Lesione al menisco per Tomori
Lesione al menisco per Tomori

Milano, 14 gennaio 2022 – Un’altra tegola inaspettata è caduta in casa Milan: dopo la vittoria sofferta di ieri sera contro il Genoa in Coppa Italia, che è valsa il passaggio ai quarti di finale, Stefano Pioli deve fare i conti con un’altra defezione: durante la gara con il Grifone, infatti, Fikayo Tomori ha riportato una lesione del menisco mediale del ginocchio sinistro che necessita di intervento in artroscopia che verrà eseguito nel pomeriggio. Rientra invece, dopo la positività al Covid, Davide Calabria: Il giocatore è guarito e domani sarà a disposizione dello staff tecnico rossonero.

Tomori

Al termine dell’operazione la società diramerà un comunicato ufficiale ma, anche se è difficile fare previsioni, lo stop dovrebbe aggirarsi intorno a un mese. Se così fosse, il difensore rossonero salterebbe sicuramente i match di campionato contro lo Spezia (lunedì prossimo), Juventus (23 gennaio), il derby contro l’Inter (6 febbraio) e i quarti di Coppa Italia contro Lazio o Udinese, previsti per il prossimo 9 febbraio. Il ritorno in campo del giocatore inglese potrebbe avvenire poi tra la sfida alla Sampdoria (13 febbraio) e quella alla Salernitana (20 febbraio).

L’ex Chelsea era appena rientrato dopo aver superato la positività al Covid-19 e questo ulteriore stop non ci voleva, considerando l’emergenza in retroguardia che già attanaglia il Diavolo dopo il ko di Kjaer. Nonostante Matteo Gabbia e Pierre Kalulu stiano crescendo (ieri sera il francese ha regalato una prestazione di personalità) sembra sempre più evidente che la dirigenza di via Aldo Rossi debba intervenire sul mercato per arricchire la rosa di un nuovo difensore a dar manforte al gruppo. Con Tomori sono 5 i giocatori che quest’anno hanno dovuto subire un’operazione finora: Maignan (rottura dello scafoide), Plizzari (lesione della rotula), Kjaer (rottura del crociato e del collaterale) e Alessandro Florenzi (lesione parziale al menisco).

AAA difensore cercasi

L’infortunio di Tomori è capitato poco dopo le parole del direttore tecnico rossonero Paolo Maldini che prima della sfida di ieri sera parlava così di un possibile intervento sul mercato: "In questo inizio di campionato abbiamo visto la solidità e l’affidabilità dei nostri difensori di riserva quindi non è detto che arrivi un altro giocatore da qui a fine campionato". Se però Tomori dovesse restare fermo per qualche settimana, a quel punto il club sarebbe costretto a tornare sicuramente sul mercato bloccando anche l’eventuale la cessione in prestito di Gabbia. I nomi più caldi delle ultime ore non regalano sorprese: Abdou Diallo del Paris Saint-Germain ed Eric Bailly del Manchester United sono i primi della lista ma piace anche il profilo di Nicolò Casale del Verona e i rossoneri continuano a trattare anche per Nathan Ake del Manchester City e Malang Sarr del Chelsea. Non è un mistero, però, che l'obiettivo numero uno del Milan per la difesa era Sven Botman: l'olandese è da considerarsi sfumato perché il Lille lo ha tolto dal mercato, almeno per questa sessione invernale. Tra le decisioni che dovranno essere prese c’è quella della tipologia di investimento da fare: investire ora una cifra cospicua per un profilo di livello, in modo tale che questo possa ambientarsi e giocare subito oppure puntare su unl prestito con opzione d’acquisto.