La voragine che si è aperta in via Lorenzo di Credi
La voragine che si è aperta in via Lorenzo di Credi

Milano, 15 aprile 2019 - Una voragine in strada, tra i civici 8 e 10 di via Lorenzo di Credi, in zona Fiera, davanti a un passo carraio. L’asfalto è sprofondato ieri mattina poco dopo le 9 lasciando entrare la pioggia battente in quella spaccatura larga almeno tre metri e profonda altrettanto, verso il vuoto. Immediato l’intervento dei tecnici MM e della polizia locale: quel tratto di carreggiata è stato chiuso per consentire le verifiche e tenere alla larga pedoni e auto. Circolazione bloccata quindi verso piazzale Brescia mentre l’altra porzione di strada - in senso opposto, al di là del parterre verde - è rimasta percorribile.

Secondo i primi accertamenti a far franare l’asfalto sarebbe stato il cedimento di un tratto di fognatura che ha trascinato giù diversi strati di terra e il manto stradale, a effetto domino. La condizione climatica non ha aiutato: in pochi secondi la strada si è aperta creando la voragine. SOTT’ACQUA La voragine che si è aperta in via Lorenzo di Credi dopo il cedimento di un tratto di fognatura e gli interventi dei tecnici della società MM per correre ai ripari dopo il crollo (Newpress)«Impressionante guardare là dentro, era tutto buio. Per fortuna nessuno si trovava a passare di lì in quel momento – racconta un residente –. La fortuna è stata che fosse domenica mattina. Una domenica piovosa, in una porzione di strada poco trafficata». Il Settore fognatura MM è intervenuto subito per mettere in sicurezza il tratto ed effettuare i primi controlli, così da pianificare l’intervento di riparazione che verrà eseguito oggi. Nel frattempo la polizia locale ha bloccato la circolazione in quel punto. Via libera, invece, nella carreggiata opposta. Qualche ora dopo, i cittadini si sono allarmati per un altro “buco” comparso in via Domenichino, prolungamento di via Lorenzo di Credi: conseguenza di un avvallamento, a quanto pare, legato allo stesso cedimento. Anche questa porzione di strada è stata messa in sicurezza con transenne e nastri di plastica del Nuir (Nucleo intervento rapido del Comune) per impedire il passaggio, in vista dell’intervento.

Venerdì c’era stata un’altra emergenza al caseggiato di viale Montello 4 tra i Bastioni di Porta Volta e via Paolo Sarpi: un allagamento dovuto a un guasto interno alla tubatura dell’acquedotto, che ha comportato l’evacuazione del palazzo con cento persone riversatesi in strada. L’acqua sprigionata ha raggiunto anche lo scavo del cantiere di fianco, al civico 6, dove sono in corso i lavori per realizzare un nuovo complesso edilizio.