Leverkusen (Germania), 27 luglio 2021 - Massimo grado di allerta per pericolo chimico, un morto, 4 dispersi e 16 feriti nella forte esplosione nel parco chimico Chempark accanto all'impianto  della Bayer a Leverkusen, nell'ovest della  Germania, alle 9.40 di oggi 27 luglio. Ci sono volute ore per domare le fiamme e mettere in sicurezza la zona. L'incidente è avvenuto nella  parte dove vengono inceneriti i rifiuti.  L'azienda Currenta che gestisce l'impianto dove è avvenuta l'esplosione  fa sapere che un dipendente è morto, 4 sono dispersi e 16 feriti ma si tratta di un bilancio provvisorio e in continua evoluzione. 

"Dobbiamo purtroppo annunciare che abbiamo un morto": ha confermato il capo del dipartimento edilizio di Leverkusen, Andrea Deppe, in una diretta telefonica a Welt-Tv.  "Siamo profondamente rattristati da questo tragico incidente e dalla morte di un dipendente", ha aggiunto l'azienda in una dichiarazione aggiungendo che "continuano alla massima velocità i soccorsi" per trovare gli altri quattro lavoratori dispersi".

 

L'incendio

L'esplosione è avvenuta verso le 9.40 e ha dato origine ad un incendio e a una gigantesca nube nera visibile a decine di chilometri di distanza.  L'incendio ora sarebbe sotto controllo ma  per qualche ora ha minacciato di estendersi al serbatoio vicino che contiene 100.000 litri di liquido infiammabile, e  provocare una seconda esplosione. Secondo le informazioni del quotidiano Bild, sarebbe  andata in fiamme la stazione di trasferimento del parco serbatoi della compagnia e ci sarebbe stata la minaccia che si propogasse  all'edificio retrostante con solventi infiammabili. Sotto la stazione di trasferimento o il parco serbatoi è presente un parco serbatoi con 100 mila litri di liquido ferroso infiammabile. Un portavoce dell'azienda responsabile dell'impianto, Currenta, ha detto a Bild che "il contenuto del serbatoio era costituito da solvente" Sul posto sono operative squadre dei vigili del fuoco e di pronto intervento specializzate in caso di allarme chimico.

Chempark

Il parco chimico di Leverkusen ospita diversi impianti, oltre a quello danneggiato. Si tratta infatti di uno dei più grandi parchi chimici d'Europa. Il parco ospita Bayer più altre aziende chimiche come Lanxesse.  In  Germania ci sono tre siti di questo tipo.  Chempark  è nella zona industriale della città, una ventina di chilometri a nord di Colonia.

La protezione civile 

L'ufficio federale tedesco per la protezione civile e l'assistenza ai disastri ha classificato l'esplosione come "una minaccia estrema" e ha chiesto ai residenti di rimanere in casa e di tenere chiuse porte e finestre.  Sono state chiuse al traffico l'autostrada e alcune strade vicine. 

L'azienda

"Non è ancora chiaro quali sostanze si siano disperse nell'aria con l'esplosione" ha detto Lars Friedrich, responsabile di Currenta, del Chempark, "ma sono in corso misurazioni ha detto in conferenza stampa. Il sindaco di Leverkuesen Uwe Richrath ha chiesto alla popolazione, nel corso della stessa conferenza stampa, «di lavare bene frutta e verdura raccolta prima di metterla in tavola», mentre sono stati chiusi i parchi gioco e i giardini pubblici "come misura cautelare". Sono stati 3 i serbatoi interessati dall'incendio e tutti e tre erano pieni di "solventi organici", ha detto Friedrich, ma l'origine dell'esplosione non è ancora chiara.