Ettore Messina
Ettore Messina

Milano, 13 giugno 2019 - Il 4 giugno 2005 è una delle date più importanti dell’epoca Armani con l’Olimpia Milano. La primissima AJ espugna il campo di Treviso in Gara 5 di semifinale con una rimonta incredibile e vola in finale in modo inatteso. Non vincerà poi lo scudetto, ma quel giorno mise l’Olimpia nelle zone nobili del campionato italiano. Fu l’ultima gara in Italia di Ettore Messina, che proprio dai milanesi, 14 anni dopo, ripartirà ad allenare in Serie A dopo aver vinto 13 trofei alla guida del CSKA Mosca (tra cui 2 volte l’Eurolega), aver guidato il Real Madrid e, ancora di più, essere sbarcato con un ruolo di primo piano nel mondo NBA al fianco di un guru come Popovich.

Ruolo in panchina, ma anche ampissimo ruolo societario a 360° per dare un’impronta da azienda sportiva all’Olimpia. Si parte dal mercato e dalla costruzione della squadra, con i tanti contratti attualmente validi e la scelta dei giocatori su cui puntare, con un mandato eventualmente anche per delle transazioni, puntando a rinforzare il gruppo. Sicuramente l’appeal di un allenatore come Messina, a livello europeo, ma anche americano, potrebbe mettere l’Olimpia al centro del mercato. Inoltre la recente esperienza agli Spurs, dovendo gestire 82 partite di stagione regolare con i playoff, porterà una persona che saprà risolvere uno dei problemi principali della squadra nelle ultime stagioni. Si dovrà anche occupare dello staff tecnico, visto che dopo 6 stagioni da assistente Massimo Cancellieri pare destinato a tornare a fare il capo allenatore a Ravenna, mentre dovrebbe continuare la sua avventura milanese Mario Fioretti. C’era anche lui all’Olimpia in quella famosa Gara 5 e con Messina ha già collaborato nel biennio 2015-2017 alla guida della Nazionale. Ancora qualche giorno a San Antonio per definire il rientro in Italia e poi inizierà l’avventura di Ettore Messina all’Olimpia con una presentazione che dovrebbe esserci settimana prossima.