Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
19 mar 2022

Volontà di ricordare per sempre "Omaggio a chi non ce l’ha fatta"

19 mar 2022

L’aula municipale (ex Sala Alfa) è stata intitolata alla memoria di Bianca Polidori, dipendente comunale deceduta nel maggio 2020 per Covid. L’amministrazione di Bollate ha celebrato la Giornata nazionale per le vittime del Covid-19 prima con un momento pubblico in piazza. C’erano il sindaco Francesco Vassallo e il presidente del Consiglio comunale Riccardo Braga, don Maurizio Pessina, parroco di Bollate, i comandanti dei carabinieri Cosimo Magrì e della polizia locale Antonello Martelengo, i rappresentanti delle associazioni di volontariato Seo, Croce rossa e Alpini per il minuto di silenzio e il ricordo di tutte le vittime e i malati di Covid. Poi in municipio, alla presenza dei familiari e dei dipendenti comunali, è stata ricordata Bianca Polidori, 60 anni, responsabile del servizio di ragioneria del Comune. "Un atto dovuto e molto sentito - ha spiegato il sindaco - per una nostra dipendente che ha lasciato un ricordo indelebile". A Rho la cerimonia si è svolta davanti al memoriale “Grande parentesi” dedicato alle vittime del Covid installato nei mesi scorsi nei Giardini Giovanni Pesce in corso Europa.

Ricordare chi ci ha lasciati, spesso in solitudine, nei giorni dolorosi e cupi della pandemia: anche San Donato ha voluto celebrare la giornata dedicata alle vittime del Covid raccogliendosi in preghiera davanti alla targa commemorativa posta all’ingresso del cimitero Concentrico. Ieri mattina il sindaco Andrea Checchi, il parroco don Carlo Mantegazza, la Protezione civile e l’associazione nazionale Alpini hanno ricordato i concittadini scomparsi con la posa di una corona di fiori nel corso di una sentita cerimonia. "Abbiamo voluto dedicare questi minuti strappati alla giornata lavorativa – ha dichiarato il sindaco – per fare in modo che un evento così drammatico che ha segnato la nostra città e il mondo intero non passasse in secondo piano nella memoria collettiva". Anche a Cassano il sindaco Fabio Colombo ha depositato un mazzo di fiori davanti alla targa al cimitero di via Mazzini. "I cassanesi si riconoscono nel dolore per le vittime del Covid – ha detto –. Una pandemia, quella che ci stiamo lasciando alle spalle, che ci ha segnato parecchio ma nello stesso tempo ci ha uniti con tanta umanità e solidarietà per superare l’emergenza con responsabilità".

Anche Cernusco si ferma per onorare la memoria di chi non ce l’ha fatta. Ieri, il raduno davanti alla cappella centrale e poi l’appuntamento al Parco dei Germani per piantare un albero, "segno di rinascita - spiega il sindaco Ermanno Zacchetti –. Crescerà e ci aiuterà a non dimenticare cosa è successo". Una targa è stata sistemata all’ingresso dell’ex Filanda per 344 giorni centro vaccinale aperto a tutto il territorio,

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?