L'esultanza dopo il gol di Darmian contro il Cagliari
L'esultanza dopo il gol di Darmian contro il Cagliari

Milano - Due giorni di riposo prima di pensare al Napoli. "Se li sono meritati i giocatori e me li merito anch'io", ha detto ieri con una punta d'orgoglio Antonio Conte dopo l'undicesima vittoria consecutiva in campionato. Solo successi dall'inizio del girone di ritorno, non era mai accaduto nella storia della Serie A. Per continuare la striscia l'Inter deve espugnare (domenica alle 20.45) il campo dei partenopei, impresa riuscita una sola volta dal 1997 ad oggi in campionato e altre due volte in Coppa Italia, di cui una solo ai calci di rigore.

Il precedente che fa sorridere

Quell'unico trionfo è però dello scorso anno, con Antonio Conte in panchina e La “LuLa” a dominare per il 3-1 finale. In più il tecnico recupererà Nicolò Barella, squalificato contro il Cagliari, non dovendo affrontare ulteriori defezioni per decisione del giudice sportivo. Potrebbe esserci anche Ivan Perisic, assente nelle tre gare disputate nell'arco di una sola settimana subito dopo la sosta per le nazionali. Il croato era ieri in panchina ad esultare con i compagni per la rete di Darmian e la vittoria con il Cagliari, ma solo da metà settimana (quando tra due giorni ci sarà la ripresa) dovrebbe riprendere a lavorare assieme ai compagni. Contestualmente verranno verificare le condizioni di Kolarov, colpito da un affaticamento muscolare proprio come Perisic, nonché di Vidal, che ha avvertito un fastidio nell'immediata vigilia di Inter-Cagliari e non è finito nemmeno in distinta.