Quotidiano Nazionale logo
28 apr 2022

Milan e il sogno scudetto: la corsa a ostacoli inizia domenica contro la Fiorentina

Il Diavolo, padrone del suo destino dopo la sconfitta dell'Inter a Bologna, è atteso da quattro finali da non sottovalutare

ilaria checchi
Sport
Il gol decisivo di Tonali contro la Lazio
Il gol decisivo di Tonali contro la Lazio

Milano, 28 aprile 2022 - La corsa al diciannovesimo scudetto della storia del Milan riparte domenica pomeriggio: il ko dell’Inter a Bologna ha ridato al Diavolo il potere di decidere delle proprie sorti e i due punti di vantaggio sui nerazzurri in classifica è un vantaggio utile ma che non deve far adagiare sugli allori gli uomini di Pioli. La concentrazione sarà l’arma decisiva in questa volata finale, dove chi dimostrerà di avere i nervi più saldi potrà sperare nel trionfo: se i rossoneri faranno 10 punti su 12 da qui alla fine, saranno sicuramente campioni d’Italia senza dover guardare i risultati dei cugini in virtù degli scontri diretti a favore.

Cavalcata

Il primo dei quattro ostacoli del Milan sarà la Fiorentina, attesa domenica pomeriggio in un San Siro sold out, con la tifoseria rossonera pronta a sostenere al massimo la truppa pioliana con il cuore dimostrato in tutto il corso della stagione. La squadra di Italiano, ancora in corsa per un posto in Europa, arriverà però sotto la Madonnina con tanta voglia di riscattare le due sconfitte consecutive incassate contro Salernitana e Udinese. La terzultima giornata del campionato, prevista per il 6 maggio, vedrà invece il Milan impegnati fuori casa contro il Verona, una delle rivelazioni dell’anno che però non ha più ambizioni di classifica. Questa tranquillità da parte dei gialloblù potrebbe essere una carta a favore dei rossoneri, che dovranno essere bravi a non prendere sotto gamba l’appuntamento. Il penultimo turno del 15 maggio, che potrebbe risultare già decisivo ai fini del titolo, è forse il più delicato: Stefano Pioli e i suoi condottieri, infatti, apriranno le porte del Meazza all'Atalanta di Gasperini. La Dea non sta certo attraversando un periodo magico della sua stagione ma l’obiettivo di trovare un piazzamento europeo, che non sia la Champions League ormai fuori portata, è ancora vivo e per questo i bergamaschi saranno pronti a dare battaglia fino alla fine per regalare ai propri tifosi quantomeno un risultato d’onore. Infine, l’atto conclusivo del 22 maggio vedrà il Milan fare visita al Sassuolo di Dionisi, da sempre squadra ostica che difficilmente lascia punti per strada.

Qui Milanello

Nel frattempo il lavoro a Milanello continua: la speranza di Pioli e del suo staff è quella di recuperare Ismael Bennacer. Il centrocampista algerino questa mattina ha svolto un lavoro personalizzato sul campo con il pallone, sta meglio rispetto ai giorni scorsi e proverà a essere a disposizione per domenica. Le giornate di domani e di sabato saranno decisive per capire le percentuali di recupero: in questo momento il classe 1997 è il titolare della mediana del Diavolo, insieme a Sandro Tonali e averlo in campo permetterebbe ai rossoneri di schierare Franck Kessié sulla trequarti e di avere a disposizione Brahim Diaz da utilizzare a gara in corso.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?