Passeggeri in transito a Malpensa (Newpress)
Passeggeri in transito a Malpensa (Newpress)

Malpensa (Varese), 24 gennaio 2019 - Si chiude un anno da record per l'aeroporto di Malpensa che, nel 2018, con 24,6 milioni di passeggeri ha ritoccato il suo record storico del 2007, quando dallo scalo della brughiera transitarono 23,7 milioni.

Questo risultato - +11,5% rispetto al 2017- consolida un’evoluzione che ha visto Malpensa crescere continuativamente per tre anni con tassi superiori alla media e collocarsi così fra i primi grandi aeroporti europei con oltre 20 milioni di passeggeri per tasso di crescita. Per il 2019 l’obiettivo è il superamento della soglia dei 25 milioni che includerà l’aeroporto di Malpensa nella “major league” degli aeroporti europei. Lo sviluppo dello scalo è organico in quanto supportato da tutti i principali segmenti: long haul, low cost e legacy. Fra quest’ultimi Air Italy rappresenta senza dubbio il maggior elemento di novità grazie al suo nuovo posizionamento sul mercato italiano con Malpensa come hub e base. Ai collegamenti intercontinentali (New York, Miami, Delhi e Mumbai) e ai voli domestici (Roma, Napoli, Lamezia Terme, Catania e Palermo) inaugurati nel corso del 2018 seguiranno le già annunciate nuove aperture per la prossima stagione estiva (Los Angeles, San Francisco, Chicago, Toronto e Cagliari) La crescita di Malpensa, quindi, non riguarda solo il volume del trasportato ma anche la qualità del portafoglio clienti (105 compagnie) e del network (210 destinazioni) che, beneficiando di un progressivo ampliamento dei mercati serviti, nell'estate 2018 l’ha collocata al nono posto su scala mondiale, e al sesto in Europa, in relazione al numero di Paesi serviti con voli non stop, davanti a molti grandi hub come Monaco e Madrid.

Il sistema aeroportuale milanese chiude il 2018 con 33,7 milioni di passeggeri, in crescita del 7% rispetto al 2017, con Linate che ha registrato 9,2 milioni di passeggeri, in calo del - 3,3% rispetto allo scorso anno, in uno scenario di ristrutturazione da parte sia di Alitalia che di Air Italy con maggiori rotte business internazionali ancora in fase di consolidamento.