Lukaku
Lukaku

Milano, 1 dicembre 2020 - L’Inter si gioca il tutto per tutto per restare aggrappata al sogno qualificazione e centra l’obiettivo: Borussia Park espugnato 3-2 e speranze accese.

INTER (3-5-2)
Handanovic 6,5 Spettatore non pagante fino alla mezzora, poi viene impegnato tre volte di fila: prima blocca in tuffo il cross basso e teso di Lazaro, poi blocca l’inzuccata su Stindl e infine chiude su Thuram. Incolpevole su Plea in entrambe le occasioni.
Skriniar 6,5 Palesa grande sicurezza in fase difensiva, anticipa con attenzione sui tedeschi togliendo le castagne dal fuoco. Si perde Plea sull’1-1 tedesco ma fa valere la sua grinta e imperiosità.
de Vrij 6 Non ha gran da fare nel primo tempo, prima dell’intervallo disinnesca un paio di palloni insidiosi ma patisce nella ripresa il pressing di Thuram.
Bastoni 6,5 Qualche errore in fase di impostazione, soprattutto prima dell’intervallo dove regala troppo spazio al Borussia. Fatica a controllare Thuram, alterna interventi rischiosi ma ha personalità da vendere.
Darmian 7 Parte subito dando il giusto sprint in fascia per calibrare cross in cerca di Lautaro: è però lui a beffare Sommer in occasione del vantaggio nerazzurro. Perfetto anche in fase difensiva spezzando il palleggio costante dei casalinghi.
60’ Hakimi 6,5 Subentra al migliore in campo fino a quel momento: ci mette un po’ a rodare ma poi confeziona l’assist per il tris di Romelu.
Barella 6,5 Attivissimo, fermato fallosamente da Stindl è la mina vagante del centrocampo anche se a volte perde la posizione. Palesa a volte un po’ troppa fretta, tartassato dai tedeschi, non molla mai. Si prende stupidamente un giallo.
Brozovic 7 Rientro importante causa squalifica di Vidal: non demerita, anzi, accompagna l’azione offensiva e sa arretrare quando serve. Verticalizza perfettamente per Lukaku sull’1-2.
Gagliardini 6,5 Regala un cioccolatino a Darmian per lo 0-1, ispirato, si muove in perfetta sintonia con Lukaku. Cuore e polmoni, ne ha fino alla fine.
Young 6 Ha il colpo in canna nel primo tempo su invito di Lukaku ma il suo tiro viene deviato in angolo. Apporto sostanziale a sinistra, tiene molto bene Lazaro ma è inspiegabile come si divori il poker a due passi dalla porta.
R. Lukaku 8 Gigantesco, spazia sul fronte offensivo cercando di farsi trovare dai compagni, da lui nasce l’azione del vantaggio. Scarta i padroni di casa con facilità disarmante, regala giocate di grandissima qualità che però il Toro non riesce a sfruttare. Suo il raddoppio di destro, grande gol. Gigantesco.
Lautaro Martinez 6 Ha dopo sei minuti la palla gol del vantaggio ma viene murato due volte, sembra meno ficcante del solito, si mangia due occasioni di raddoppio dopo l’azione di sfondamento di Lukaku. Il palo centrato grida vendetta, sfortunato.
70’ Sanchez 6 Suo l’errore da cui arriva il raddoppio tedesco ma regala giocate d’oro.
All. Conte 6,5 Telecomanda vocalmente i suoi fin dalle prime battute: poco comprensibile la sostituzione di Darmian ma trova nel suo gigante la soluzione ai problemi. La squadra resiste fino alla fine, per l’Europa c’è ancora speranza.
Voto squadra 7.

A disposizione: Stankovic, Radu, Sensi, Ranocchia, Perisic, Eriksen, D’Ambrosio.

BORUSSIA MONCHENGLADBACH (4-2-3-1): Sommer; Lainer, Jantschke, Ginter, Wendt; Kramer, Neuhaus; Lazaro, Stindl, Thuram; Plea. A disposizione: Sippel, Grun; M. Lang, Herrmann, Zakaria, Wolf, Beyer, I. Traoré, Benes, Embolo, Poulsen. Allenatore: M. Rose.