Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
22 dic 2021

Inter da sogno, sette vittorie consecutive per i nerazzurri: Dumfries piega il Torino

Granata sempre in partita ma ai nerazzurri basta il gol dell'olandese: a San Siro finisce 1-0

22 dic 2021
ilaria checchi
Sport
Denzel Dumfries (Inter) segna il gol dell'1 a 0
Inter vs Torino
Campionato Serie A TIM - 19a giornata
Milano 22-12-2021
Stadio Giuseppe Meazza - San Siro
foto Roberto Garavaglia/ag. Aldo Liverani sas
/AGENZIA ALDO LIVERANI SAS
Il gol-partita di Dumfries
Denzel Dumfries (Inter) segna il gol dell'1 a 0
Inter vs Torino
Campionato Serie A TIM - 19a giornata
Milano 22-12-2021
Stadio Giuseppe Meazza - San Siro
foto Roberto Garavaglia/ag. Aldo Liverani sas
/AGENZIA ALDO LIVERANI SAS
Il gol-partita di Dumfries

Milano, 22 dicembre 2021 – Ultima partita del 2021 per la capolista Inter, già laureata campione d’inverno: a San Siro arriva il Torino di Juric e i nerazzurri puntano a chiudere con una vittoria per mantenere le distanze dalle inseguitrici. Alla fine i padroni di casa vincono di misura grazie al gol di Dumfries nel primo tempo.

In campo

Inzaghi lancia dal primo minuto Vidal al posto dello squalificato Barella, torna Lautaro in attacco accanto a Dzeko, per il resto la squadra è confermata con Perisic e Dumfries ad agire sulle corsie esterne. In difesa rientra Skriniar, mentre a centrocampo confermati Brozovic e Calhanoglu. Per Juric Brekalo e Pjaca alle spalle di Sanabria dal primo minuto. Il Torino scende in campo a San Siro col lutto al braccio "in memoria delle vittime della tragedia di via Genova", dove il crollo di una gru ha causato la morte di tre operai.

Dumfries decide

Guida dà il fischio di inizio al match e i nerazzurri puntano subito sul possesso palla ma al 6’ arriva la prima occasione per il Toro con Bremer che colpisce di testa senza però impensierire Handanovic. Due minuti dopo i nerazzurri protestano invece per un tocco di mano di Singo in area, palla che carambola sul piede del difensore granata e poi sulla mano ma Guida concede il corner che Brozovic prova a sfruttare con una conclusione che termina però a lato. Al 12’ è Vidal a provarci senza fortuna dalla distanza mentre un minuto dopo De Vrij toglie le castagne dal fuoco allontanando di testa un pallone pericoloso in area di rigore nerazzurra a cercare Brekalo: i nerazzurri non riescono a trovare il varco giusto per colpire mentre i granata si ripropongono al 16’ con il tiro deviato in corner di Aina e, un minuto dopo, con il tiro a giro di destro di Pjaca fuori di un soffio. I padroni di casa rispondono al 20’ con l’occasione capitata sul sinistro Bastoni, deviata in angolo, mentre al 22’ Dumfries innesca Calhanoglu che prova il traversone dalla trequarti destra ma la conclusione termina fuori. Tre minuti dopo Lautaro viene servito in profondità, appoggia a Brozovic ma il sinistro del croato non crea problemi a Milinkovic che, invece, viene infilato alla mezz’ora dal gol del vantaggio firmato Dumfries: l'azione parte da Brozovic, poi Dzeko serve Dumfries che con un destro angolato batte il portiere ospite. Al 37’ l’Inter sfiora il raddoppio con un grande suggerimento di Calha per Lautaro che salta Milinkovic e in spaccata calcia a rete mancando la porta di pochissimo. La conclusione di Brozovic è il canto del cigno di un primo tempo non particolarmente spettacolare ma dove l’Inter è meritatamente in vantaggio per la mole di occasione create anche se il Torino appare capace di poter colpire in qualsiasi momento.

Poche emozioni

Nessun cambio per Inzaghi e Juric e la seconda frazione inizia sulla falsa riga della prima, con i nerazzurri a gestire il pallone. Al 51’ il calcio di punizione dalla destra di Calhanoglu colpisce la barriera ma i granata sembrano concedere meno spazi ai casalinghi che arrivano al 60’ senza trovare altri varchi utili per colpire: Juric sostituisce un impalpabile Sanabria con Warming e proprio il neo entrato è protagonista di un paio di discese pericolose chiuse dalla difesa di casa. Pobega e Buongiorno lasciano il posto a Mandragora e Rodriguez mentre i granata conquistano un calcio di punizione (cartellino giallo per Calhanoglu, per un fallo di mano al limite dell'area di rigore) che Handanovic respinge con tempismo. Al 67’Inzaghi risponde inserendo Sanchez e Vecino al posto di Lautaro e Calhanoglu e due minuti dopo 68' il colpo di testa di Dzeko non inquadra la porta. Juric opta al 75’ per Praet e Ansaldi al posto di Brekalo e Singo con il Torino che si tuffa in avanti con maggior gamba nonostante il ritmo gara cali vistosamente. Sensi e D’Ambrosio sono le ultime scelte di Inzaghi per i dieci minuti finali del match, con Dimarco subentrato al 90’ ma nei quattro minuti di recupero concessi da Guida succede poco e l’Inter può festeggiare tre punti d’oro per chiudere al meglio il 2021.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?