Maratona di New York
Maratona di New York

Milano, 2 novembre 2015 - Doppietta keniana trionfa alla maratona di New York, ma tra i primi 150 atleti c'è anche qualche lombardo. E, considerando che i partecipanti erano oltre 50mila (oltre 2mila italiani) non è male. I 42,195km della Grande Mela incoronano, quindi, Stanley Biwott, leader della gara maschile in 2h10:34, e Mary Keitany, che replica il successo del 2014 dominando in solitaria la prova femminile in 2h24:25. Tra gli uomini completano il podio il keniano Goeffrey Kamworor (2h10:48) e l'etiope Lelisa Desisa (2h12:10), mentre le etiopi Aselefech Mergia (2h25:32) e Tigist Tufa (2h25:50) sono rispettivamente la seconda e la terza donna al traguardo.

In chiave azzurra il miglior piazzamento è quello di Anna Incerti. La siciliana, oro europeo 2010, su un percorso a lei non troppo congeniale finisce in nona posizione (2h33:13). Il primo italiano e primo atleta del Vecchio Continente ad attraversare la linea d'arrivo a Central Park è, invece, Andrea Lalli, molisano delle Fiamme Gialle, che si piazza undicesimo. Niente da fare per il campione europeo Daniele Meucci (Esercito) che, reduce da alcuni problemi intestinali nei giorni precedenti alla competizione, ha dovuto alzare bandiera bianca un paio di chilometri prima del giro di boa. Diciottesimo posto per il frusinate Carmine Buccilli (2h23:48), ventiduesimo il 37enne lombardo Alessandro Claut dell'Atletica Riccardi Milano (2h28:22), mentre il friulano Scaini termina 53esimo (2h36:32). Presente anche l'olimpionico Stefano Baldini che ha portato con lui al traguardo (2h48:09) la causa solidale delle onlus ActionAid e Apro. Il bresciano Danilo Peri arriva 106esimo, il mantovano Werner Broz si piazza al 122esimo posto, mentre il bergamasco Andrea Poemsano al 134esimo. (TUTTI I RISULTATI)