Quotidiano Nazionale logo
10 dic 2021

Artigiano in Fiera, le sfide dei giovani: album in legno e dolci dai legumi

Le nuove produzioni guardano a sostenibilità e salute: le curiosità tra le 229 realtà lombarde in Fiera a Rho

luca balzarotti
Economia
Un selfie ricordo all’Artigiano in Fiera, la rassegna dedicata alle arti e ai mestieri
Un selfie ricordo all’Artigiano in Fiera, la rassegna dedicata alle arti e ai mestieri

Rho (Milano) -  "Va bene lavorare il legno, ma trova la tua strada". Altea Calastri ha accolto il consiglio di papà e al padiglione 6 dell’Artigiano in Fiera mostra felice i primi risultati: per lei, giovanissima artigiana di Seregno (Monza), e per la sua "Wood You Italia" è l’anno zero. Al padiglione 1 di Fieramilanocity a Rho, Monica Neri racconta la sfida iniziata nel 2015 ad Albizzate, nel Varesotto - "Riportare i legumi in tavola dopo il diabete in gravidanza" - diventata un’impresa ("Legù") che dà lavoro a 6 persone. Storie di famiglia e di mestieri si intrecciano nei sette padiglioni su cui si estende l’Artigiano in Fiera, vetrina per 1.800 espositori che rappresentano 80 Paesi, con 28 ristoranti italiani e internazionali e 18 luoghi del gusto.

Le micro-imprese lombarde sono 229. Per Altea Calastri di "Wood You Italia" è la prima volta: "La mia famiglia ha un’azienda fondata nel 1972 che vende tranciati e tavolami. Dopo la laurea all’Accademia di Belle Arti ho iniziato un’esperienza lavorativa e mi sono innamorata del legno: ho deciso di proseguire dopo lo stage". Nel lockdown, in famiglia, è nato il progetto che oggi presenta all’Artigiano in Fiera: "Ho studiato per conoscere il legno e capire con quali materiali si potesse combinare: sono nati quaderni, album da disegno, accendifuoco per camini, gioieilli". Monica Neri è partita da un pastificio. "Una pasta da creare dai legumi", racconta la fondatrice di "Legù". "Ho studiato, ho investito in ricerca e sviluppo per riportare i legumi a tavola nelle forme e nei gusti di oggi e sono nate zuppe, polpette, dolci come l’amaretto. È stato difficile, ora invece anche i grandi marchi propongono questi impasti. Collaboro con le pizzerie, la prossima sfida è arrivare all’estero e presentare un nuovo prodotto: gli gnocchi".
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?