Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
3 giu 2022
3 giu 2022

Covid, risalita dei contagi in Francia: perché succede, il ruolo delle sottovarianti

Da lunedì percentuali di positività in aumento nella popolazione, di ritorno da un lungo ponte festivo. Gli epidemiologi: colpa delle mutazioni di Omicron

3 giu 2022
featured image
La variante Omicron
featured image
La variante Omicron

Parigi - Il Covid non è ancora stato spazzato via. Se ne sta accorgendo la Fancia, che assiste in questi giorni a una inaspettata risalita contagi quotidiani, dopo molte settimane di continua discesa pur in totale assenza ormai di ogni precauzione. Le mascherine sono infatti ormai scomparse anche dai trasporti dall'inizio della primavera e non ci sono più regole o limiti per gli assembramenti.

La fine delle limitazioni  e della linea del rigore non aveva impedito, a aprtire da fine marzo, una costante discesa dei casi Covid al ritmo di circa il 20% ogni settimana. Ma dal ponte festivo dell'Ascensione, una settimana fa, l'epidemia sta subendo una nuova accelerazione: +6% lunedì, +10% martedì, +19% mercoledì e +20% giovedì. La risalita dei casi accertati, secondo gli osservatori, può essere favorita in parte dall'aumento dei test - ormai ridottissimi nel numero negli ultimi mesi - in seguito al ritorno dal
lungo ponte, che lasciava presagire un rallentamento del calo.

Tuttavia la ripresa ha preso tutti alla sprovvista e gli epidemiologi ipotizzano che all'origine ci siano le sottovarianti BA.4 e BA.5, che appartengono al filone Omicron ma sono più contagiose della BA.2. Gli stessi sanitari prevedono che queste due varianti, in continua crescita, divengano predominanti in Francia a metà giugno.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?