Giorgia Meloni con Andrea Mascaretti, passato da FI a Fratelli d'Italia
Giorgia Meloni con Andrea Mascaretti, passato da FI a Fratelli d'Italia

Milano, 3 agosto 2019 - Giorgia Meloni tende la mano alla Lega, e lancia la sfida al sindaco Giuseppe Sala in vista delle prossime Comunali a Milano. «Insieme possiamo vincere - spiega - e per la scelta del candidato sindaco sono favorevole alle primarie. La questione non è chi sceglie il candidato, ma qual è il candidato migliore». Una strada delineata a Palazzo Marino, durante la conferenza stampa che ha ufficializzato il passaggio di Andrea Mascaretti da Forza Italia a Fratelli d’Italia, davanti ai big milanesi del partito: tra gli altri i fratelli Ignazio e Romano La Russa, gli assessori regionali Riccardo De Corato e Lara Magoni, Carlo Fidanza e la coordinatrice regionale Daniela Santanchè. Dopo la paura d’agosto, a settembre potrebbe tenersi un vertice Lega-FdI sulle Comunali milanesi, con Matteo Salvini che ha più volte ribadito di voler mettere il cappello sul nome del candidato.

Intanto Forza Italia, scossa dalla crisi, perde un consigliere a Palazzo Marino. Già assessore con la giunta Moratti, Mascaretti a maggio era subentrato nel gruppo “azzurro” in Comune a Pietro Tatarella, dimessosi dopo l’arresto nell’inchiesta con al centro presunte mazzette e appalti pilotati. In Consiglio comunale passerà ora, secondo la normativa e il regolamento, nel Gruppo Misto non avendo FdI altri rappresentanti. Da lì porterà avanti le istanze del partito di Giorgia Meloni. «Finora l’opposizione a Sala è stata troppo morbida - sottolinea la leader di FdI - è ora di cambiare passo. Questo passaggio segna di fatto il nuovo ingresso di FdI a Palazzo Marino, nelle ultime amministrative si era creato questo vulnus per cui, per pochissimi voti, non avevamo rappresentanti in Consiglio comunale».

E Mascaretti si è detto pronto alla «nuova sfida» sui banchi dell’opposizione. «Forza Italia in questo momento mi sembra troppo impegnata a guardare al suo interno - spiega - il mio impegno sarà soprattutto in campo sociale, vogliamo pensare a tutti i milanesi anche quelli che vivono nelle periferie e che purtroppo vengono trascurati». Da Milano lo sguardo si allarga sul panorama nazionale. «Con la Lega avremmo una maggioranza schiacciante - conclude Meloni - siamo di fronte a un’occasione storica e siamo pronti a governare la nazione». FdI si candida a «rappresentare tutte le destre», facendo scouting anche nelle file di Forza Italia, con «un grande partito sovranista e conservatore».