Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
24 mar 2022
24 mar 2022

Kiev, centenaria sopravvissuta all'Olocausto salvata dalle bombe grazie a team israeliano

Protagoniste del blitz le squadre volontarie israeliane di risposta alle emergenze. Intanto la città oggi è tra le 10 più inquinate del mondo a causa delle esplosioni

24 mar 2022

Kiev - Una storia a cavallo tra due guerre arriva dalla capitale ucraina. Un piccolo miracolo legato anche alla solidarietà tra i popoli. Doba Huberhryz sopravvissuta all'Olocausto, è stato tratto in salvo da Kiev, martoriata dal fuoco dell'artiglieria russa, da un team Zaka, le squadre volontarie israeliane di risposta alle emergenze. Lo ha confermato oggi un portavoce dell'organizzazione. Huberhryz, 100 anni, si trova attualmente in Moldavia e sarà trasportata in Israele. 

Immagini da una giornata di guerra a Kiev
Immagini da una giornata di guerra a Kiev

La missione è stata raccontata da Nachman Dickstein, della sezione ucraina di Zaka, in un'intervista all'emittente israeliana 103FM, nella quale ha riferito di aver ricevuto una telefonata da Israele durante la notte, nella quale gli si chiedeva, "Nachman, dovete tirarla fuori di lì". Zaka ha allora organizzato un'ambulanza con altri soccorritori, per trapostare una serie di persone da Kiev alla Moldavia. L'anziana Huberhryz, ha raccontato ancora Dickstein, "in due ore ha messo 100 anni della sua vita in una valigia". 

La donna è nata il 3 ottobre del 1921 a Orikhiv nella regione ucraina di Zaporizhzhia. Durante la Seconda Guerra Mondiale fuggì a Taskent, in Uzbekistan,e fece ritorno a Kiev con la sua famiglia dopo la fne del conflitto. Per lei, ha raccontato Dickstein, il fatto che un'altra guerra stesse devastando il suo Paese è insopportabile. Probabilmente, l'anziana non farà ritorno in Ucraina, "ora vuole solo raggiungere Israele".

false
false

Intanto oggi Kiev è risultata tra le prime 10 città al mondo con l'aria più inquinata a causa degli incendi causati dal conflitto in corso. Lo scrive il sito Pravda precisando che questa mattina la capitale ha raggiunto l'ottavo posto nella classifica mondiale delle città più inquinate. La concentrazione di sostanze inquinanti è 13 volte superiore alla norma raccomandata dall'Oms, scrive il sito che cita come fonte il dipartimento di ecologia e risorse naturali dell'amministrazione statale della città. I funzionari di Kiev hanno consigliato ai residenti di non aprire le finestre o di lasciare le proprie abitazioni qualora la qualità dell'aria dovesse peggiorare.

Da un mese le truppe russe bombardano l'intero paese, provocando esplosioni e distruzione di edifici civili e infrastrutture militari. Case, centri commerciali, magazzini e distributori di benzina bruciano ogni giorno in tutto il paese e spesso i soccorritori non sono in grado di spegnere gli incendi per diverse ore a causa dei bombardamenti. Tutto ciò porta al peggioramento della qualità dell'aria. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?