Quotidiano Nazionale logo
22 apr 2022

Milan, AAA cercasi attacco disperatamente

Contro la Lazio Pioli recupera Rebic e Romagnoli ma servono i gol di Giroud e Leao

AC Milan's coach Stefano Pioli looks dejected after the goal scored by FC Inter's defender Robin Gosens during the Italian Cup semi-final soccer match between FC Inter and Ac Milan at Giuseppe Meazza Stadium in Milan, Italy, 19 April 2022. ANSA / ROBERTO BREGANI
Stefano Pioli

Milano, 22 aprile 2022 – Buone notizie dall’infermeria di Milanello in vista del match di domenica sera all’Olimpico contro la Lazio di Sarri, crocevia fondamentale per la corsa scudetto del Diavolo. Il capitano rossonero Alessio Romagnoli è da considerarsi pienamente recuperato per la trasferta di Roma: difficile un suo impiego dal primo minuto, non solo perché non gioca da quasi due mesi, ma anche per non stravolgere la coppia di centrali ormai assodata formata da Tomori e Kalulu.

Questa mattina, inoltre, Zlatan Ibrahimovic ha svolto la prima parte di allenamento in gruppo per poi proseguire con un lavoro personalizzato, mentre Ante Rebic ha svolto l'intera sessione in gruppo e può essere considerato recuperato per la partita contro i biancocelesti. Un attaccante in più, nonostante il croato stia giocando poco e ben al di sotto delle aspettative, è comunque una carta in più da giocare in caso Giroud palesasse ancora dei problemi sotto porta come sta accadendo ormai da tempo.

L’attaccante francese nelle ultime 11 partite giocate fra Serie A e Coppa Italia ha segnato solo un gol, perdendo la retta via che stava seguendo fino a poco tempo quando aveva portato a suon di reti vittorie decisive in casa rossonera. L'ultima rete del bomber numero 9 risale al 6 marzo, quando con una zampata ha bucato la porta di Ospina regalando tre punti fondamentali al Milan nel big match contro il Napoli. In generale, il problema è comunque del reparto offensivo: nelle ultime 9 gare ufficiali, infatti, il Milan ha segnato solo 6 gol e in ben 4 occasioni è rimasto a secco.

Leao, invece, è tornato a segnare contro il Genoa ma era reduce da 8 partire a secco e nel derby di Coppa Italia perso per 3-0 ha marcato nuovamente visita: troppa discontinuità per il portoghese che vive di scintille ma non garantisce il giusto apporto di reti a Pioli. Rebic, ormai, è diventato un caso e tra Saelemaekers e Messias nessuno dei due dà le certezze necessarie. Infine, Brahim Diaz si è fermato a settembre palesando ottimi segnali di ripresa solo nella stracittadina di Coppa di martedì sera, risultando il migliore in campo tra i rossoneri.Probabili formazioni

Per le tante assenze per influenza Maurizio Sarri, per due giorni consecutivi, ha dovuto annullare la doppia seduta d’allenamento. Tra i tanti giocatori alle prese con problemi di salute ci sono Strakosha, Marusic e Milinkovic, negativi ai tamponi effettuati. Da Formello filtra ottimismo, ma se non dovessero recuperare spazio a Reina, Hysaj e Basic. Per il resto, pochi dubbi sulla formazione. Acerbi e Luiz Felipe al centro della difesa e Lazzari come terzino destro, poi Leiva e Luis Alberto a centrocampo con Felipe Anderson, Immobile e Zaccagni in attacco.

Gli altri alle prese con l’influenza sono Adamonis, Raul Moro, Radu e Cataldi. Da valutare anche Patric e Pedro, ai box per problemi muscolari. Per tornare alla vittoria, Pioli schiererà invece la formazione titolare: Maignan in porta, Calabria, Kalulu, Tomori e Theo Hernandez in difesa, Tonali e Bennacer in mediana, visto che Kessie verrà avanzato sulla trequarti, e Giroud di punta supportato da Leao, l'ivoriano e da uno tra Messias e Saelemaekers. Rebic dovrebbe accomodarsi in panchina.

LAZIO (4-3-3): Strakosha , Lazzari, Luiz Felipe, Acerbi, Marusic , Milinkovic, Leiva, Luis Alberto , Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni
MILAN (4-2-3-1): Maignan , Calabria, Kalulu, Tomori, Theo , Bennacer, Tonali , Saelemaekers, Kessie, Leao , Giroud.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?