Antonio Conte
Antonio Conte

Milano, 31 maggio 2019 - Antonio Conte è il nuovo allenatore dell'Inter. A ufficializzarlo è il sito della società nerazzurra. "Sono sicuro che Antonio Conte sia uno dei migliori allenatori che esistano - ha dichiarato il presidente nerazzurro Steven Zhang -. Sono certo che ci aiuterà a raggiungere il nostro obiettivo, a realizzare la nostra missione che è sempre la stessa: riportare questo club tra i migliori al mondo".

"Inizia un nuovo capitolo della mia vita, sono entusiasta - ha commentato Antonio Conte -. Cercherò con il lavoro di ricambiare tutta la fiducia che il presidente e i dirigenti hanno riposto in me. Ho scelto l'Inter per la società, per la serietà e l'ambizione del progetto. Per la sua storia. Mi ha colpito la chiarezza del club e la voglia di riportare l'Inter dove merita". Nato a Lecce il 31 luglio 1969, Antonio Conte lega la sua carriera di calciatore alla Juventus dove gioca dal '91 al 2004 (44 i gol realizzati nelle 419 presenze in bianconero) vincendo 5 scudetti, una Coppa Italia, 4 Supercoppe Italiane, una Champions League, una Coppa Intercontinentale, una Coppa Uefa e una Supercoppa Europea. Appese le scarpette al chiodo, intraprende la strada di allenatore e comincia nel 2005 come vice di De Canio al Siena. L'anno dopo gli viene affidata la panchina dell'Arezzo in serie B: esonerato nell'ottobre 2006, viene richiamato nel marzo successivo e sfiora la salvezza. Nel dicembre 2007 arriva la chiamata del Bari: Conte conduce la squadra alla salvezza e nella stagione successiva la riporta in serie A vincendo il torneo cadetto. In estate, però, arriva il divorzio ma il tecnico arriva ugualmente nel massimo campionato a stagione in corso. Lo chiama l'Atalanta (settembre 2009) ma l'esperienza nerazzurra dura fino a gennaio quando si dimette. Nel maggio 2011 la chiamata del Siena, che punta su di lui per risalire subito in A. Obiettivo che Conte non fallisce, conquistando la promozione diretta 

Nell'estate 2012 arriva finalmente la chiamata della "sua" Juventus e in tre anni vince tre scudetti (il primo da imbattuto e il terzo col record di punti, 102) e due Supercoppe italiane oltre a una finale di Coppa Italia, una semifinale di Europa League e un quarto di finale in Champions. Lascia i bianconeri il 15 luglio 2014, al secondo giorno di ritiro, e un mese dopo viene ingaggiato come ct dell'Italia che porta alla fase finale degli Europei, eliminato ai quarti della Germania solo ai rigori. Riparte dalla Premier League, sulla panchina del Chelsea, e vince il campionato al primo tentativo mentre nella seconda stagione chiude quinto e la conquista della FA Cup non basta per ottenere la conferma. Rimasto fermo un anno, il tecnico salentino torna ora in Italia per guidare l'Inter.