Nemanja Nedovic è tornato subito a colpire con 21 punti realizzati
Nemanja Nedovic è tornato subito a colpire con 21 punti realizzati

Sassari, 16 dicembre 2018 - Avendo in programma "solo" 7 partite nei prossimi 15 giorni l'Olimpia Milano ha pensato bene di giocare pure un overtime in quel di Sassari dove comunque ha mantenuto la sua imbattibilità infilando la decima vittoria consecutiva. Finisce con un pirotecnico 106-107 il match del PalaSerradimigni con l'AX che ha gestito quasi tutto il match salvo rischiare di fare il patatrac con un finale dei "regolamentari" scellerato. Alla fine è comunque arrivata la vittoria, che permette ai biancorossi di eguagliare la loro miglior partenza di stagione in Serie A dell'era moderna.

La novità più interessante e sostanziosa della serata in Sardegna peraltro è il ritorno in campo di Nemanja Nedovic che torna esattamente da dove aveva lasciato visti i 21 punti (2/3 da 2 e 4/8 da 3) in 23 minuti, mentre non ci può essere riposo per Mike James che ne gioca comunque 38 con un clamorosa prestazione 15 assist (oltre ai consueti 19 punti con 11/13 ai liberi). Sotto canestro invece coach Simone Pianigiani ha preferito puntare su Arturas Gudaitis e la risposta del lituano è ormai standard con l'ennesima "doppia doppia" da 16 punti e 10 rimbalzi, incredibile se si pensa che è stata confezionata in soli 22 minuti.

Tutti a segno, comunque, gli 11 uomini a disposizione di Pianigiani (fuori per turnover Tarczewski e Bertans) che forse avrebbe preferito qualche attenzione in più in difesa e soprattutto a rimbalzo dove Sassari ha decisamente sopravanzato Milano 57-36 riuscendo così a rimanere sempre in partita (clamoroso Cooley con 19 rimbalzi, di cui ben 10 offensivi), pur trovando molta fluidità in attacco. La partenza è stata subito marchiata Nedovic (6-11), ma Bamforth (finirà con 32 punti) fa subito capire che sarà un protagonista della partita impattando a quota 18 al 9'.

L'AX fatica a prendere le redini della partita fino al 15', poi James cambia marcia, segna 3 tiri liberi e fa una schiacciata, ma è con i suoi assist per Brooks e Gudaitis che Milano vola sul 34-45 al 19'. Ancora 4 punti in fila di Gudaitis mantengono l'Olimpia sul +10 (43-53), ma improvvisamente ad inizio quarto periodo Sassari si accende e si fa sotto pericolosamente (65-68), scavalcando poco dopo con Cooley sul 72-70. L'equilibrio sembra farla da padrone fino a quando ancora Nedovic si mette in proprio con 7 punti consecutivi a 1'34" dal 40' (82-89), ma Sassari non molla la presa e con un ultimo minuto clamoroso impatta con Bamforth a -5" (91-91).

Nell'overtime ancora lui firma l'unico vantaggio di Sassari sul 96-95, poi Milano vive dalla lunetta (101-102) fino a quando a 14" dalla fine Micov, silente per tutta la gara con 3 punti sino a qual momento, prova a chiuderla con la tripla del +4 (101-105). Invece servono ancora due tiri liberi del serbo per chiuderla definitivamente con lo spavento pure del tiro da metà campo nel finale di Sassari sul 106-107 con il quale si chiude la gara in favore dell'Armani Exchange.  

BANCO DI SARDEGNA SASSARI-AX MILANO 106-107
18-21; 41-45; 63-68
SASSARI: Spissu 6, Smith 13, Bamforth 32, Petteway 5, Devecchi, Magro, Pierre 5, Gentile 7, Thomas 14, Polonara 7, Diop ne, Cooley 17. All. Esposito
MILANO: James 19, Micov 8, Musumeci ne, Gudaitis 16, Fontecchio 3, Nedovic 21, Kuzminskas 4, Cinciarini 7, Burns 8, Brooks 8, Jerrells 6, Della Valle 7. All. Pianigiani
Tiri da 2 SS 27/62 MI 18/33 Tiri da 3 SS 11/26 MI 12/31 Tiri liberi SS 19/28 MI 35/47 Rimbalzi SS 57 (Cooley 19) MI 36 (Gudaitis 10) Assist SS 25 (Smith 6) MI 23 (James 15)