Cartoomics 2019
Cartoomics 2019

Milano, 15 febbraio 2019 - Non gli bastano più neppure le nuvolette a Cartoomics, il Salone del fumetto che, nei suoi 26 anni di felicissima vita, si è via via allargato al gioco, allo spettacolo e che, nell’edizione in programma dall’8 al 10 marzo, si fregerà anche dello slogan “pop, tech & fun”. Si chiamerà infatti ambiziosamente “Oltre le nuvole” il 1° Convegno nazionale Editori e Autori comics&graphic novels che anticiperà, giovedì 7 marzo, la mega-kermesse. E non gli basta più, a Cartoomics, neppure un manifesto pubblicitario. Saranno due, diversi. Il primo animato da Shazam, l’eroe della Dc Comics che irromperà nelle sale cinematografiche il 4 aprile. Il secondo vedrà invece protagonista il gorilla Josif disegnato da Fabiano Ambu, sulle orme ciberpunk dell’immortale “Blade Runner”.

Mira a raggiungere, sotto la direzione di Filippo Mazzarella, il tetto dei 100mila visitatori Cartoomics 2019 - l’anno scorso sono stati 96mila -. Impresa non impossibile, visto lo sterminato programma anticipato ieri. Vignetta d’apertura? Ma gli ospiti d’onore! Primo fra tutti Max Bunker, al secolo Luciano Secchi, che festeggerà con i fan i (primi) cinquant’anni di vita, avventure e disavventure del suo Alan Ford, insieme all’uscita del “Libro Sei”, edito da Ink Mondadori, della sterminata saga. Con lui, a ricevere la sua dose di applausi e il IV Cartoomics Artists Award, Ivo Milazzo, padre nel 1974 di Ken Parker. Un premio attende anche Massimo Boldi. Area storica, ora, una delle più affollate dagli appassionati dell’universo dei comics. Agli stand dei più importanti editori italiani, da Bonelli a Panini, da Astorina a Bao Publishing, si aggiungerà quest’anno Feltrinelli, con le sue innovative uscite. Da segnalare sin d’ora la mostra dedicata a Diabolik, un altro “evergreen”. E poi l’esposizione “Supereroi e radiazioni”, realizzata addirittura dall’Associazione Italiana di Fisica Medica: niente paura, in collaborazione con Wow Spazio Fumetto.

Altra ospite d’onore, ma di carta e di celluloide - ma si usa ancora? -: la signorina Minnie, eterna fidanzata, a volte tenera, spesso petulante, di Topolino. Novant’anni fa la sua prima apparizione. Per le fans - ma non vogliamo imporre barriere sessiste... - un Minnie Saloon offrirà lezioni di trucco tenute da esperte “make up artists”. Avanti. Gli appassionati di fantascienza potranno darsi appuntamento nella vasta area dedicata all’universo Sci-Fi e ai fantamondi di Star Wars & Co. Mentre spettacoli interattivi saranno dedicati alla saga Resident Evil e all’horror di Enigma Room. Rinnovati gli spazi dei videogiochi e dell’hi-tech, l’area cinema diverrà un vero Movie-Con, che si farà anche cornice dei festeggiamenti per gli ottant’anni di Batman. Un incontro speciale, per chiudere questa sintetica panoramica, quello in programma venerdí 8 marzo all’Agorà 3: lo sceneggiatore principe Alfredo Castelli, creatore di Martin Mystère, festeggerà il suo “golden retirement” dopo cinque decenni di strepitosa carriera. Un addio, davvero? Ci piace pensarlo un arrivederci! Magari al prossimo Cartoomics.

Fiera Milano Rho. Info: www.cartoomics.it