIUTARE L'UCRAINA"
Gli Stati Uniti dovrebbero annunciare ulteriori 800 milioni di dollari in nuova assistenza militare all'Ucraina. Ciò porterebbe il totale promesso a 1 miliardo nell'ultima settimana e 2 miliardi dall'inizio dell'amministrazione Biden. 

08.19 - FORTI ESPLOSIONI A KIEV
Una serie di forti esplosioni sono state udite all'alba a Kiev, seguite da colonne di fumo nero nel cielo, mentre l'esercito russo ha intensificato il fuoco contro le città ucraine negli ultimi giorni. Intorno alle 6 almeno tre forti esplosioni sono state aavvertite nel quadrante occidentale della capitale, già preso di mira il giorno prima. A Kiev è stato ordinato il coprifuoco fino a domani mattina. In seguito agli attacchi di questa mattina, un palazzo di dodici piani è crollato in un distretto di Shevchenkivskyi, provocando il ferimento di due persone e l'evacuazione di altre 35. Ieri, almeno quattro persone sono state uccise e circa altre 40 sono state salvate in un condominio nel distretto occidentale.

08.10 - LA RUSSIA CERCA RINFORZI
"La Russia sta cercando sempre più truppe aggiuntive per rafforzare e sostituire le perdite subite in Ucraina", riferisce la Cnn citando il report del ministero della Difesa britannico. La Russia starebbe lottando per condurre operazioni offensive di fronte alla "sostenuta resistenza ucraina".

08.03 - ODESSA, RAZZI DALLE NAVI RUSSE
"Gli invasori russi hanno iniziato a sparare razzi e colpi di artiglieria dalle navi sulla costa ucraina nella regione di Odessa, vicino al villaggio di Tuzla". Lo ha scritto su Twitter il consigliere del ministero degli Interni di Kiev Anton Gerashchenko spiegando che l'attacco contro le coste di Odessa è stato sferrato dalle navi di guerra russe verso le 3 di questa notte, ora locale.  Gerashenko ha aggiunto che "non c'è stato alcun tentativo di sbarcare un soldato".

7.55 - ZELENSKY AI RUSSI: "VI ASPETTANO POVERTA' E ISOLAMENTO"
"Cittadini della Russia, chiunque di voi abbia avuto accesso a informazioni veritiere potrebbe aver già realizzato come finirà questa guerra per il vostro Paese: con disgrazia, povertà, isolamento lungo un anno, un sistema repressivo brutale che tratterà i cittadini russi in modo disumano come voi, occupanti, trattate gli ucraini. Quello che verrà dopo dipende dalle tue azioni" si è rivolto ancora una volta al popolo russo il leader ucraino Volodymyr Zelensky. 

7.48 - KIEV, COLPITO PALAZZO DI 12 PIANI
Un palazzo di 12 piani è stato colpito dalle forze armate russe a Kiev, nel distretto centrale du Shevchenkivsky. Lo scrive il Kiev Independent. Il Servizio di emergenza dell'Ucraina ha spiegato che due persone sono rimaste ferite nell'attacco e 37 sono state evacuate.

7.40 - CORTE DI GIUSTIZIA ONU DECIDE OGGI SULLO STOP ALLA GUERRA
La Corte internazionale di giustizia dell'Onu si pronuncerà oggi sulla richiesta urgente dell'Ucraina affinché la Russia fermi immediatamente l'invasione. La sentenza è attesa per le 16 all'Aja. L'Ucraina accusa la Russia di cercare illegalmente di giustificare la sua guerra accusandola falsamente di genocidio nella regione del Donbass. Kiev chiede che la Corte prenda misure urgenti e ordini alla Russia di "sospendere immediatamente le operazioni militari".

7.33 - I GENERALI RUSSI UCCISI
Sono quattro i generali russi uccisi in Ucraina dall'inizio dell'offensiva militare lo scorso 24 febbraio. Lo riferiscono le forze armate di Kiev spiegando che il quarto generale russo ucciso, il generale Oleg Mityaev a capo di un'unità di fanteria meccanizzata, è stato ucciso in combattimenti vicino a Mariupol. La foto del suo cadavere è stata postata dal reggimento ucraino Azov. Il giornale ucraino Telegraf ricorda che il generale Mityaev aveva guidato le truppe russe nel 2015 nel Donbass.  Gli altri generali russi uccisi sono Andrei Sukhovetsky il 3 marzo, generale Andrei Sukhovetsky il 7 marzo vicino a Kharkiv e Artem Vitko l'11 marzo.

7.22 - ESPLOSIONI A ZAPORIZHZIA
 Esplosioni sono state udite questa mattina nella città sud-orientale di Zaporizhzhia. Secondo quanto riferito dal Kiev Independent, sarebbe stata colpita anche la stazione dei treni. A confermare la notizia delle deflagrazioni è stato il segretario del consiglio comunale locale, Anatoliy Kurtev.

7.13 - SIRENE A KIEV, LEOPOLI, ODESSA E DNIPRO
 Le sirene di allarme aereo sono risuonate di nuovo questa mattina all'alba in diverse città dell'Ucraina. Sono state udite in particolare a Kiev, Leopoli, Ivano-Frankivsk, Odessa, Dnipro, riferiscono i media locali e i giornalisti sul campo.

7.00 - MARIUPOL ATTACCATA ANCHE DAL MARE
 I russi hanno iniziato ad attaccare dal mare Mariupol, la città nell'Ucraina meridionale assediata da giorni. Il lancio di razzi, come hanno spiegato funzionari locali, è avvenuto da navi russe approdate vicino al villaggio Bilosaraiska Kosa.


 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?