Il rigore di Saka parato da Donnarumma, che diede il titolo all'Italia
Il rigore di Saka parato da Donnarumma, che diede il titolo all'Italia

La polizia britannica ha effettuato 11 arresti in relazione agli insulti razzisti pubblicati online contro i giocatori di colore della nazionale inglese che sbagliarono i rigori nella finale di Wembley contro l’Italia. La UK Football Policing Unit ha riferito che dei 207 post sui social media identificati come razzisti, 123 account risultavano a nome di individui che vivono al di fuori della Gran Bretagna. 

Gli account identificati all’interno del Regno Unito sono stati finora 34, e 11 dei titolari di questi account sono ora stati arrestati. Gli account stranieri verranno invece segnalati alle autorità dei rispettivi Paesi. A subire gli abusi razzisti furono Marcus Rashford, Jadon Sancho e Bukayo Saka, che sbagliarono i rigori nel match decisivo con la Nazionale italiana. 

C’è gente che crede di potersi nascondere dietro ai social e cavarsela dopo aver postato commenti così abominevoli”, ha detto Mark Roberts, a capo dell’unità di polizia che si occupa degli abusi e dei reati legati al mondo del calcio. Gli abusi razzisti contro i giocatori della nazionale inglese suscitarono indignazione in tutta l’Inghilterra, con una dura presa di posizione del premier Boris Johnson, che condannò l’episodio.