Un dietrofront destinato ad accendere dibattiti e polemiche. I giudici federali americani hanno bloccato temporaneamente l'applicazione dell'obbligo del vaccino contro il Covid varato dall'amministrazione Biden per alcune categorie di lavoratori. La prima sentenza, emessa da un giudice federale della Louisiana, blocca in tutto il Paese l'obbligo vaccinale per gli addetti 
sanitari di ospedali e centri medici che ricevono fondi federali.  Con questa sentenza viene esteso a tutti gli Stati Uniti il blocco della misura che lunedì un giudice del Missouri aveva deciso per 10 stati. L'attorney generale della West Virginia, uno degli Stati a guida repubblicana che hanno fatto ricorso contro le misure di Biden, ha celebrato la sentenza come una vittoria: "Siamo contenti che la Corte si sia schierata a difesa della libertà individuale dei lavoratori del settore sanitario", ha detto Patrick Morrisey.  L'altra sentenza, emessa da un giudice del Kentucky, ha valore meno ampio e blocca l'applicazione dell'obbligo vaccinale per i dipendenti di società che hanno appalti federali - che dovrebbe entrare in vigore il prossimo 8 dicembre - in Kentucky, Ohio e Tennessee. 

In Italia l'obbligo vaccinale per personale sanitario e delle Rsa è già in vigore dallo scorso aprile e ora si annuncia una nuova stretta a partire da metà dicembre quando tutto il personale della scuola del comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico e del personale che lavora, a qualsiasi titolo, nelle strutture sociosanitarie dovrà essere immunizzato contro il Covid, con la terza dose inlcusa nell'obbligo stesso. .