Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Inter: un rientro duro, e dicembre sarà di fuoco

Primo appuntamento fissato a sabato 15 contro il Parma, a soli tre giorni dal ritorno dei nerazzurri in Champions League, contro il Tottenham a San Siro

di ALICE NIDASIO
Ultimo aggiornamento il 7 settembre 2018 alle 08:13
Luciano Spalletti

Milano, 7 settembre 2018 - Una vittoria prima della sosta, per l’Inter era quasi un obbligo; ma di risposte sul campo, quando il calendario si farà fitto e complicato, dovrà darne ancora di più. La squadra di Luciano Spalletti dal 15 settembre al 29 dicembre, giocherà undici gare in trasferta e undici casalinghe e per gestirle al meglio sarà fondamentale impiegare al meglio le risorse e fare un proficuo turnover. Primo appuntamento fissato a sabato 15 contro il Parma, a soli tre giorni dal ritorno dei nerazzurri in Champions League, contro il Tottenham a San Siro (la vendita dei biglietti sta correndo verso le settantamila presenze).

I precedenti con gli Spurs rimandano a due doppie sfide a modo loro memorabili: una nella fase a gruppi nella stagione 2010/11(4-3 a San Siro con tripletta di Bale, 1-3 a White Hart Lane); l’altra negli ottavi di Europa League del 2012/13 (0-3 a San Siro e 4-1 per l’Inter dopo i supplementari). Dopo l’esordio di Champions, trasferta delicata a Marassi contro la Sampdoria e attenzione alle successive casalinghe contro Fiorentina (25/9) e Cagliari (29/9). Il 3 ottobre i nerazzurri staccheranno il biglietto aereo per Eindhoven (contro il PSV per i nerazzurri c’è un unico, e positivo, precedente nella fase a gironi del 2007/08). Al rientro, trasferta contro la SPAL e di nuovo sosta Nazionali. Si ripartirà dopo la metà di ottobre, con una settimana delicatissima: prima il derby (in casa) il 21/10, poi il Barcellona (in Catalogna) il 24. La sfida con i blaugrana porta con sé i dolci ricordi dell’epica stagione 2009/10, e una curiosità: per Mauro Icardi, cresciuto nella “cantera” del club spagnolo, sarà la prima volta al Camp Nou da avversario.

Il 29 ottobre sarà scontro diretto con la Lazio all’Olimpico e a chiudere la otto giorni di sfide ci sarà Inter - Genoa (3/11). Il ritorno con i Blaugrana (6/11) e l’Atalanta fuori casa (11/11) anticiperanno l’ultima sosta delle Nazionali e una fase particolarmente cruciale e complicata: dopo Inter - Frosinone (24/11), per i nerazzurri arriveranno tre trasferte durissime: Londra (White Hart Lane) il 28/11, Roma, contro i giallorossi, il 2/12; e Torino, allo Juventus Stadium il 7/12. L’Inter avrà la possibilità di concedersi qualche regalo di Natale -avversarie permettendo- tra le gare con PSV, Udinese e Chievo, prima del boxing day del 26/12 contro il Napoli al San Paolo. E se a fine anno, dopo l’Empoli (29/12) ci saranno i botti, il campo l’avrà già detto. 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.