Constantinos Carydis
Constantinos Carydis

Milano, 12 gennaio 2020 - Nuovo anno, nuova stagione per la Filarmonica della Scala che domani sera ore 20 riprende l’attività, ospiti speciali il direttore greco Constantinos Carydis, al suo debutto scaligero, e il mezzosoprano ceco Magdalena Kozená. Un programma che mette al centro i Cinque Lieder su poesie di Rückert e "Blumine" di Gustav Mahler, capolavoro assoluto che il genio viennese estrasse dalla sua Prima Sinfonia per farlo vivere di vita propria.

Nel sessantesimo anniversario dalla scomparsa, avvenuta proprio alla Scala nel 1960, la Filarmonica rende omaggio al direttore e compositore Dimitri Mitropoulos proponendo "Tafì" (Sepoltura) scritto nel 1915. Nella seconda parte la "Sinfonia n. 9" di Dmitri Sostakovich, la più allegra scritta dal compositore russo, s’ispira a una concezione neoclassica e, pur con momenti di grande spensieratezza, rivela una profondità pensiero e alcune riflessioni sull’esistenza. Agli esordi del XX secolo Mahler compone dieci Lieder sui testi che Friedrich Rückert, poeta tardo-romantico, scrisse dopo aver perso i due figli ancora bambini. Cinque di queste poesie furono riunite in un vero e proprio ciclo, oggi celeberrimo con il nome di "Kindertotenlieder", gli altri, unitari per ispirazione, scrittura e orchestrazione, sono stati inseriti successivamente; la scrittura musicale è cameristica non sinfonica, il senso crepuscolare della vita, l’intensa melanconia conducono a una visione intimistica pronta a cogliere sensazioni e sentimenti, come suggeriscono i titoli musicati da Mahler: "Non spiare le mie canzoni; Respiravo un dolce profumo; Perduto ormai io sono per il mondo; A mezzanotte; Mi ami per la bellezza?".

Nel primo brano Rückert si rivolge al figlio dicendo "Ora il sole osa sorgere e splendere ancora, come se una sciagura nella notte non fosse avvenuta. La sciagura è avvenuta: certo, a me solo è toccata, e il sole splende ovunque e per tutti gli altri, là fuori". Dopo aver vinto il premio "Carlos Kleiber" della Bayerish Staatsoper di Monaco nel 2011, in breve tempo Carydis si è imposto sia in ambito operistico che sinfonico. Bentornata Magdalena Kozená, oggi la voce femminile più bella per interpretare i Rückert-Lieder di Mahler, che ha inciso di recente con i Berliner Philharmoniker sotto la direzione del marito Simon Rattle per Deutsche Grammophone, la coppia si è esibita con successo alla Scala mesi fa. (Biglietti € 10-110. Geticket.it - 848 002 008).