Silvia Roggiani, Pd di Milano
Silvia Roggiani, Pd di Milano

Milano, 10 giugno 2019 - "A Cormano e Rozzano la sconfitta c'è e fa male, ma resta la convinzione di aver messo in campo tutte le energie possibili. Congratulazioni a chi ha vinto e grazie a tutti coloro che si sono messi in gioco per tentare di salvare le nostre città dall'estremismo e dall'incapacità delle destre a trazione leghista". La segretaria metropolitana del Pd di Milano, Silvia Roggiani, commenta così l'esito dei ballottaggi. In particolare a Cormano, circa 20mila abitanti nell'hinterland del capoluogo, il centrosinistra ha perso una delle sue roccaforti nella zona.

"A Milano Metropolitana - prosegue Roggiani - vinciamo a Paderno Dugnano e Novate Milanese. Vittoria per la candidata civica (sostenuta dal Pd), Arianna Tronconi, anche a San Zenone al Lambro, città storicamente di centrodestra, che al primo turno aveva registrato la parità fra i due competitor. Purtroppo non ce l'abbiamo fatta a Cormano e a Rozzano, dove abbiamo perso per un pugno di voti". Poi i "complimenti a Ezio Casati, nuovo sindaco di Paderno Dugnano, il comune più grande della Città metropolitana che andava al voto, per un risultato davvero straordinario e per aver strappato la città alla Lega, che la governava da dieci  anni. Grandissimo risultato anche quello di Daniela Maldini a Novate Milanese, dove i cittadini hanno premiato il buon lavoro portato avanti in questi anni dal Pd al governo della città".