Milano, 30 novembre 2016 - Il ministero dell'Economia e delle finanze ha indicato come consiglieri di amministrazione di Arexpo Marco Simoni e Ada Lucia De Cesaris che si aggiungono a Giovanni Azzone (presidente), Giuseppe Bonomi (amministratore delegato) e Chiara Della Penna (consigliere). Lo comunica la società stessa con una nota, dopo l'approvazione da parte dell'assemblea dei soci dell'ingresso del Mef nell'azionariato della Società, attraverso un aumento di capitale riservato di circa 50 milioni di euro, con una quota del 39%.

A seguito di questa operazione il capitale sociale di Arexpo è così' composto: Mef 39,28%; Regione Lombardia 21,05%, Comune di Milano 21,05%, Fondazione Fiera Milano 16,80%; Città Metropolitana di Milano 1,21%; Comune di Rho 0,61%. Per le decisioni di particolare rilevanza dovrà esserci un 'quorum' pari al 71% del capitale sociale. Tutti gli azionisti hanno poi condiviso gli obiettivi della società stabiliti nelle Linee guida del Piano strategico di sviluppo e valorizzazione di Arexpo, approvato dal Cda nel mese di settembre, che pone al centro dell'attività di Arexpo la creazione di un grande Parco della Scienza, del Sapere e dell'Innovazione nell'area che ha ospitato l'Esposizione Universale Expo Milano 2015.

"L'ingresso del Ministero dell'Economia e delle Finanze nell'azionariato di Arexpo con una quota di maggioranza relativa è un passo importante nel percorso che stiamo compiendo da quando, pochi mesi fa, è iniziata la nuova 'mission' della Società". Così l'amministratore delegato di Arexpo Giuseppe Bonomi, dopo l'assemblea dei soci. "Viene così ribadito - prosegue - il valore strategico nazionale del progetto della creazione di un Parco della Scienza, del Sapere e dell'Innovazione, così come è stato definito dalle Linee Guida approvate dal Cda e presentate a tutti i soggetti del nostro territorio. Il prossimo passaggio - conclude Bonomi - sarà la pubblicazione del bando per il Masterplan e il Piano Industriale dell'ex area Expo che avverrà entro Natale".