Gigi Datome, è ancora lui l'uomo che spacca la partita per l'Olimpia
Gigi Datome, è ancora lui l'uomo che spacca la partita per l'Olimpia

Milano, 25 ottobre 2020 - Continua la sua marcia da imbattuta in Italia l'Armani Exchange Milano che ha ragione della Fortitudo Bologna per 71-82. Ormai la forza dell'Olimpia è talmente significativa che a far notizia, più che la vittoria finale, è che all'intervallo i bolognesi si trovavano in vantaggio, ma, a parte questa sbandata di 10 minuti, Milano prosegue per la sua strada infilando la quinta consecutiva in Serie A al termine di una stranissima settimana senza coppe (dopo il rinvio con lo Zenit per covid, anche questa settimana non giocherà con l'Alba Berlino per lo stesso motivo). Lo fa con un secondo tempo d'autorità trascinata ancora una volta da Shavon Shields che confeziona nella ripresa 13 dei suoi 17 punti finali.

L'ala con origini danesi nasconde il suo 0/7 da tre punti con un preciso 7/12 da 2 e una personalità da vendere, tanto che è chiaro quanto abbia già conquistato coach Messina che lo lascia in campo 18 minuti sui 20 totali della ripresa. Lo squillo arriva anche da Datome che gioca una partita lineare, ma soprattutto ha quella clamorosa qualità di fare i canestri che spaccano le partite. Chiude con 16 punti (3/4 da 2 e 3/4 da 3) e ancora una volta fa i due canestri che decidono praticamente il match, mentre Hines mette insieme la sua prima "doppia doppia" italiana con 12 punti e 11 rimbalzi.

Eppure la partenza dei milanesi era stata ottima con un Roll già caldissimo nei primi minuti (3-9). Il 13-20 di fine primo quarto sembra preludere ad un altro facile successo e invece il secondo periodo diventa il palcoscenico di Pietro Aradori con 16 punti realizzati grazie ad un perfetto4/4 da 3 trascinando letteralmente di forza la Fortitudo al vantaggio sul 42-38 al 20'. Finito il fluido magico, assestata la difesa sul tiratore biancoblu, i milanesi hanno ritrovato subito il vantaggio dopo un paio di minuto con LeDay sul 44-45 e da quel momento non si sono più guardati indietro. Le due triple di Rodriguez e Datome hanno lanciato l'AX sul 56-63 del 30', i padroni di casa hanno la forza di risalire fino al 68-71 con una tripla di Banks al 37', ma è ancora Datome che scaccia la paura con 4 punti consecutivi per il nuovo +7 (68-75) che manda i titoli di coda anche a Bologna in favore dell'Olimpia Milano.

 

FORTITUDO BOLOGNA-ARMANI EXCHANGE MILANO 71-82 13-20; 42-38; 56-63

BOLOGNA: Banks 8. Aradori 24, Mancinelli, Simon ne, Dellosto ne, Feltcher 3, Palumbo 3, Happ 10, Whithers 16, Totè 4, Sabatini 3. All. Sacchetti
MILANO: LeDay 7, Moretti, Moraschini 3, Roll 13, Rodriguez 9, Tarczewski 5, Biligha ne, Cinciarini, Shields 17, Brooks, Hines 12, Datome 16. All. Messina
Note: tiri da 2: BO 22/42, MI 23/45; tiri da 3: BO 7/20, MI 9/30; tiri liberi: BO 6/11, MI 9/12; rimbalzi: BO 30 (Happ 7), MI 46 (Hines 11); assist: BO 18 (Banks 7), MI 16 (Moraschini 6).