Christian Burns, solida prova da ex per il milanese
Christian Burns, solida prova da ex per il milanese

Desio (Monza e Brianza) 10 dicembre 2018 - Il derby è colorato di biancorosso al PalaDesio con l'Armani Exchange che esce nettamente vittoriosa nella gara contro Cantù, neo-sponsorizzata Acqua San Bernardo, per 74-101. Un successo chiaro per la formazione di coach Simone Pianigiani che doveva riscattare la magra figura interna in Eurolega e dunque ha approcciato la partita con ancora più attenzione, così da sgretolare lentamente tutte le certezza di una Cantù che, in pratica, è rimasta nel match solo nel primo tempo.

I milanesi hanno girato praticamente tutti i giocatori, Micov il più utilizzato con soli 24 minuti, trovando canestro da tutti nell'ennesima serata in Serie A chiusa in tripla cifra. In particolare il "magic moment" di Arturas Gudaitis che dopo la "tripla doppia" in Eurolega è ancora dominante con 8/9 da 2 e 8 rimbalzi, ben coadiuvato dal conterraneo Kuzminkas alla miglior prova stagione con 6/8 da 2 e 2/4 da 3. Pashutin al contrario prova a spremere energie dai suoi 8 uomini 8, ma alla fine il divario è davvero troppo, e poco serve consolarsi con i suoi due lunghi Jefferson (20+12) e capitan Udanoh (14+12) entrambi arrivati in "doppia doppia" a fine partita non riuscendo praticamente a trovare nulla dalla panchina.

A inizio gara l'Acqua San Bernardo la prende di slancio proprio con Jefferson protagonista della partenza (14-9), ma la reazione di Milano è subito veemente portandosi al 9' sul 14-18. L'ultimo vantaggio del match Cantù lo trova ancora sul 22-21 con lo stesso Jefferson, ma è ancora un preludio ad un altro 0-9 di break che lancia l'AX sul 22-30 con due triple filate di Kuzminskas. Cinciarini prova a far subito spiccare il volo a Milano sul 26-41, ma Cantù ha ancora la forza di reagire arrivando 36-43 ad un passo dall'intervallo, addirittura 44-48 a inizio terzo quarto, poi, però, la ripresa, però, diventa un monologo dei milanesi con Jerrells e Kuzminskas che iniziano a bombardare fino al 48-63 che inizia già a definire l'andamento finale della gara. Nell'ultimo periodo, poi, l'AX è straripante, segna addirittura 37 punti scollinando quota 100 proprio nel finale con l'ex di turno Burns che mette la ciliegina su una prestazione di alto profilo.  

ACQUA SAN BERNARDO CANTU'-AX MILANO 74-101
18-18; 36-44; 52-64
CANTU': Gaines 16, Mitchell 8, Balkes 13, Udanoh 14, Barapapè ne, Parrillo 3, Davis, Tassone ne, La Torre, Pappalardo ne, Quaglia ne, Jefferson 20. All. Pashutin
MILANO: Della 8, James 7, Micov 5, Barbieri, Gudaitis 19, Bertans 3, Fontecchio 2, Kuzminskas 20, Cinciarini 7, Burns 15, Brooks 4, Jerrells 11. All. Pianigiani
Tiri da 2 CNT 26/55 MI 24/36 Tiri da 3 CNT 4/20 MI 11/25 Tiri liberi CNT 10/15 MI 20/25 Rimbalzi CNT 42 (Udanoh 12) MI 32 (Gudaitis 8) Assist CNT 11 (Jefferson 3) MI 24 (Micov 6)