Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Milan, a Higuain mancano solo 16 gol per offuscare il mito Shevchenko

Gonzalo in maglia rossonera è ancora a secco e Gattuso sta studiando la formazione ad hoc per consentirgli di andare a segno

di LUCA TALOTTA
Ultimo aggiornamento il 8 settembre 2018 alle 10:05
Gonzalo Higuain

Milano, 8 settembre 2018 - Sedici gol per far ritrovare la vena realizzativa ad un vero centravanti e trascinare il Milan verso la Champions League. Ma anche per offuscare indirettamente un mito vivente dei tifosi rossoneri, Andriy Shevchenko. Comunque la si voglia leggere il Milan avrà da guadagnarci; l’opera principale di Gattuso in questo momento è quella di creare una formazione che possa mettere nelle migliori condizioni Higuain e andare a rete con continuità. Dopo due giornate il Pipita è ancora a secco e questa è una anomalia, per un calciatore che porta in dote numeri di qualità. Higuain finora in Italia ha realizzato 111 gol, tra Napoli e Juventus. Al momento si trova in quattordicesima posizione tra gli stranieri più prolifici del campionato italiano ma la sua non potrà che essere una situazione che andrà a migliorare; perché tutti gli atleti davanti al numero 9 rossonero hanno già smesso di giocare e molti si trovano decisamente alla portata di Higuain. Tra l’argentino e Shevchenko, vecchio idolo dei tifosi rossoneri oggi commentatore tv, ci sono soltanto 16 reti.

Un bottino per l’argentino, unico atleta ad essere andato sopra i 20 gol stagionali nelle ultime cinque annate. Rimarrebbe da chiedersi cosa ne pensano i tifosi rossoneri, nel vedere adombrato uno dei giocatori che ha scritto la storia recente del club. Ma se l’altro risvolto della medaglia dovesse essere in ritorno in Champions tutto ciò ne varrebbe la pena. Il calendario metterà di fronte ai rossoneri, alla ripresa del campionato, Cagliari, Empoli, Sassuolo, Chievo e Atalanta. Squadre alle quali Higuain ha segnato 33 reti in 41 sfide. I presupposti affinché l’argentino possa scavalcare In questa speciale classifica Cavani (fermo a quota 112 gol), Balbo (117), Ibrahimovic (122), Trezeguet (123) e lo stesso Shevchenko (127) ci sono tutti. Più si sale in qesta classifica e più risaltano dei nomi di un calcio di una volta, quello dove forse era più semplice fare gol. Difficile immaginare che in questa stagione Higuain possa avvicinarsi al bottino di Hansen (139 reti), Nyers (148), Crespo (153), Vinicio (154), Batistuta (183) o Hamrin (188). 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.