Milano, 31 maggio 2018 - Il Politecnico di Milano sarà protagonista del padiglione italiano alla prossima Esposizione universale del 2020 in programma a Dubai. In mattinata, nell'aula magna di piazza Leonardo Da Vinci, è stato siglato un protocollo d'intesa tra il rettore del Politecnico Ferruccio Resta e il commissario generale di sezione per l'Italia per Expo 2020, Paolo Glisenti, in base al quale l'ateneo milanese metterà a disposizione le proprie competenze nei settori della creatività e dell'innovazione, forte della sua esperienza come coordinatore di network di ricerche e dei legami forti con il sistema industriale italiano.

In particolare, il Politecnico si occuperà di promuovere la comunicazione in ambito nazionale e internazionale della partecipazione dell'Italia a Expo 2020 Dubai, di individuare una serie di progetti italiani innovativi e best practies da mostrare in occasione dell'evento, in particolare nelle aree del design, dell'aerospazio, dell'information technolgy e delle Smart Cities, oltre a promuovere il coinvolgimento del mondo accademico con realtà imprenditoriali italiane sui temi della partecipazione italiana all'esposizione.  "Expo è stato uno dei momenti che hanno segnato la crescita della città e del Politecnico negli ultimi anni. E' stato un evento che ha fatto parlare di Milano e dell'Italia nel mondo e ha contribuito a creare una serie di sinergie che ancora oggi sono importanti - ha commentato il rettore del Politecnico, Ferruccio Resta -. E' per questo motivo che vogliamo ridisegnare quel filo rosso che ancora ci lega alla manifestazione del 2015 e farci carico di quell'eredita' mettendola a disposizione dell'Esposizione di Dubai del 2020. Lo facciamo mettendo in gioco le nostre competenze in settori chiave come il design, l'information technology e con i nostri laboratori e le nostre startup. Il tutto nel segno di quella capacita' di combinare creatività e progettualità che ci contraddistingue. Punti di partenza per immaginare il nuovo Palazzo Italia".

"Mancano 872 giorni all'apertura di Expo 2020, sembra tanto ma non lo è - ha commentato il commissario generale per Expo Dubai, Paolo Glisenti -. Dobbiamo iniziare a trasferire le competenze e creare una piattaforma e questo accordo con il Politecnico va proprio in questa direzione. Quello dell'Italia a Dubai non sara' un Padiglione, ma un Innovation Hub". Il primo evento che vedra' il Politecnico impegnato a favore di Expo Dubai, sarà una Design
Competition
promossa in collaborazione con Regione Lombardia e la Camera di commercio di Milano. Si tratta di una competizione internazionale, realizzata in collaborazione con l'Università di Sharjah negli Emirati, che permetterà a 20 giovani designer di veder realizzato ed esposto a Dubaio il proprio progetto innovativo sul tema "Connecting Spaces".