Milano, 22 marzo 2018 - Solido e convincente, il  19enne milanese delle Fiamme Azzurre, Matteo Rizzo, ha aperto oggi la seconda giornata dell'Italia ai Mondiali di Milano confermando tutte le aspettative della vigilia. Reduce dallo splendido bronzo ai Mondiali Junior di Sofia, Rizzo oggi ha chiuso la prima metà di gara dell'individuale maschile al 18esimo posto, frutto di un ottimo programma corto valutato 77.43 punti (40.47 di valutazione tecnica e 36.96 per i components). Maiuscola dal primo fino all'ultimo istante, la prestazione di Matteo è stata a lungo scandita dall'entusiasmo del pubblico che ha accompagnato l'intera performance con commenti di ammirazione e applausi convinti.

"Sono felicissimo, il rumore assordante della gente quasi non mi faceva sentire la colonna sonora e tutto questo è fantastico: sono grato per questo calore così speciale che mi ha dato una grande energia, non avevo mai pattinato in un'arena del genere, con così tanto tifo - ha rivelato Matteo nel post gara -. Sì, sono consapevole di avere buone potenzialità ma se riesco a raggiungere i risultati prefissati è perché lavoro e mi impegno sempre a fondo. Dopo l'Olimpiade questo Mondiale era l'evento che attendevo con più trepidazione. Ora per il libero punto a un programma pulito e a proporre ancora quanto ho preparato".

Domani il meritato riposo, quindi, sabato mattina, il secondo segmento di gara. L'Italia, comunque vada, ha trovato un talento cristallino su cui costruire il proprio futuro.