Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
16 gen 2022

Vigile picchiato a Milano, indagini a tutto campo: nel mirino quattro skater bolzanesi

Allarme movida, l'agente di 61 anni è stato aggredito e disarmato. Poi gli aggressori, che parlavano in italiano e tedesco, hanno postato il video su Instagram

16 gen 2022

Milano - Movida violenta, la città reagisce all'ultimo episodio nel quale un vigile in borghese di 61 anni è stato aggredito, picchiato e disarmato da alcuni giovani vicino alla Darsena. Tra loro ci sarebbero già quattro ragazzi di Bolzano in procinto di essere interrogati. Sono in corso a tutto campo le indagini i della magistratura e delle forze dell’ordine a Milano per identificare i giovani aggressori del vigile in borghese, disarmato e pestato nella notte tra venerdì e sabato ai Navigli. L’agente della polizia locale, 61 anni, era appostato su un’auto civetta con un collega, per intervenire a seguito di una segnalazione di atti di vandalismo. 

Scendendo dall’auto, il vigile si sarebbe qualificato e avrebbe sparato un colpo in aria di avvertimento, ma, subito circondato, è stato disarmato e picchiato da un gruppo di giovani, con piglio molto aggressivo. E nella colluttazione sarebbe partito un secondo colpo. Il video dell’aggressione, girato dagli stessi protagonisti della violenza, che pubblichiamo, è stato poi postato su Instagram e ripreso dal sito “Welcome to favelas”.

Un fotogramma dal video che documenta l'aggressione e lo sparo
Un fotogramma dal video che documenta l'aggressione e lo sparo

Un’altra notte di movida violenta, dunque, nel capoluogo lombardo: i fatti risalgono alle due di notte. Tra i giovanissimi, si parla di skater di Bolzano, la pistola strappata dalla sue mani finisce poi a terra sotto alcune auto parcheggiate, non prima che venga sparato un nuovo colpo che però per fortuna non colpisce nessuno. Dopo aver picchiato il vigile i ragazzi lo hanno abbandonato sull’asfalto, prima di fuggire. Intanto, il collega rimasto in auto chiamava i soccorsi. Il 61enne ferito è stato portato in ospedale.

Nel video si vedono gran parte degli istanti della lotta impari, con il vigile che prima spara in aria, poi il secondo colpo, verso terra.  Sul caso, avvenuto intorno alle 2 di sabato notte in via Fra Pacioli all’angolo con via Coni Zugna, strada di movida della zona Navigli, a poca distanza dalla darsena.  impressiona il tasso di violenza tra le frange giovanili. Un allarme che sale nella città, a poca distanza dalla darsena, in piena movida Navigli. Per l’agente è stata diagnosticata una prognosi provvisoria di 5 giorni. La pattuglia di due agenti in borghese era intervenuta per effettuare alcuni accertamenti su alcuni atti di vandalismo segnalati nella zona da residenti nel corso delle ultime settimane. 

In un secondo video, della durata di circa 25 secondi, l’agente, che viene affrontato da un ragazzo vicino alla portiera della vettura, urla: “Guardate che è carica deficienti”. Uno cerca di bloccargli il braccio mentre il resto del branco lo incita: “Togli la pistola”. Nel video si sentono i ragazzi parlare sia in italiano che in tedesco. A un certo punto il ragazzo impugna l’arma per la canna e l’agente per il calcio della pistola. Da questa parte un colpo che fortunatamente finisce sull’asfalto. E in questo momento il video però si interrompe.  Due le pattuglie intervenute sul posto dopo alcuni minuti, una delle quali con a bordo un ufficiale. Sembra che la scena sia stata registrata anche da una telecamera di sorveglianza presente in zona. I quattro - uno di loro ha postato la sequenza sul proprio profilo Instagram, gli altri sono stati identificati successivamente - sarebbero skater bolzanini arrivati a Milano per la serata. La Polizia Locale sarebbe sulle loro tracce. 

Sull'episodio è intervenuto Riccardo De Corato, assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale. "Un fatto gravissimo - ha commentato - un episodio che dimostra quanto denunciavano proprio ieri gli agenti di polizia locale di Milano in sciopero con il Sulpl in corso Monforte ai quali ho portato la mia completa solidarietà. La morte del povero Savarino, avvenuta ormai dieci anni fa, non ha insegnato nulla. Gli agenti chiedono che nella nuova legge nazionale delle Polizie locali vengano introdotte nuove garanzie per la categoria che equipari i vigili ad agenti di polizia giudiziaria. Come assessore regionale alla polizia locale in questi anni, nonostante la legge nazionale non lo abbia ancora previsto, ho introdotto tutele infortunistiche con fondi dedicati agli agenti feriti temporaneamente, permanentemente o deceduti in servizio. Che cosa ci fanno a Milano tutti questi delinquenti di diversa nazionalità e provenienza? Perché Milano è diventata un porto franco per malviventi di ogni genere? Il sindaco Sala si interroga su cosa è diventata la città e sui fatti gravissimi che si stanno ripetendo giorno dopo giorno?". 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?