Milano, 19 marzo 2018 - Segno positivo per il mercato immobiliare a Milano città nel 2017, ripartono i prezzi delle case: valgono 3.970 €/mq in media, +1% in sei mesi e +1,2% in un anno. Anche se resta il calo di -5,6% in cinque anni, è iniziata la ripresa. Quanto si spende per l'acquisto? Si va da 8.077 Euro/mq del centro storico (+0,5% in un anno) a 6 mila euro/mq della cerchia Bastioni (+1,5%), a 4 mila euro/mq della cerchia circonvallazione (+1,5%) a 2.461 euro/mq della periferia (+1,3%).  In particolare crescono del +1,3% le case nuove, +0,9% gli appartamenti ristrutturati e +1,3% quelli vecchi e da ristrutturare.

Sono questi i dati che emergono dalla "Rilevazione dei prezzi degli Immobili della Città Metropolitana di Milano" sull'anno 2017, realizzata dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e da FIMAA Milano Monza & Brianza (Confcommercio Milano). "La rilevazione restituisce l'immagine di un mercato in ripresa - ha dichiarato Marco Dettori, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza e Lodi -. A Milano i prezzi, che erano scesi ai livelli di dieci anni fa, hanno ripreso la crescita e il numero di compravendite, prosegue in un incremento davvero molto significativo e apripista in un quadro nazionale. Leggermente piu' lento il processo di assestamento delle quotazioni negli altri comuni della Citta' Metropolitana. Bisogna rilanciare Milano a livello internazionale, trasmettendo l'immagine di una citta' rinnovata, efficiente ed accogliente ed e' ora necessario che i Governo centrale, la gGunta regionale e quella cittadina perseguano con tenacia l'obiettivo di attrarre investitori, marchi commerciali e visitatori, con benefici per la citta' e per il mercato immobiliare". 

"Parallelamente al significativo incremento del numero di compravendite residenziali osserviamo una iniziale crescita delle quotazioni - ha dichiarato Beatrice Zanolini, consigliere della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza e Lodi - la fase discendente dei valori sembra volgere al termine. Altri aspetti rilevanti sono la crescita dei prezzi e dei canoni di locazione dei negozi del centro di Milano, a conferma del sempre vivo interesse dei brand commerciali per questi prodotti, e il notevole ammontare di capitali che gli investitori, prevalentemente stranieri, hanno destinato all'acquisizione di uffici in citta' nell'ultimo biennio. Si tratta di elementi significativi, che pongono Milano tra le piazze piu' interessanti nel panorama europeo. Non possiamo pero' ignorare il permanere di alcuni fattori critici come, dal lato dell'offerta, la difficile situazione del comparto delle costruzioni e l'abbondanza di prodotto obsoleto che fatica a trovare collocazione sul mercato e, dal lato della domanda, gli ostacoli che alcune fasce della popolazione, in particolare i giovani, incontrano per accedere al finanziamento per l'acquisto della casa. I segnali di ripresa sono certamente concreti, ma una serie di criticita', sia endogene che esogene al comparto immobiliare, ci pongono dinnanzi a un mercato complesso, che non si presta a letture e interpretazioni univoche".