Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
19 dic 2021

Il Milan battuto e agganciato dal Napoli: decide un gol di Elmas, 0-1

Annullato allo scadere il possibile pareggio di Kessié dopo l'intervento del VAR

19 dic 2021
ilaria checchi
Sport
AC Milan's midfielder Frank Kessie scores goal during the Italian Serie A soccer match AC Milan vs Napoli at Giuseppe Meazza Stadium in Milan, Italy, 19 December 2021. ANSA / ROBERTO BREGANI
Il gol annullato a Kessie
AC Milan's midfielder Frank Kessie scores goal during the Italian Serie A soccer match AC Milan vs Napoli at Giuseppe Meazza Stadium in Milan, Italy, 19 December 2021. ANSA / ROBERTO BREGANI
Il gol annullato a Kessie

Milano, 18 dicembre 2021 –Il Diavolo affronta uno dei match chiave della stagione ospitando il Napoli a San Siro: Spalletti punta a vincere per agganciare il Milan al secondo posto a quota 39 punti, mentre Pioli non vuole fallire per mantenere la lunghezza di distanza che lo separa da Simone Inzaghi e l’Inter. Alla fine sono i partenopei a festeggiare vincendo 1-0 grazie al gol di Elmas al 4’.

In campo

Theo Hernandez, inizialmente convocato dal tecnico rossonero, è stato tolto dalla lista dei disponibili a causa di un peggioramento dello stato febbrile e come terzino sinistro Pioli opta quindi Ballo-Touré: nessun’altra sorpresa negli undici titolari di casa, con Ibrahimovic prima punta, supportato alle spalle dal trio Messias-Brahim Diaz-Krunic. Spalletti invece sceglie a sorpresa Petagna in avanti, con il tridente Lozano-Zielinski-Elmas in appoggio. In occasione del match contro i partenopei, per festeggiare il compleanno del Milan, avvenuto lo scorso 16 dicembre, a San Siro, prima del fischio d'inizio, si sono spente le luci dello stadio e tutti i tifosi presenti, dotati di un adesivo rosso da applicare sul flash del cellulare, hanno illuminato gli spalti, il tutto accompagnato anche da una bella coreografia della Curva Sud.

Subito Elmas

Massa dà il fischio di inizio al match e il Napoli parte con la quinta marcia ingranata tant’è che al 4’ gli ospiti trovano subito il gol del vantaggio: calcio d'angolo dalla destra di Zielinski e colpo di testa vincente di Elmas sul primo palo che sorprende una difesa rossonera troppo disattenta. Il Milan viene colpito a freddo e i partenopei ne approfittano per continuare a spingere e all’8’ Anguissa prova a sfruttare un pallone vagante ma non trova la porta: al 12’ il calcio di punizione di Tonali non viene sfruttato a dovere dai compagni che faticano a trovare la quadra giusta per scardinare la manovra azzurra, mentre al 17’ Zlatan sfiora il gol del pareggio con un colpo di testa su un cross dalla sinistra di Ballo-Touré, mancando la porta di Ospina di un soffio. I padroni di casa carburano e riescono a organizzarsi meglio ma al 21’ torna a proporsi Zielinski, ma la sua palla per Petagna trova il recupero difensivo di Florenzi. Un tiro velleitario di Kessié, a lato, e la conclusione di Lozano murata da Ballo-Touré portano il match alla mezzora abbondante di gioco senza particolari acuti: al 34’ è Florenzi invece a provarci con un sinistro di prima intenzione dalla distanza che si spegne out di pochissimo. Prima del duplice fischio Lozano supera agevolmente Ballo-Touré e va due volte al tiro, ma trova in entrambi i casi la respinta della difesa rossonera, con un Tomori provvidenziale a salvare la porta di casa. Una difficile conclusione di Lozano in girata al 43’ con palla ampiamente fuori, mette fine alla prima frazione di gioco: Massa manda tutti negli spogliatoi senza dare nemmeno un minuto di recupero.

Decide il VAR

Né Pioli né Spalletti attuano cambi nel corso dell’intervallo e il match riparte con gli stessi 22 in campo: il match riparte ed è il Milan a sfiorare il pari ancora con Ibra: Kessié allarga sulla sinistra per Krunic che, di prima, appoggia per lo svedese ma il suo mancino, da posizione defilata, viene deviato in corner da Ospina. Un minuto dopo è invece Messias a farsi dire di no dal portiere ospite, mentre il Napoli replica al 51’ con Petagna che, solissimo, si fa chiudere da Tomori in scivolata. Lobotka per Demme è la prima scelta di Spalletti e al 60’ il cross basso di Lozano per Elmas viene disinnescato ancora da una decisiva scivolata di Tomori in area. Saelemaekers e Giroud prendono il posto di Krunic e Brahim Diaz con Pioli che punta sull’attacco per provare a cambiare il ritmo del match del Milan passando al 4-4-2: al 67’ Messias scarica una buona conclusione, di poco fuori, ben imbeccato da Tonali mentre il Napoli punta al possesso palla e alla costruzione del gioco con tanto fraseggio. Poco dopo, sul cross a rientrare di Messias, Giroud stacca di testa ma manda oltre la traversa di testa mentre al 76’ il mancino di Petagna termina a lato. Lozano, Zielinski e Petagna lasciano il campo a Politano, Ounas e Mertens mentre Pioli butta nella mischia Bennacer e Castillejo al posto di Tonali e Messias: al 79’ bello scambio fra Ibra e Giroud in area ma in scivolata Rrahmani salva la porta ospite, mentre tre minuti dopo Zlatan spreca il tris a due passi dalla porta non sfruttando un regalo di Anguissa. Fuori Elmas, dentro Ghoulam tra le fila del Napoli, mentre Pioli opta per Kalulu al posto di Florenzi per gli ultimi cinque minuti di match: al 90’ Kessié trova il gol del pareggio dopo un batti e ribatti in area ma, dopo il consulto del VAR, Massa decide di annullare il gol dell’ivoriano per fuorigioco di Giroud. Ultimi minuti caldissimi dove il Milan prova a spingere per ritrovare la via del gol ma la confusione regna sovrana fino al triplice fischio dell’arbitro: il Napoli torna a casa con tre punti pesantissimi e l’aggancio in classifica al Milan. Per il Diavolo resta l’amarezza per un match giocato male nel primo tempo e per un gol trovato ma non regolare.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?