Distribuzione stima valore immobiliare medio unitario delle abitazioni (€/m2) a Milano
Distribuzione stima valore immobiliare medio unitario delle abitazioni (€/m2) a Milano

Milano, 2 gennaio 2019 - Una superficie quasi 90 metri quadri, valore di circa 260mila euro per 3mila euro al metro quadro. È questo l'identikit medio della casa milanese, di cui una su cinque è data in affitto, secondo la settima edizione di 'Gli Immobili in Italia', la pubblicazione biennale che fotografa il patrimonio immobiliare italiano realizzata dall'Agenzia delle Entrate e dal ministero dell'Economia.

Il valore medio più alto a metro quadro si registra, manco a dirlo, nel centro storico con quasi 8mila euro. Il report dell'Agenzia delle Entrate si concentra sulle 12 maggiori città italiane, con popolazione oltre i 250mila abitanti, e si basa sui dati dell'Osservatorio del Marcato Immobiliare, usato per accertare il valore degli immobili dichiarato dai contribuenti e che contribuisce anche a determinare l'ammontare di una serie di imposte. Il risultato è che nel biennio 2015/16 il valore medio delle abitazioni è sceso del -2,8% rispetto al precedente, con una punta negativa a Genova del -6,1%. Solo Milano riesce a contenere le perdite sotto l'1% (con -0,9%), insieme a Bari (-0,3%). Secondo lo studio appena pubblicato, e riferito al 2016, gli immobili dati in locazione nel capoluogo lombardo superano il 19%, mentre vengono usate come abitazione principale due case su tre (il 66,1%). La superficie media delle abitazioni è di 88 mq e il valore medio si aggira sui 261mila euro (2.960 € al metro quadro). Il patrimonio costituito dalle abitazioni è stimato in 207,4 miliardi di euro.

Tra le 10 macroaree (Centro storico, centro, 4 semicentro e altrettante periferie) in cui è stato suddiviso il territorio del Comune, emerge il centro storico dove l’abitazione media di 114 mq ha un valore pari a circa 909mila euro. Qui un metro quadro viene valutato quasi 7.976 €, quattro volte tanto la stima di una casa in periferia Nord (1.978 €/mq). Il valore medio più basso delle abitazioni è però nella periferia sud, pari a 174.210 €. Tra le macroaree semicentrali, l'ovest presenta un valore medio delle abitazioni pari a circa 421 mila euro, in periferia la zona Est guida la classifica, con un valore di quasi 2.500 euro mq. Il valore dello stock abitativo complessivo è massimo nella periferia Nord 31 miliardi di euro. Milano vanta inoltre il rapporto più alto fra la superficie delle abitazioni e quella territoriale (il 38,6%), con una media di 52 mq per abitante. È la seconda città per valore medio dei box (31mila euro), dopo Roma (35,7mila euro).

In generale, il valore delle case è sceso dell'1,8% in Italia. Fanno eccezione solo la Lombardia, dove il valore delle case è rimasto stabile, e il Trentino-Alto Adige, unica regione a segnare un aumento del valore medio, +0,8%. Ed è proprio fra Garda e Ticino che giace il patrimonio residenziale più alto, pari a un bilione di euro.