Stefano Sensi
Stefano Sensi

Milano, 8 gennaio 2019 - Si scrive centrocampo, si legge rivoluzione. Leonardo è al lavoro, la mediana del Milan cambierà. E molto. Nel mercato di gennaio, ma anche in quello estivo; un lavoro che porterà l’attuale direttore rossonero a rispettare le richieste di Elliott: gente giovane, di qualità e prospettiva. Ed è in questo contesto che s’inseriscono i nomi di Sensi e Duncan del Sassuolo, di Barella del Cagliari e di Lorenzo Pellegrini della Roma. I primi due sono stati espressamente chiesti al club del presidente Squinzi, tifoso del Milan, già per questa sessione. La risposta? Fredda, ma la porta non è chiusa, anzi. I rapporti tra le parti sono buoni, visto anche il recente accordo per la cessione di quel Locatelli che in estate potrebbe anche fare ritorno al Milan. Tra Duncan e Sensi si preferirebbe l’ex interista, anche se il Sassuolo lo valuta 20 milioni; la porta è socchiusa, visto che il club emiliano accetterebbe anche una contropartita tecnica e modalità di pagamento rateali. Sensi ha una valutazione più alta (40 milioni) e forse in questo caso ci sono maggiori scrupoli del club emiliano nel lasciarlo andare via ora. Con il mercato in chiusura al 31 gennaio, il tempo di sicuro viaggia dalla parte del Milan.

Tra i rossoneri e il giocatore c’è già un accordo, mentre va trovata ancora l’intesa con il Sassuolo. Un quadro nel quale s’inserisce Lorenzo Pellegrini: una trattativa a fari spenti in ottica estiva, per il gioiellino della Roma, pronto a liberarsi dietro il pagamento della clausola rescissoria da 30 milioni. Già la Juve si era mossa all’anno scorso, anche se poi non se ne fece più nulla. Pare essere tramontata, invece, la pista Carrasco: già avvenuto un primo contatto tra i dirigenti dell’Arsenal e il giocatore del Dalian Yifang, corteggiato anche dallo United. Ma centrocampo vuol dire anche giocatori in uscita per il Milan. I due maggiori indiziati sono Bertolacci e Montolivo: il primo è ad un passo dall’unirsi al Genoa, club al quale arrivare però solo a giugno a parametro zero a meno che i rossoneri non lo lascino partire gratuitamente. Una prospettiva che, se dovessero arrivare altri centrocampisti, potrebbe anche realizzarsi. Su Montolivo il discorso è diverso: il giocatore non lascerà il Milan a gennaio, nonostante sia costantemente in panchina anche quando il centrocampo è in totale emergenza. Paquetà virale. Sull’onda dell’ingaggio del brasiliano Lucas Paquetà, il Milan ha aperto un account Twitter in lingua portoghese su cui il nuovo giocatore rossonero si è presentato. «Sono qui per aiutare il Milan a riprendere la strada della vittoria e riconquistare grandi titoli con l’obiettivo di trasmettere sempre allegria a tutti voi. Un abbraccio e forza Milan». © RIPRODU