MASSIMILIANO SAGGESE
Cronaca

Zibido San Giacomo: manutenzione e pulizia, così i giovani si pagano le vacanze

Tredici ragazzi hanno aderito al progetto sociale del municipio: "Impariamo ad amare i nostri spazi e facciamo nuove amicizie”

I ragazzi che aderiscono al progetto attivato a Zibido San Giacomo

I ragazzi che aderiscono al progetto attivato a Zibido San Giacomo

Zibido San Giacomo, 19 giugno 2024 – Dipingono inferriate e ringhiere degli edifici pubblici dopo averle scartavetrate, sistemano panchine rotte e cestini danneggiati, ripuliscono le mura imbrattate da pseudo graffiti. Non sono detenuti o ex detenuti, tanto meno ragazzi in prova assegnati a servizi sociali, tutte iniziative lodevoli ovviamente.

Semplicemente sono giovani studenti che non vogliono pesare sulle tasche dei genitori per le vacanze e hanno aderito al progetto “L’estate me la guadagno” di Zibido San Giacomo, paese dell’Ovest milanese. Un’iniziativa semplice nella pratica ma dal forte significato sociale. Perché i giovani imparano a guadagnare qualche euro per godersi una vacanzina e allo stesso tempo diventano artefici della cura del bene pubblico e quindi testimonial contro degrado e vandalismi. Il progetto giunto alla terza edizione è promosso dall’amministrazione comunale per i giovani tra i 16 e i 25 anni della cittadina. L’iniziativa è organizzata con l’associazione di promozione sociale “OnTrack” di Zibido San Giacomo.

"Un’esperienza formativa e, allo stesso tempo, di educazione civica – evidenzia la sindaca Sonia Belloli – che si prefigge di diffondere sempre più l’attenzione al patrimonio pubblico e al ruolo del volontariato, come risorsa essenziale per il territorio e la nostra comunità. I giovani che hanno aderito al progetto estivo di cittadinanza attiva potranno anche guadagnare qualcosa per le meritate vacanze. Ringrazio i fantastici volontari e i funzionari comunali che si stanno occupando del progetto".

Accompagnati da tre tutor - Luigi, Claudio e Franco - e dalla cooperativa “Arti e mestieri sociali” che li seguiranno nei diversi interventi programmati, i giovani sono stati suddivisi in due gruppi: uno si occuperà di fare piccoli lavori di manutenzione di beni pubblici vandalizzati o imbrattati; altri, invece, saranno maggiormente impegnati sul fronte della pulizia. Il primo intervento è stato ieri nella frazione di San Pietro Cusico dove una squadra di ragazzi è intervenuta per sistemare il centro civico che ospita anche il centro anziani.

E i protagonisti sono entusiasti di questa iniziativa. "Per me è un’opportunità per fare qualcosa per la comunità e mettere da parte qualche soldo per le prossime vacanze - racconta Johan Poma, studente di grafica - in questo periodo siamo fermi con lo studio e passare il tempo così aiuta anche a fare nuove amicizie e a creare gruppo". "Possiamo sistemare edifici e spazi pubblici del Comune riparando i danni causati dai vandali e anche l’usura provocata dal tempo. Insomma una manutenzione ordinaria sul nostro territorio che ci insegna anche ad amare gli spazi in cui viviamo", è il pensiero di Federico Grossi, studente universitario. Al progetto partecipano anche ragazzi stranieri come due giovanissimi provenienti dall’Ucraina e ospiti nel Milanese.

"Quest’anno – spiega l’assessore ai Giovani Giacomo Serra – abbiamo pensato di organizzare le attività di piccola manutenzione per due settimane e di pulizia per un paio di weekend. Come in passato, i ragazzi saranno impegnati in attività di carteggio, di verniciatura, di pulizia e sistemazione dei giochi nei parchi. Riceveranno un rimborso spese. Dovranno anche dare quattro ore del loro tempo libero come volontari per l’associazione ‘OnTrack’ con la quale abbiamo stipulato, nel dicembre scorso, una convenzione. Uno degli obiettivi è anche quello di far diffondere la cultura del rispetto della cosa pubblica e per questo il progetto è aperto anche ai giovani stranieri che vivono sul territorio". I ragazzi che hanno aderito al progetto sono tredici divisi in tre turni. Alla fine, le vacanze saranno straguadagnate.