Brahim Diaz e Zlatan Ibrahimovic festeggiano dopo il gol (Ansa)
Brahim Diaz e Zlatan Ibrahimovic festeggiano dopo il gol (Ansa)

Milano, 1 dicembre 2020 – Manovre importanti in casa Milan in ottica rinnovi. Se Gigio Donnarumma ha fatto ben intendere di voler continuare a vestire la maglia rossonera condividendo il progetto del club, diverso è il discorso per Hakan Calhanoglu.

Il destino di Hakan

Entro Natale, il club rossonero capirà se riuscirà o meno a rinnovare il contratto del suo numero 10, in scadenza, come noto, il prossimo 30 giugno 2021: la prima mossa del Diavolo è stata quella di fissare un appuntamento con Gordon Stipic, agente del fantasista turco. L’offerta massima che il club di via Aldo Rossi proporrà per il nuovo contratto è di 4 milioni di euro netti l’anno, una proposta che la dirigenza compatta considera adeguata per il calciatore che attualmente percepisce 2,5 milioni netti a stagione. Rispedita al mittente, dunque, la richiesta, ritenuta eccessiva dal Milan, fatta da Stipic tempo fa quando aveva parlato di 7 milioni di euro netti all’anno: le pretese dell’agente del turco non solo hanno frenato gli entusiasmi rossoneri ma hanno fatto riflettere anche gli altri corteggiatori del centrocampista come la Juventus, che lo sta seguendo con molta attenzione.

Brahim Diaz

Per Brahim Díaz il Real Madrid chiede 25 milioni di euro: una cifra non troppo elevata per un giocatore che ha già dimostrato a Pioli di avere classe, talento e voglia di fare. Massara ha detto che ascolterà le richieste dei Blancos e che l’intenzione è quella di garantirsi le prestazioni dello spagnolo, soprattutto in caso Calhanoglu dovesse lasciare il Milan: il club potrebbe quindi riscattare Díaz già nella sessione di calciomercato di gennaio. Unico nodo da sciogliere resta la possibilità che il Real voglia inserire nell’accordo di cessione del giocatore un diritto di riacquisto del cartellino.

Zlatan

Ibrahimovic non ha ancora approfondito l’aspetto economico per il suo nuovo contratto che però sembra proprio essere nell’aria vista anche la grande stagione che il Milan sta vivendo finora. Questo, ha specificato il quotidiano sportivo nazionale, intenderà farlo soltanto nel momento giusto. Tuttavia, le battute a distanza con Paolo Maldini ed i sorrisi continui con il management della società milanista dimostrano quanto il bomber nativo di Malmö sia deciso a prolungare questa sua esperienza milanista. Se poi dovesse andare a buon fine, come praticamente certo, il rinnovo del compagno e collega di procuratore Donnarumma, Zlatan resterebbe molto più volentieri in rossonero per un altro anno, provando a giocarsi una Champions League a 40 anni.