Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 lug 2022
laura lana
Politica
15 lug 2022

Sesto San Giovanni, primo Consiglio e già accordi saltati

Anche franchi tiratori sul presidente designato Coccetti, fedelissimo del sindaco, rischia di saltare Pastorino (Pd). E Vincelli lascia la civica

15 lug 2022
laura lana
Politica
Nuova giunta comunale Sesto - Per edizione Milano metropoli - 15 luglio 2022 - Foto Spf/ANSA
Nuova giunta comunale Sesto
Nuova giunta comunale Sesto - Per edizione Milano metropoli - 15 luglio 2022 - Foto Spf/ANSA
Nuova giunta comunale Sesto

Sesto San Giovanni (Milano) - Per la prima volta, il Consiglio comunale di Sesto non è riuscito a eleggere il suo presidente. È andata “buca” la seduta di giovedì sera, prima di insediamento del nuovo parlamentino e della Giunta dopo le elezioni che hanno confermato al ballottaggio Roberto Di Stefano. Accordo saltato tra maggioranza e opposizione (tradotto: il Pd), ma voto non univoco neanche all’interno dei banchi del centrodestra. Il nome designato a ricoprire il ruolo di presidente del Consiglio comunale era quello di Davide Coccetti, fedelissimo del sindaco, esponente della sua lista civica ed ex assessore. Niente da fare, solo 14 i voti ottenuti sui 17 necessari: 9 schede bianche (quindi una da parte della maggioranza e 8 dall’opposizione) e un voto per il leghista Salvatore Romano.

Ritenta che sarai più fortunato, martedì sera ci sarà una seconda convocazione del Consiglio per la nomina del presidente dell’aula e dei due vicepresidenti: se per quello di minoranza si parlava di Loredana Pastorino (Pd) che già nel primo mandato aveva ricoperto lo stesso ruolo, ora il centrodestra potrebbe decidere di cambiare nome vista l’intesa non raggiunta. La mancata elezione di Coccetti non è l’unico colpo di scena. A sorpresa Gianmaria Vincelli ha abbandonato la lista civica “Di Stefano Sindaco“ per entrare nel gruppo misto (avrebbe voluto costituire il gruppo “Noi con l’Italia“, ma da regolamento avrebbe avuto bisogno di altre 2 adesioni). "La maggioranza già scricchiola e tiene bloccata la macchina amministrativa", accusa tutta la minoranza, che ha anche denunciato la composizione di uno staff del sindaco allargato: oltre a Marcella del Vecchio, confermata, nell’ufficio fiduciario di Di Stefano l’ex consigliere Tullio Attanasio e Luna Brudaglio, già collaboratrice dell’europarlamentare leghista Silvia Sardone e volontaria del gruppo di estrema destra Lealtà e Azione.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?