Milano - Con il passaggio di oggi della Lombardia da zona gialla a bianca, non cambiano solo le regole dei ristoranti e del coprifuoco (che non è in vigore): le regole prevedono anche la rimozione del tetto di 500 spettatori nei teatri. E così la Scala di Milano si appresta ad ampliare i posti a disposizione fino a 760. Si parte il 25 giugno. Il nuovo assetto è condizionato al permanere della Lombardia in zona bianca. Ma non è questa l'unica novità. 

Nel corso del fine settimana è stata rimossa la copertura lignea che permetteva all'orchestra di occupare l'intera platea mantenendo il distanziamento anche con grandi organici (per esempio Salome di Richard Strauss). D'ora in poi la platea sarà restituita al pubblico e l'orchestra tornerà in buca, per ora con organici non troppo impegnativi (Mozart e in autunno Rossini) che permettono di mantenere comunque il distanziamento imposto dalle norme di sicurezza sanitaria. Il nuovo assetto con il pubblico in platea è stato inaugurato questa mattina in occasione della cerimonia di apertura della 73° edizione del Prix Italia.

Programmma

Sono in vendita a partire da domani, martedì 15 giugno alle 14, gli spettacoli di giugno e luglio del Teatro alla Scala: il recital di Maurizio Pollini del 25 giugno, Le nozze di Figaro di Mozart nell'allestimento di Giorgio Strehler diretto da Daniel Harding il 26 e 29 giugno e il 1° luglio, il concerto diretto da Manfred Honeck con Beatrice Rana il 3 luglio e la Serata contemporanea di balletto il 7 e 8 luglio. 

I biglietti erano in prelazione per gli abbonati dal 10 giugno ma sono ancora disponibili posti per tutti gli spettacoli in programma. Invece a partire dal 21 giugno saranno in vendita gli abbonamenti per la Stagione 2021/2022.