Milano, 7 settembre 2018 - In visita con Roberto Brivio alla redazione del “Giorno” per festeggiare il dialetto milanese. Anche quest’anno il 15 settembre “parlemm in milanes”. Torna la Giornata del Dialetto Milanese, giunta alla terza edizione, che celebra la parlata meneghina con una serie di appuntamenti organizzati in tutta la città.

E fra i protagonisti non poteva mancare il nostro quotidiano, l’unico “giornal de Milan ch’el parla (anca) milanes”, grazie alla rubrica in dialetto, con tanto di glossario, firmata dallo chansonnier meneghino Roberto Brivio. Ad aprire il calendario della Giornata con il primo appuntamento del mattino è quindi la visita guidata (in dialetto) alla redazione de “Il Giorno”, in Corso Buenos Aires 54, in compagnia di Brivio. La sede del nostro quotidiano, Palazzo Ingegnoli, venne fatto costruire nel 1894 dalla società “Fratelli Ingegnoli”, pionieri del verde ornamentale, che avevano un vivaio nella zona dell’attuale stazione centrale. A quell’epoca la zona di “corso Loreto” era aperta campagna, e vi passava ancora il tram a vapore. Con la creazione di questo grande edificio la famiglia Ingegnoli volle riunire in un’unica sede abitazione, uffici, reparti di spedizione le serre. Ne risultò un elegante palazzo di quattro piani, con uno scalone di marmo, affreschi del Quarenghi, abbellito da ampie terrazze. Il progetto di Enrico Prevosti, estremamente funzionale, prevedeva la presenza uffici e spazi adatti alla conservazione di tuberi e sementi, mentre l’imponente facciata fu disegnata dal giovane architetto Alfredo Campanini, che divenne poi uno dei maggiori esponenti del Liberty milanese. I lettori che desiderano partecipare alla visita in redazione, in programma sabato 15 settembre alle 11, dovranno prenotare collegandosi al sito https://www.milanodavedere.it/egdm2018/il-giorno/ e seguire le facili istruzioni indicate. La password da inserire quando richiesto sarà: “cadrega”. Le iscrizioni saranno aperte fino al raggiungimento dei posti disponibili. Per eventuali informazioni: 0227799300, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.

Tra i tanti eventi in programma per la giornata del dialetto ci sarà il gioco “Fà ballà l’oeugg”; al Museo Bagatti Valsecchi, una serata con menù dedicato e canzoni dal vivo all’Osteria Bel Sit, l’aperitivo milanese al Bobino Club e ancora letture di poesie all’Isola e una speciale pizza allo zafferano preparata per l’occasione dal Ristorante Ai Bastioni. La Giornata del Dialetto Milanese nasce nel 2016 da un’idea di Danilo Dagradi, fondatore di Milano da Vedere. La paura di perdere un pezzo importante della cultura milanese  è stata la molla per creare una giornata in cui tutti potessero dar vita a momenti dedicati al milanese e che, da subito, ha riscosso un grande successo. Quest’anno Milano da Vedere ha creato un vero e proprio manifesto dedicato al nostro dialetto, con lo scopo di invitare tutti a parlarlo di più. Tutti gli eventi ufficiali potete trovarli sul sito milanodavedere.it.