Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
31 lug 2022
ilaria checchi
Sport
31 lug 2022

Che bel Milan: Messias e Giroud stendono l'Olympique Marsiglia

Penultima amichevole precampionato dei rossoneri al Velodrome: ritorno in campo per Kjaer dopo otto mesi dall'infortunio

31 lug 2022
ilaria checchi
Sport
Rafael Leao (Milan) e Jonathan Clauss (Olympique Marsiglia)
Olympique Marsiglia vs Milan
Marsiglia (FRA) 31-07-2022
Stadio Orange Velodrome
amichevole precampionato
foto Roberto Garavaglia/ag. Aldo Liverani sas
Il duello fra Rafael Leao e Jonathan Clauss
Rafael Leao (Milan) e Jonathan Clauss (Olympique Marsiglia)
Olympique Marsiglia vs Milan
Marsiglia (FRA) 31-07-2022
Stadio Orange Velodrome
amichevole precampionato
foto Roberto Garavaglia/ag. Aldo Liverani sas
Il duello fra Rafael Leao e Jonathan Clauss

Marsiglia – Penultima amichevole di lusso per i campioni d’Italia in carica che al Velodrome hanno affrontato l’Olympique Marsiglia di Tudor vincendo per 2-0. Di Messias e Giroud le reti nella prima frazione di gioco. Ottima prova corale da parte dei rossoneri che non hanno mai rischiato nulla contro i francesi dimostrando un ottimo livello di gioco in entrambe le fasi: da sottolineare il ritorno in campo dopo otto mesi del difensore danese Simon Kjaer.

In campo

Pioli si affida a Brahim Diaz e Rebic dal primo minuto lasciando in panchina Adli e Leao, grandi protagonisti dell'ultimo match dei rossoneri contro il Wolfsberger: si rivede il tandem in mediana formato da Tonali e Bennacer mentre in avanti Giroud si carica il peso dell’attacco sulle spalle. Prima panchina per Simon Kjaer dopo l’infortunio dello scorso dicembre.

Messias protagonista

Dopo soli 11 minuti di gioco il Milan passa in vantaggio con un gol di pregiata fattura targato Junior Messias: Theo Hernandez (incontenibile quando scatta a sinistra) si accentra e scarica per Brahim Diaz che regala un preciso filtrante per il brasiliano che si sposta la sfera sul mancino e la piazza sotto la traversa alle spalle di Blanco. Un messaggio chiaro alla società e al tecnico che dimostra come in fascia destra i rossoneri possono anche fare a meno di ulteriori rinforzi. Il Diavolo brilla per tutto il corso del primo tempo sia in fase di possesso che di non possesso giocando con una facilità disarmante al cospetto dei padroni di casa che non riescono a presentarsi mai dalle parti di Maignan: poco prima della mezz’ora Giroud raddoppia capitalizzando al meglio il preciso assist di Messias, in serata di gloria: Calabria serve sulla destra il 30 rossonero che pesca al centro il francese che di piatto mancino trova l'angolino del 2-0.

Il tris sfiorato

Un minuto dopo gli ospiti sfiorano il tris: dopo una respinta corta della difesa Brahim Diaz si presenta davanti a Blanco che chiude la serranda, ripetendosi subito dopo sul sinistro di uno scatenato Messias. La prima frazione si chiude, dunque, con i rossoneri avanti dopo una prova corale di assoluto spessore non solo in fase offensiva ma anche nella retroguardia, con Kalulu e Tomori sempre più certezza per Pioli.

Rieco Kjaer

Il tecnico emiliano, come previsto, cambia le carte in tavola inserendo Adli e Leao al posto di Diaz e Rebic mentre Tudor, tra i tanti, si affida all’ex Napoli Milik. Al 48’ Nuno Tavares, all’esordio, trattiene sulla trequarti Messias che è lanciato in corsa verso la porta: l’arbitro inizialmente sventola il rosso diretto ma dopo il Var check, annulla la decisione in quanto il brasiliano del Milan era in posizione di fuorigioco. Il Marsiglia sembra più reattivo e lucido dopo le sostituzioni fatte mentre i rossoneri, sia per il rassicurante doppio vantaggio che per il caldo, calano un po’ il ritmo di gioco: i gialli a Tonali e a Pioli per proteste il Diavolo si rivede al 62’ con una bella giocata di Adli che si libera di due avversari e serve Hernandez in profondità ma la difesa del Marsiglia si rifugia in corner.

L'assalto di Leao

Un minuto dopo è Leao a sfiorare il tris ma il portoghese viene contrastato al momento del suo tiro: dopo il cooling break Pioli attua la girandola di cambi e lancia nella mischia, per la prima volta dopo l’infortunio dello scorso dicembre contro il Genoa, Simon Kjaer al posto di Kalulu. Il tecnico emiliano dà spazio anche a Florenzi, Gabbia, Ballo-Touré, Krunic e Saelemaekers che vanno a sostituire Calabria, Tomori, Theo Hernandez, Tonali e Messias. Al 78’ l’Olympique Marsiglia resta in dieci uomini per il cartellino rosso preso da Isak Touré per un duro fallo su Krunic mentre Pioli opta per Lazetic al posto di Giroud e per Bakayoko in staffetta con Bennacer a dieci minuti dalla fine.

Saelemakers e l'ultimo affondo

All’86’ Saelemaekers impegna il portiere di casa con un tiro da buona posizione e sul successivo tentativo di Lazetic Blanco dice ancora una volta di no mentre allo scadere Gabbia si inventa un missile da fuori area che l’estremo difensore di casa manda in corner. Dal tiro dalla bandierina è Kjaer a provare con un colpo di testa il colpo del possibile 3-0 ma non trova fortuna: non c’è più tempo e il Milan può festeggiare una vittoria che dà ulteriori certezze al tecnico rossonero prima dell’ultimo test pre-campionato previsto sabato prossimo contro il Vicenza.



OLYMPIQUE MARSIGLIA-MILAN 2-0
RETI: 11’ Messias, 28’ Giroud.
OLYMPIQUE MARSIGLIA (3-4-2-1): Blanco; Gigot, Mbemba, Balerdi; Clauss, Guendouzi, Rongier, Kolasinac; Gerson, Payet; Suarez. A disp. Ngapandouetnbu, Van Neck; Caleta-Car, Lirola, Said Mmadi, Tavares, Touré; Ben Seghir, Elmaz, Gueye; Bakambu, de la Fuente, Dieng, Milik, Under. All. Tudor.
MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo; Bennacer, Tonali; Messias, Diaz, Rebic, Giroud. A disp. Tatarusanu, Mirante, Ballo-Tourè, Adli, Bakayoko, Leao, Lazetic, Kjaer, Florenzi, Krunic, Saelemaekers, Gabbia. All. Pioli.
Arbitro: Mathieu Vernice.
Espulso: 78’ Touré (O).

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?